"Antifa" inserita nella lista dei terroristi

Il movimento anarchico nato in Germania e diffuso in Nord Europa e Stati Uniti è stato bandito dal New Jersey e indicato come terrorista

Il movimento anarchico estremista di sinistra Antifa è stato bandito dallo Stato del New Jersey, in quanto considerato una organizzazione pericolosa a fini terroristici.

Il Dipartimento di Sicurezza Nazionale del Governo del New Jersey, piccolo ma ricco stato del Nord Est della costa atlantica degli Stati Uniti, ha recentemente inserito il movimento di estrema sinistra nell'elenco delle organizzazioni terroriste operanti oltreoceano. L'esatta dicitura indicata nel report del Dipartimento è quella di terrorismo interno, esternato con azioni di estrema violenza perpetrate da gruppi di individui incappucciati e vestiti di nero.

Sul sito del suddetto dipartimento si prende visione dei motivi per i quali tale organizzazione è nel New Jersey ritenuta pericolosa: in tale stato il movimento è portato avanti grazie ad una ramificazione in tre sottogruppi, uno del Nord, uno del Sud e quello della contea del Middlesex. Il governo li ritiene particolarmente pericolosi grazie anche alla loro notevole abilità esercitata nell'utilizzo dei social media e dei mezzi di comunicazione, sui quali vengono espresse idee legate alla violenza, al razzismo, al sessismo e all'antisemitismo.

Di particolare rilievo le vicende che legano il movimento Antifa statunitense alle lotte interne contro le frange dei suprematisti bianchi nel Nord Est e nelle zone centrali del Paese dove, nei mesi passati, si sono accesi degli scontri particolarmente cruenti con vari gruppi, incluso il Ku Klux Klan.

Nei mesi di febbraio e marzo sono venuti alla ribalta, per cui all'attenzione degli organismi di controllo, per una massiccia e violenta partecipazione a varie rivolte contro il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump, proprio sostenuto da parte dell'Alt-Right statunitense, come quelle in grandi città come New York o Philadelphia. Nei mesi passati molti sostenitori di Trump avevano inaugurato delle campagne digitali per la raccolta di firme per dichiarare Antifa un'organizzazione terroristica, che ad oggi parrebbe aver raggiunto quasi 100mila sostenitori in tutti gli Stati Uniti.

Commenti

adgarliveri

Mar, 04/07/2017 - 11:49

E quando in Italia si riterrà pericolosi i centri degli antagonisti sinistroidi buoni solo a fare guerriglia e disordini ??