Accoglienza, Obama apre le porte: "10mila siriani il prossimo anno"

Dalla Casa Bianca arrivano indicazioni per "un significativo incremento" nell'impegno per i migranti in fuga

Non solo l'Europa. Ora anche gli Stati Uniti iniziano a muoversi per chi è in fuga dalla Siria e le indicazioni che arrivano da Washington sembrano indicare la volontà di aumentare notevolmente l'impegno nella crisi in atto.

È il presidente Barack Obama a chiedere, lo riferisce il portavoce Josh Earnest, che il Paese sia pronto ad accogliere fino a 10mila profughi siriani nel prossimo anno fiscale, ovvero dal primo ottobre in poi. Il numero non è modesto, almeno non se paragonato ai dati sull'accoglienza degli scorsi anni.

Dal 2011 a oggi gli Stati Uniti hanno ammesso 1.500 siriani e, considerando anche altre nazionalità, 70mila rifugiati all'anno. Sono circa quattro milioni le persone che hanno lasciato il Paese di Bashar al-Assad dallo scoppio della guerra civile.

Commenti
Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Gio, 10/09/2015 - 19:57

ti ha messo paura Putin caro Andalù?

cgf

Gio, 10/09/2015 - 20:13

alla fine uno si chiede.... ma quanti sono i siriani?