Airbus caduto, spunta il manuale disastri della Lufthansa

Ecco l'atteggiamento protocollare da tenere se un aereo di linea precipita: tutto quello che si può dire e non si può dire

Nei giorni più neri della Lufthansa, proprio mentre la procura cerca di far luce sulla tragedia dell'Airbus A320, spunta fuori il libro delle catastrofi della compagnia aerea tedesca. L'atteggiamento protocollare da tenere se un aereo di linea precipita è descritto nei dettagli. Un lungo elenco di frasi da dire e da non pronunciare.

Si tratta di un registro di 170 pagine che, come riporta oggi la Bild, va dalla prescrizione di segnare il sito a lutto, ai debriefing dei giorni successivi. Che i parenti delle vittime siano da considerare una priorità, oppure che si eviti di partecipare alle speculazioni, sono parole, sentite in questi giorni dopo il disastro delle Alpi della Germanwings, tutte indicate nel manuale Trasmettere un’impressione di tranquillità e professionalità all’interno come all’esterno, prescrive il protocollo dei disastri. "Lufthansa è colpita ed è vicina alle vittime - si legge - si occupa dei parenti, prende le misure adeguate, terrà informati i media, collabora pienamente con gli organi giudiziari per chiarire le cause dell’incidente".

Nessuna formula viene lasciata al caso, nella gestione di una crisi che viene divisa in tre fasi: misure immediate, lavoro e debriefing. Ci sono, poi, le cose che non vanno dette: vietato riferire del ruolo che le condizioni del tempo potrebbero aver giocato nel dramma, vietato dire dove si concentrano le indagini, dare elementi di collegamento fra l’addestramento dei piloti e la dinamica del disastro. Fino alla rassicurazione finale: "Noi non abbiamo dubbi sui nostri piloti, hanno una formazione eccellente e sono continuamente tenuti in allenamento".

Commenti
Ritratto di Giorgio Prinzi

Giorgio Prinzi

Sab, 28/03/2015 - 10:18

Anche il pilota autore del gesto aveva ottenuto una brillante e lusinghiera qualità di eccellenza, come da manuale. E' la fine del "superuomo" tedesco e l'inizio di "schettinen"? Un titolo dissacrante, che colpisce al cuore più di qualsiasi ragionamento freddo e logico. Ovviamente anche nella "schettinagine" sono superiori, uber alles.

Ritratto di franco_DE

franco_DE

Sab, 28/03/2015 - 13:56

che siano piloti migliori non c'è ombra di dubbio basta vedere come si comportano nella nebbia in fase di atterraggio e ve ne convincerete vabbè che voi sapete scrivere solamente cxxxxxe compagni di ,,me..renda, prima viaggiate volate poi scrivete.

Ritratto di gian td5

gian td5

Sab, 28/03/2015 - 17:02

franco_DE, ma oltre che con la fantasia hai mai veramente volato? Anche i piloti italiani atterrano con la nebbia, ma toccano tera con dolcezza, con la Lufthansa a volte mi saltavano via gli occhiali.

Ritratto di mr.cavalcavia

mr.cavalcavia

Sab, 28/03/2015 - 20:01

Perché' gli equipaggi germanwings si sono rifiutati di volare? Cosa sanno?

PerQuelCheServe

Sab, 28/03/2015 - 23:17

Fanno bene ad indicare cosa si può e cosa non si può dire. Tanto a colorire la verità e a riempire le storie di minchiate ci pensano i giornalisti-inventori e le mandrie di tuttologi da forum che immancabilmente popolano la rete di idiozie su complotti militari e omini verdi con le astronavi.