Ancora terrore in Turchia: commando armato assalta il pullman del Fenerbahce

Dopo i blitz degli scorsi giorni, attaccato nella notte il pullman del Fenerbahce. Ferito l'autista

Ancora terrore in Turchia. Dopo i blitz degli scorsi giorni, nella notte un commando armato ha preso d'assalto il pullman del Fenerbahce. I colpi, che hanno centrato in pieno il mezzo, sono stati diversi ma ad essere rimasto ferito è stato solo l'autista.

Sono stati attimi di vera paura per i giocatori che stavano rientrando dalla trasferta vittoriosa 5-1 sul campo del Rizespor, a Trebisonda. Alcuni uomini hanno fatto fuoco contro il pullman che trasportava i giocatori provocando il ferimento dell'autista, le cui condizioni sarebbero gravi. Sul sito del Fenerbahce si può vedere la foto del pullman con i vetri in frantumi colpiti dai proiettili.

Il governatore della regione, Abdil Celil Oz ha detto di essere stato subito chiamato dal presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, tifoso del Fenerbahce, una delle più note squadre di Istanbul.

Commenti

Solist

Dom, 05/04/2015 - 10:01

e questi dovrebbero far parte dell'europa? però se li paragoniamo ai romanisti forse...si

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Dom, 05/04/2015 - 10:54

Meno male che qualcuno ha pensato bene di non farli entrare. Ricordatevi che successe in Iran nel 1979... Islam e democrazia sono due termini incompatibili. O uno, o l'altra.

Ritratto di lucianoch

lucianoch

Dom, 05/04/2015 - 11:25

Io sono un ignorante di calcio, ma cos'è sto cavolo di "FENERBAHCE" ?

Ramese

Dom, 05/04/2015 - 13:09

caro lucianoch, e' una squadra di calcio turca i cui tifosi hanno deciso di seguire l'esempio di quelli italiani, per essere come noi ...

Ritratto di lucianoch

lucianoch

Dom, 05/04/2015 - 14:36

Grazie Ramese ! Però devo sgridare i giornalisti che non sanno spiegarsi.

Ritratto di lucianoch

lucianoch

Dom, 05/04/2015 - 15:56

Grazie Ramese!

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Dom, 05/04/2015 - 20:27

Chissà che dopo aver menato i dimostranti di p.za Taskim, feudo di regime, ora distolgono l'opinione pubblica offendendo la squadra del cuore del "capitano nazionale". Praticamente una provocazione stile campionato serbo anni eroici 1992-1995 giusto per scaldare i muscoli e oliare gli otturatori ... niente di nuovo sul fronte orientale diceva il titolo di un libro.