Airbus, il procuratore: "Prima del brevetto tentò il suicidio"

Secondo gli inquirenti il copilota tedesco prima di prendere il suo brevetto di volo avrebbe tentato il suicidio. La procura: "Era in cura per tendenze suicide"

Il co-pilota della Germanwings, Andreas Lubitz, "prima di ottenere il brevetto di volo, era stato sottoposto a sedute di psicoterapia per un tentativo di suicidio". A riferire il precedente inquietante è il procuratore di Dusseldorf, Christoph Kumpa. "Non ci sono prove che il co-pilota abbia annunciato precedentemente le proprie intenzioni»"di schiantarsi con l’aereo sulle Alpi francesi "e non abbiamo trovato lettere che contengano una confessione da parte del co-pilota", ha spiegato il procuratore.

La clinica universitaria di Duesseldorf, in Germania, ha consegnato la cartella medica di Andreas Lubitz alla procura della città, incaricata di indagare sul disastro aereo provocato dallo stesso Lubitz martedì scorso sulle Alpi francesi. Lo ha
annunciato una portavoce della clinica, affermando solamente che la cartella è stata consegnata agli investigatori e senza aggiungere altro, per rispetto del segreto professionale. Venerdì la clinica aveva reso noto che Lubitz, copilota del volo Germanwings precipitato in Francia con altre 149 persone a bordo, era stato paziente della struttura a febbraio e l'ultima volta il 10 marzo. Non sono stati rivelati dettagli del motivo per cui Lubitz fosse stato ricoverato, ma è stato precisato che le notizie che parlavano di una profonda depressione sono errate. Adesso a quanto pare il motivo è stato chiarito. Lubitz aveva tentato il suicidio e per questo motivo era in cura. Fino a quando non ha deciso di schiantarsi con un Airbus sulle Alpi ucciendo 149 persone.

Commenti
Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 30/03/2015 - 16:17

E basta con questi scavi nel passato del "matto autorizzato da Lufthansa"! Lo abbiamo capito! Lo sanno tutti ormai che la colpa è tutta della compagnia, che è ricca e può pagare centinaia di milioni ai parenti delle vittime. Il capro espiatorio, in questi casi, deve per forza essere sempre una entità dotata di solvibilità, perché oggi il vero scopo del Diritto è ormai solo questo. E' lo stesso del caso Meredith: secondo i suoi parenti il colpevole non può essere solo il nullatenente ivoriano, ma ci deve per forza essere qualcun altro, magari figlio di un primario o di una benestante famiglia americana, a prendersi la responsabilità e l'onere del risarcimento.

roberto1942

Lun, 30/03/2015 - 16:44

allucinante che una compagnia aerea europea come Lufthansa sia così impreparata..... e poi, è un vizio dei tedeschi, vogliono dare lezioni al mondo intero..... ma se aveva istinti suicidi gli date il brevetto di pilota? Come dicono a Napoli (e mi scuso per la grafia da lombardo): "ma tu ssi sceme...?"

Ritratto di SAXO

SAXO

Lun, 30/03/2015 - 17:00

tentativo vile da parte della stampa occidentale di coprire qualcosa di oscuro,i dubbi sono tanti per esempio,non esistono foto dell impatto aereo sulla montagna,sembrerebbe una esplosione in volo,decifrazione record scatola nera, del disatro ucraino ancora no,errore madornale della compagnia tedesca a far volare il copilota con un rapporto medico cosi complicato.esercitazione dell NATO nell aerea d impatto dell aereo.

Ritratto di SAXO

SAXO

Lun, 30/03/2015 - 17:16

Segue al commento precedente, per chi non lo sapesse nella aera d impatto lo stesso giorno la NATO stava esercitando un test laser con simulazione di abbattimento di un aereo atto allo scopo,detto tecnicamente hellads (high energy liquid laser area system)Inoltre durante le manovre all inizio del mese nel tentativo di eseguire il test laser per errore causo quasi la distruzione di un altro aereo della stessa compagnia,volo LH 1172 stessa rotta.Sapete chi conduce le operazioni di indagine del disastro, ovviamente FBI ,massiccia operazione di copertura volta a mantenere all oscuro il cittadino ignaro.Fate un po voi ma per me puzza la cosa.

Ritratto di mr.cavalcavia

mr.cavalcavia

Lun, 30/03/2015 - 18:35

Se fosse 1:1 come voglio venderci, avrebbe già dovuto dimettersi la metà del management Lufthansa. Non è in nessun caso accettabile che non vengano "dimissionati" i managers di una compagnia aerea che al netto dei controlli mette uno psicopatico orbo alla guida di un airbus. Probabilmente c'è dell'altro. NATO, beghe dell'elettronica AIRBUS o altro: chi lo sa? Perchè gli equipaggi Germanwings sono rimasti a terra? Cosa sanno o han visto? Chiedere, chiedere, chiedere....

moshe

Lun, 30/03/2015 - 18:46

Noi abbiamo avuto la disgrazia schettino ma la germania, in quanto ad inefficienza, ha vinto 1-0. Complimenti alla lufthansa !!!