Algeria, rapito francese. Gruppo legato all'Isis rivendica il sequestro

In un video, accanto a due uomini armati, il francese chiede a Hollande di interrompere i raid francesi in Iraq altrimenti verrà ucciso entro le prossime 24 ore

Un cittadino francese è stato rapito in Algeria. Lo riferiscono le forze di sicurezza locali. C’è il rischio che il sequestrato possa diventare una preda ambita dagli jihadisti sunniti dello Stato Islamico (Isis) dopo che sabato Francois Hollande ha ordinato raid aerei in Iraq. Isis ha già ucciso, decapitandoli, due statunitensi ed un britannico, minacciandone un altro.

Il francese, un uomo di 55 anni, è stato rapito domenica sera in una regione montagnosa dove stava facendo trekking nella zona di Tizi Ouzoi in Cabilia, nell’est del Paese dove è attivo al Qaeda nel Maghreb Islamico che la scorsa settimana ha unito le forze con Isis contro l’Occidente, insieme alla seconda grande anima qaedista, al Qaeda nella Penisola Arabica.

Il Ministero degli Esteri di Parigi ha confermato la notizia del rapimento di un cittadino francese. Il rapito si chiama Herve Pierre Gourdel, 55 anni, di Nizza. Gourdel era arrivato sabato in Algeria e aveva affittato uno chalet nel parco nazionale algerino di Djurdjura con alcuni amici algerini. Il gruppo sarebbe rimasto vittima di alcuni predoni mentre stavano scaldano la montagna Lalla Khedidja. Ma mentre si suoi amici algerini sono stati lasciati andare lui è stato sequestrato dopo che si è scoperto che era francese. In serata è arrivata la rivendicazione del rapimento da parte di un gruppo di miliziani algerini legati agli estremisti sunniti dell’Isis.

I rapitori hanno diffuso un video del francese rapito. "Sono arrivato in Algeria il 20 settembre, vi scongiuro (signor presidente) di fare tutto quanto in vostro potere per fermare questi attacchi in Iraq", afferma Gourdel alla telecamera con accanto a destra e sinistra due uomini armati con il volto celato da un turbante. Le autorità francesi non ne hanno confermato ancora l’autenticità. Gourdel spiega che i suoi rapitori si identificano come "Jund al-Khilifa, un gruppo armato algerino", vicino ad Isis e che hanno minacciato di ucciderlo se Hollande non fermerà i raid aerei.

Commenti
Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Lun, 22/09/2014 - 19:46

Ma si può essere tanto dementi? Andare a fare trekking a Tizi Ouzoi in Kabilia? Manco fosse Rambo prima serie.

Solist

Lun, 22/09/2014 - 21:41

voleva guadagnarsi il suo spazio su tutte le prime pagine delle testate mondiali....a meno che il soggetto non sia in stato terminale

Mobius

Lun, 22/09/2014 - 22:06

Una volta tanto sono d'accordo con Omar El Ecc. (19:46). Anche se a lui della sorte dell'ostaggio non glie ne frega un mukhtar.

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 22/09/2014 - 22:47

Per una volta sono d'accordo con OMAR, quando io andai per la prima volta in Algeria (per lavoro) nel 1978, avevo a disposizione una "scorta" statale di quel paese, che veniva a prendermi tutti i giorni in Hotel e mi riaccompagnava la sera. Saludos dal Leghista Monzese

piedilucy

Lun, 22/09/2014 - 23:01

proponete all'isis uno scambio il nostro alfano in cambio del francese

Ritratto di Markos

Markos

Lun, 22/09/2014 - 23:09

Ma questo attempato Signore non poteva semplicemente farsi una escursione magari in qualche parco a Parigi...

