È ancora gelo tra Russia e Turchia. Davutoğlu: "Troppe due coalizioni"

Putin ed Erdogan non si vedranno a Parigi. La Nato chiede di abbassare la tensione, ma Ankara: "Difficile prevenire incidenti"

Neppure il summit sul clima a Parigi servirà a riavvicinare Russia e Turchia, in rotta di collissione dopo l'abbattimento di un bombardiere al confine con la Siria.

Un incidente per cui da Mosca pretendono delle scuse, che Erdoğan non sembra disposto a porgere, tanto che è stato il primo ministro turco, Ahmet Davutoğlu, a ribadire questa mattina che il Paese non può scusarsi "per aver fatto il suo dovere". Un punto di vista ovviamente indigesto a Putin, che ha ribadito che a Parigi non ci saranno incontri bilaterali a margine, perché "non ci sono stati contatti" a riguardo.

Intanto i resti del pilota russo ucciso nell'abbattimento del bombardiere hanno lasciato Ankara, diretti verso la Russia. Un rimpatrio preceduto da una cerimonia militare, a cui hanno partecipato anche l'ambasciatore russo in Turchia e funzionari dell'esercito.

Con la distanza tra i due Paesi sempre più evidente e una serie di misure imposte da Mosca contro la Turchia, a muoversi è il Kazakhstan di Nursultan Nazarbayev, che forte di legami con entrambe le parti ha proposto oggi la creazione di una commissione d'inchiesta congiunta.

Con le sanzioni imposte a molti beni di consumo normalmente importati dalla Turchia, Tareq Qabil, ministro dell'Industria e del Commercio egiziano, si è fatto avanti, chiarendo che le manifatture del Paese sono pronte a coprire i bisogni della Russia. E il ministro dello Sport di Mosca ha fatto sapere che i club del Paese non potranno "ingaggiare giocatori turchi durante il mercato invernale".

La tensione resta alta, ma intanto i vertici della Nato spingono perché si faccia il possibile per ridurla. Jens Soltenberg, segretario generale dell'Alleanza, ha chiesto al primo ministro turco di agire in questo senso, perché non si ripetano incidenti che "sfuggono al controllo". Parole a cui Davutoğlu ha risposto, dicendo che sarà difficile "prevenire" altri incidenti, fino a che "in Siria continueranno a operare due coalizioni".

Commenti

Un idealista

Lun, 30/11/2015 - 13:04

I musulmani si inchinano, si scusiamo (falsamente) solo quando fortemente costretti, altrimenti agiscono come Maometto insegna e sono pronti, se conviene, ad abiurare (a parole) la loro fede. Solo con la sconfitta totale si possono 'sottomettere' i seguaci dell'Islam.

alox

Lun, 30/11/2015 - 14:16

Gelo fra Russia e Turchia, Ucraina, Lituania, Scandinavia, Polonia etc

alox

Lun, 30/11/2015 - 14:20

L'unica misura che la Russia prende e' nascondere la Realta' ai Russi!

Ritratto di depil

depil

Lun, 30/11/2015 - 14:31

Ci sono i musulmani tranquilli ma sono schiavi dei musulmani criminali come lo erano le popolazioni italiche sotto il dominio dei papi. Solo eliminando le parti criminali e distruggendo la fede cieca in libri del terrore quali bibbie e corani si potrà sperare in un futuro sereno.

Libero1

Lun, 30/11/2015 - 14:52

Il turco si comporta da turco. Putin lo aspetta al vado per fargli pagare a caro prezzo la sua bravata.

giovauriem

Lun, 30/11/2015 - 15:16

altro che dialogo , la prima mossa seria è cacciare la turchia dalla nato , in modo che questo islamico non ha più da nascondersi dietro lo scudo nato , e mai consentire a lui e alla sua gente di fare parte dell'europa , sarebbero un corpo estraneo pericolosissimo per l'europa .

