Afghanistan, attacchi kamikaze in due moschee: 32 morti a Kabul

Un secondo attacco kamikaze è avvenuto in una moschea sunnita di Ghor nella provincia centrale dell'Afghanistan

Un kamikaze si è fatto esplodere in una moschea frequentata dalla comunità sciita nella parte occidentale di Kabul, in Afghanistan. I morti sono almeno 32 e i feriti 41 stando a quanto confermato da funzionari del ministero dell'Interno. Tra le vittime ci sono donne e bambini.

L'attentatore suicida ha colpito la moschea Imam Zaman, nel quartiere di Dahst-e-Barchi, dove numerose persone erano riunite per la preghiera del venerdì sera. La moschea è la stessa in cui lo scorso 25 agosto un commando di quattro attentatori, affiliati allo Stato Islamico, aveva fatto irruzione provocando la morte di 28 fedeli.

L'attacco non è ancora stato rivendicato, ma gli attentati contro luoghi di preghiera sciiti sono stati compiuti, la maggior parte delle volte, dallo Stato Islamico.

Un secondo attacco kamikaze è avvenuto in una moschea sunnita di Ghor nella provincia centrale dell'Afghanistan. Sarebbero almeno 15 i morti.

Commenti

Controcampo

Ven, 20/10/2017 - 21:37

I musulmani sono anche vittime, ma dei loro stessi fratelli!