@ollel63

Mar, 23/09/2014 - 00:26

a parte il fatto che colui che si mette nei guai andandoseli a cercare col lanternino, cosa demenziale, è imperdonabile perché così facendo non danneggia solo se stesso (pare evidente... e forse ora, tardi ormai, lo capisce bene).... beh! Holland può anche rispondere a quei sequestratori che in tal caso vedrebbero da vicino, e per l'ultima volta, un inferno di fuoco tale che di loro non resterà più nemmeno un granello di cenere. E manterrà la promessa.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 23/09/2014 - 00:48

Per un po' di tempo, speriamo non molto, dovremo subire questo fetido marciume sollevato da vermi propagandisti dell'islam. Stanno diffondendo nel mondo un'ossessivo disprezzo per l'uomo che non era mai stato osato finora da nessun assassino, per quanto depravato potesse essere. LA TRAGEDIA È CHE AGISCONO IN BASE AI PRECETTI DEL CORANO. MA LA PEGGIOR TRAGEDIA È CHE SONO APPOGGIATI DAI NOSTRI TRINARICIUTI CHE INNEGGIANDO AI TERRORISTI DI HAMAS DI FATTO SI ALLEANO ANCHE CON L'ISIS.

alox

Mar, 23/09/2014 - 00:48

Condivido Omar: va' dove ci sono i tagliagola cosa pensava di trovare i funghi? Vediamo se la Franacia non sia e' cosi' imbecille di cedere ai ricatti di questi barboni!

19gig50

Mar, 23/09/2014 - 02:09

Cosa aspettiamo a passare al contrattacco?

vince50_19

Mar, 23/09/2014 - 06:38

A parte " l'astuzia" di questo francese che è da guinness dei primati, l'Isis è solo un agglomerato di vigliacchi che se la prende con gente inerme e incolpevole. Solo dei volgari, merdosi rapitori e tagliagole. Se è vero che, secondo alcuni paesi musulmani fra cui l'Arabia, l'Isis danneggia la "causa" musulmana", dovrebbero essere loro mettere in atto tutto quel che serve per fermare queste luride carogne e lo devono dimostrare con fatti non solo con condanne verbali. Altrimenti il loro è un pianto da coccodrillo, convincente oltretutto.

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Mar, 23/09/2014 - 06:42

ma quanti sono i "turisti" nei Paesi Islamisti a rischio jihad? Se non si risolve la questione ISIS significa che per il futuro i rapimenti saranno all' ordine del giorno! E se per gli operatori commerciali, uomini d' affari, e in generale quanti i quei Paesi lavorano, ciò rappresenta un rischio quasi inevitabile, è mai possibile che gli Stati di provenienza -la Francia in questo caso- non facciano nulla per la loro incolumità? Penso che purtroppo l' opzione militare anche se porterà ad un rapido annientamento di queste Organizzazioni criminali che si celano dietro il nome di Ahlla, non risolveranno il problema di rapimenti, rapiti e relativi ri(s)catti. Ma ritengo che gli interessi economici in quei Paesi siano troppo importanti per l' Occidente e che saranno il motivo di una rideterminazione della situazione della sovranità locale anche laddove essa si affermasse come NEOCOLONIALISMO.

Massimo_2357

Mar, 23/09/2014 - 07:20

Lo può sempre andare a prendere Hollande in motoretta!

