Assalto con l'acido in Cisgiordania. Si sospetta un attacco terroristico

Cinque persone leggermente ferite da un palestinese. L'aggressore è stato fermato a colpi d'arma da fuoco da un civile

Un uomo palestinese ha attaccato un famiglia di israeliani in Cisgiordania, versandogli addosso acido in quello che si sospetta possa essere un attacco di matrice terroristica. Tre bambini tra gli otto e i dieci anni sono rimaste ustionate agli arti, il padre agli occhi e al volto e anche la madre è rimasta ferita.

Secondo il quotidiano israeliano Haaretz le vittime dell'attacco non sarebbe in condizioni gravi. L'aggressore è stato fermato da un uomo che l'ha raggiunto con colpi di arma da fuoco. Il tutto è avvenuto vicino a un posto di blocco non lontano dall'insediamento di Beitar Illit, sulla strada che da Gerusalemme conduce a Betlemme.

L'uomo responsabile dell'attacco, il 45enne Jamal Abd al-Majid Ghayatha, è stato in passato nelle carceri israeliane, dove ha trascorso un periodo di detenzione dal 2004 al 2007 per attività collegate al Jihad islamico. Secondo il quotidiano Times of Israel avrebbe gettato lanciato dentro una macchina dove si trovava la famiglia.

Gli incidenti si sono moltiplicati negli ultimi mesi, in un crescendo di tensione in cui si sono registrati accoltellamenti e casi di investimento con un'automobile. Pochi giorni fa un ministro palestinese è morto dopo una manifestazione, in seguito alla quale si sono verificati scontri con l'esercito di Israele. Le autorità palestinesi hanno parlato di un "omicidio", mentre dall'altro lato c'è chi parla di condizioni di salute già precarie.

Commenti
Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 15/12/2014 - 11:10

Allora non è stato Assad ad usare i gas tossici...