L'Onu dà ragione ad Assange. "Illegittima la detenzione"

Il fondatore di Wikileaks aveva presentato ricorso contro la detenzione arbitraria. Dal giugno 2012 è rifugiato a Londra nell'ambasciata dell'Ecuador

Il gruppo di lavoro dell'Onu incaricato di dare un parere sulla condizione di Julian Assange, denunciata come "ingiusta detenzione" dalla difesa dell'australiano, ha deciso di riconoscere le ragioni del fondatore di Wikileaks. Lo riferisce la Bbc. Se confermata, questa decisione allontana la prospettiva che Assange lasci l’ambasciata dell’Ecuador a Londra, dove è rifugiato da tre anni, e si consegni alla polizia britannica. Era stato lo stesso Assange ad annunciare di essere pronto a farsi arrestare nel caso in cui l'Onu gli avesse dato torto.

Da giugno 2012 Assange è rifugiato nell'ambasciata dell'Ecuador a Londra. Nel 2014 ha fatto ricorso di fronte alle Nazioni Unite, presso il Working Group on Arbitrarian detentions (gruppo di lavoro per le detenzioni arbitrarie). Poco fa su Twitter ha fatto sapere di essere pronto a consegnarsi alle autorità se l'Onu avesse respinto il suo ricorso. Dopo aver avuto il sostegno dell'Oni ora Assange pretende "la restituzione immediata del passaporto e lo stop di ulteriori tentativi di arresto".

Lo scandalo Wikileaks

Poco dopo che Wikileaks aveva diffuso, su internet, decine di migliaia di documenti riservati americani, Assange fu arrestato nel 2010 a Londra sulla base di un mandato d'arresto svedese per un'accusa di stupro. L'australiano, che si è sempre detto innocente, temeva che, una volta estradato in Svezia, sarebbe stato poi consegnato agli Stati Uniti. Quando le autorità britanniche hanno dato il via all'estradizione, Assange, che era in libertà su cauzione, si è rifugiato nell'ambasciata di Quito.

Lo stato di salute di Assange

A Quito il ministro dell'Ecuador per le Relazioni esterne Ricardo Patiño mercoledì si è detto "preoccupato" per la salute di Assange e ha detto che l'australiano soffre di problemi di salute per cui deve sottoporsi a controlli medici fuori dall'ambasciata. Il responsabile della diplomazia dell'Ecuador ha insistito sul fatto che aspettano "solo che il Regno Unito possa dare il salvacondotto" affinché Assange possa partire per l'Ecuador. Dall'altra parte lo stesso Patiño ha detto che non ha alcuna informazione ufficiale sulla decisione del Gruppo di lavoro sulla detenzione arbitraria dell'Onu, che questo venerdì secondo notizie di stampa si pronuncerà sul caso su richiesta degli avvocati di Assange. A questo proposito il ministro ha detto che bisogna superare "due ostacoli": la richiesta di arresto da parte della Svezia e la decisione del Regno Unito di accettare questa richiesta.

Annunci

Commenti
Ritratto di ..sandrinoI£Mazzolatore..

..sandrinoI£Maz...

Gio, 04/02/2016 - 10:06

RISPETTO per Assange e Snowden

blackbird

Gio, 04/02/2016 - 11:00

Evidentemente nella disputa internazionale Equador / Svezia - Usa l'Equador vale più che l'Italia nella disputa con l'India per i marò e in quella con la Francia e il Brasile per Battisti!!

Jackill

Gio, 04/02/2016 - 11:35

La presunta patria del diritto, il Regno Unito, é un covo mascherato di soprusi e di arbitrio. Usano il diritto come e quando vogliono contro chi vogliono. Lo Stato o le lobbies vincono sempre. Nel campo medico, un tribunale medico affianca l'ordine dei medici, e fa dell'abuso e dell'árbitrio il suo metodo di azione, terrorizzando migliaia di medici che ne sono vittime spesso innocenti. Da non credere? Provare per credere. Leggete il libro testimonianza Inghilterra di Iatros Sofos.

Ritratto di blackeagle

blackeagle

Gio, 04/02/2016 - 12:17

@blackbird mica solo l'Ecuador vale più dell'italia! ancora non riuscite a rendervi conto che l'italia, parafrasando un Generale Austriaco, non è altro che un espressione geografica! un pezzo di terra a forma di stivale dove tribù di trogloditi polentoni, grazie al potere economico (banche, assicurazioni etc etc) ed a quello mediatico se la cantano e se la suonano. La verità è che il loro valore è pari , anzi inferiore allo Zero (0) assoluto!

Ritratto di Arlecchino_86

Arlecchino_86

Gio, 04/02/2016 - 13:15

@Jackill Che patria del diritto (anche presunta)? Roma è la patria del diritto. Gli anglosassoni neanche partono dal diritto romano. Hanno soltanto una influenza terminologica grazie ad un duca francese del XI secolo.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 04/02/2016 - 13:25

Grazie Snowden per aver svelato le porcate degli occupanti cowboys

Ritratto di alejob

alejob

Gio, 04/02/2016 - 13:59

E' risaputo, quelli che toccano i CRIMINALI AMERICANI, fomentatori di tutte le nefandezze che nascono in tutto il mondo, devono stare SEGRETE. Se poi qualcuno viene a conoscenza e si permette di divulgarle, con l'aiuto di TUTTI i Paesi a loro SOTTOMESSI, La piovra Americana da ORDINE ai CONCUBINI, che DEVONO ESSERE pronti per la CACCIA del TRADITORE.

idleproc

Gio, 04/02/2016 - 14:01

Arlecchino_86. Infatti. Gli anglosassoni sono barbari. Non abbiamo mai finito di civilizzarli. E' anche vero che nel basso impero e periodo successivo che perdura siamo finiti maluccio, spesso peggio di loro ma non è un buon motivo per copiare il peggio.

Happy1937

Gio, 04/02/2016 - 14:05

É evidente che, quano difende i mascalzoni, l'ONU é un'organizzazione piu' nociva che inutile.

Ritratto di Arlecchino_86

Arlecchino_86

Gio, 04/02/2016 - 15:53

@idleproc Loro anche sono finiti più che maluccio. Non vado a dire qualcosa dell'Inghilterra perchè non l'ha visitato, ma negli Stati uniti una settimana in un ospedale mediocre ti può costare uno salario mensile.

ernestorebolledo

Gio, 04/02/2016 - 20:42

GRANDE ASSANGE