wavettore

Mar, 23/09/2014 - 07:21

Nota la stranezza di come ISIS minacci l’Europa ed il Mondo intero meno Israele che gli e’al fianco. La mascherata continua in questo grande palcoscenico mentre il futuro delle genti dipende proprio da come vengono intesi ISIS, Al Qaeda e l’Undici Settembre. Un nuovo apparato Mondiale dovrebbe investigare fino in fondo gli eventi dell’Undici Settembre. Non c’e’ bisogno di un altra Commissione USA che faccia finta di investigare e per questo ci vorrebbe una Commissione esterna. Inoltre servirebbe una seconda investigazione nei confronti del Senatore John Mc Cain dopo la rivelazione del fatto che si e’ incontrato con il fondatore di ISIS. “Questo e’ il problema. Lui (il senatore Mc Cain) si e’ incontrato con ISIS, ed ha fatto una fotografia con lui, senza sapere quello che stava succedendo a quel tempo. —Sen. Rand Paul (R-Ky.), in un intervista con il Daily Beast, il 16 Settembre. Come sara’ possibile rimuovere dalla pubblica arena i traditori della razza Umana? Questi non sono alcuni dei tanti politici disonesti o dei semplici criminali. Questi meritano una categoria a parte tutta per loro. Il capo di ISIS e’ quell’ Abu Bakr al-Baghdadi che e’ stato trattenuto in una prigione USA e che fu’ a colloquio con Mc Cain prima di essere stato rilasciato nel 2009. Sembra proprio dritta da Hollywood la nuova strategia di filmare quelle orribili decapitazioni. Le tragiche immagini mandate in onda da ISIS non sono meno spettacolari di quegli aerei scagliati contro quei grattacieli circa 13 anni fa’. Un senso dello spettacolo piu’ familiare ad un Ebreo di Hollywood piuttosto che ad un Musulmano del deserto. Non c’e’ dubbio che i Sionisti abbiano ogni mezzo per assoldare mercenari di ogni Paese ed estremisti islamici facendo tutto senza dover mai mostrare la loro faccia o il loro portafoglio. Una Guerra mondiale e’ stata gia’ pianificata. Il complotto mondiale non e’ una teoria. Obama e’ sotto forte pressione da parte di tutti i media e dei tanti parlamentari USA al soldo di Israele (come Mc Cain) per coinvolgere le truppe Americane sul terreno contro ISIS e per iniziare questa Guerra in vece di Israele. Il presidente USA riconosce la trappola Sionista e per adesso resiste dal mandare quelle truppe ma riconoscera’ la prossima trappola? Anche se il presidente Obama riuscisse a mantenersi fuori dai guai fino a quando lascera’ il suo ufficio, fra due anni, quando Jeb Bush sara’ il prossimo presidente USA, questa manipolata Guerra sara’ tutta predisposta per apparire come fosse una fra due blocchi: USA, UK ed Israele al capo di un blocco occidentale verso Russia, Cina e Paesi Arabi per un blocco orientale. Il Conflitto dovra’ invece essere ridefinito sin dall’inizio soltanto pro o contro l’Uguaglianza senza distinzione di Religioni, razze o Paesi. Quella sara’ la Soluzione per fronteggiare il complotto del presunto “popolo scelto”. http://www.wavevolution.org/it/humanwaves.html

ronin59

Mar, 23/09/2014 - 08:10

In Europa un arabo, pakistano o di ogni altro paese musulmano può fare trekking tranquillamente e nessuno lo infastidisce. Questo, tra altri fatti, distingue civiltà da barbarie. Un grazie ad alfano e a chi lo ha appoggiato prima e durante il suo sciagurato mandato, grazie al vaticano e ai progressisti. Fra poco tutti quelli che ci odiano e che avete invitato a invadere la nostra morta nazione ci faranno rimpiangere la nostra idiozia.

Mobius

Mar, 23/09/2014 - 09:07

Una volta tanto sono d'accordo con Omar El Ecc. (19:46). Anche se a lui della sorte dell'ostaggio non glie ne frega un mukhtar.

Marcello.Oltolina

Mar, 23/09/2014 - 09:38

Solo un idiota senza cervello va a fare trekking in una zona frequentato da gruppi dell'isis.

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Mar, 23/09/2014 - 10:02

wavettore@ lo scenario che ipotizzi è verosimile. rimane un punto oscuro su chi in Europa farà il supporter del Sionismo anglo americano, sempreché l' "altro blocco, Cina e Russia non capisca e voglia agire in anticipo, magari aizzado e sostenendo i movimenti - praticamente tutto il Medioriente- che hanno giurato la fine dello Stato Ebraico. Forse solo così, con la minaccia diretta di trovarsi contro tutti i paesi Islamici potrebbe "convincere Israele a desistere dal proposito di divenire il braccio armato del Sionismo annidato nelle City oltremanica e oltreatlantico.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mar, 23/09/2014 - 16:22

se interrompre i raid è la fine

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mar, 23/09/2014 - 16:23

Omar si è dementi a ospitare gente come te in Europa primitivi come te questo è demenza e imbecillità e dementi tutta la sinistra.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 23/09/2014 - 23:54

Ascoltando il "messaggio" di questo francese e considerando i sistemi subdoli e vigliacchi di questi islamici, chi ci assicura che non sia uno che si è arruolato con i vermi jihadisti e stia facendo della propaganda?