VESPA50

Lun, 30/11/2015 - 16:09

@ alox. Sei l'unica voce fuori dal coro. Chi ti sta difendendo dai tagliagole dell'Isis? il tuo abbronzato americano? chi ha avuto le palle per dire a voce alta che la Turchia aiuta i terroristi? Solo Putin. Quindi smetti di bere perchè l alcool non ti fa ragionare

alfonso cucitro

Lun, 30/11/2015 - 16:19

Erdogan sta mettendo in atto la sua fede islamica.Ha cercato lo scontro con Putin sapendo già di avere l'appoggio dell'abbronzato islamico.L'abbattimento dell'aereo che,a suo dire aveva sconfinato, voleva essere solo un tranello al quale Putin,da grande statista non ha abboccato tenendo i nervi saldi.A detta di Erdogan l'aereo russo aveva sconfinato per 17 secondi e ricevuto 10 avvertimenti per farsi riconoscere.A parte l'esiguo tempo per i vari avvertimenti Erdogan non aveva sempre detto che lottava contro i terroristi dell'Isis? Quindi perché abbattere un aereo adibito a tale scopo? Questo è il doppio gioco della Turchia e di Obama.Erdogan ha portato la nazione a un islamismo intransigente e purtroppo la NATO e l'U.E. dimenticano e l'uccisione continua dei curdi e la conquista di parte del territorio di Cipro,che fa parte dell'U.E.dal 2004.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Lun, 30/11/2015 - 16:31

LA; STORIA DEL PASSATO FRA LA RUSSIA É LA TURCHIA É PIENA DI SCONFITTE PER LA TURCHIA; É ANCHE ORA É IN FUTURO LA TURCHIA PERDERÁ CONTRO LA RUSSIA!. É; IO PENSO CHE É DA VIGLIACCHI ABBATTARE UN AEREO INDIFESO CHE NON SI POTEVA DIFENDERE PERCHE AVEVA BOMBARDATO L;ISIS; É LA SCUSA CHE L;AEREO RUSSO AVEVA VIOLATO IL CONFINE TURCO PER 17 SECONDI NON REGGE; PERCHE É DA STUPIDI RISCHIARE UNA GUERRA SOLO PERCHE PER UN BATTER D;OCCHIO VIENE VIOLATO UN CONFINE; COMUNQUE ERDOGAN É AVVISATO PERCHE ADESSO LA RUSSIA É DECISA AD ABBATTERE OGNI AEREO CHE É UNA MINACCIA; É LE SANZIONI ECONOMICHE FATTE DA PUTIN FARANNO MOLTO MALE ALLA TURCHIA!.

vince50_19

Lun, 30/11/2015 - 16:48

Il turco fa il duro quando gli conviene, quando sa di avere la Nato alle spalle, quella Nato che avrebbe dovuto avere parte centrale in quegli accadimenti, ma che invece ha dormito e della grossa anche. Resta tuttavia un personaggio, Er-dogan, che la parola democrazia la conosce così bene che ha agito in senso diametralmente opposto per raggiungere i suoi (turpi) scopi. E la Ue, invece di metterlo in riga, gli offre perfino euro per frenare l'immigrazione. Ma che schifo! E' proprio vero che in un potenziale conflitto la Ue potrebbe finire dritta nel W(ater) C(loset), impegnati come sono a rastrellare euro a destra e a manca! Peggio di così c'è solo la morte. Forse..

Libertà75

Lun, 30/11/2015 - 16:49

@alox, sei un fiancheggiatore dell'ISIS vero? ormani neanche il tuo PD lo difende più... svegliati

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Lun, 30/11/2015 - 17:23

Se qualcuno credeva che Putin si facesse condizionare dall'atmosfera parigina per la conferenza sul Clima, o dalle fesserie blaterate a ripetizione da Merdogan dopo il fattaccio (se sapevamo che l'aereo era russo ci saremmo comportati diversamente, dovrà ricredersi. E' Putin che stabilisce con chi allearsi per combattere i Terroristi dell'Isis e soltanto alle sue condizioni. PUNTO.

alox

Lun, 30/11/2015 - 22:19

Liberta'75 che sostieni un Dittatore falso e corrotto? Cambia nome! Vespone le voci sono 10!! E le rimanenti contro il gay Russo non le pubblicano!