Assist di Trump ai gilet gialli: "Ribellione contro il marxismo culturale"

Attraverso il suo profilo Twitter, Trump ha rilanciato un post di un attivista conservatore che parla della rivolta della Francia socialista contro le tasse imposte "dalla sinistra radicale"

Donald Trump lancia un curioso assist ai gilet gialli, il movimento di protesta che sta paralizzando la Francia e che sta letteralmente assediando la capitale,. Parigi. Il presidente degli Stati Uniti, attraverso il suo profilo Twitter, ha rilanciato il post di un attivista conservatore americano, Charlie Kirk, che ha scritto: "Ci sono rivolte nella Francia socialista a causa delle tasse sul carburante della sinistra radicale. I media a malapena ne parlano. L'America sta avendo un boom, l'Europa sta bruciando. Vogliono coprire la ribellione della classe media contro il marxismo culturale. 'Vogliamo Trump' dovrebbe essere cantato per le strade di Parigi".

Il movimento di protesta della Francia profonda è nato con la rivolta contro la decisione di Emmanuel Macron di aumentare le tasse sui carburanti per via della transizione ecologica. Il presidente francese ha sempre sostenuto la cosiddetta "carbon tax". E il capo dell'Eliseo ha sempre contrastato duramente le politiche di Trump sul clima, come dimostrato anche dallo scontro fra Parigi e Washington sull'Accordo sul clima. E adesso Trump, che con Macron non ha più gli ottimi rapporti di qualche mese scorso, lancia un curioso assist proprio alla Francia che sta scendendo in piazza.

Commenti
Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 04/12/2018 - 23:37

D'accordo con Trump

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Mer, 05/12/2018 - 08:07

detto che i comunisti riuscirebbero a dare la colpa del nazismo alla classe media anche in una descrizione paesaggistica, e che ormai i club della caccia e del tiro libero non esistono più, la lotta è tra elite aristoborghesi e poveracci. la classe media europea è composta da dipendenti pubblici, gente senza colpe, responsabilità e carriera garantita. gli altri siamo poveracci e barboni. per favore non definiamo la classe media gente che solamente è andata a scuola e capisce di esser stata fregata.

VittorioMar

Mer, 05/12/2018 - 08:29

..le nostre "GIACCHETTE GIALLE" sono già al GOVERNO da MARZO u.s. ....!!!..senza fare tante SCENEGGIATE sono bastate le URNE !!..CHE BOTTO RAGAZZI !!...E CHE FUOCHI D'ARTICI !!...questa volta siamo arrivati PRIMI...come BARTALI a PARIGI !!

levy

Mer, 05/12/2018 - 08:50

Il socialismo collettivista alla fine impoverisce tutti meno chi ha le mani sul potere, e chi ha le mani sulle leve del potere ama il socialismo, il popolo pure perchè è pieno di promesse del tipo: mille euro al mese a tutti, più un pranzo gratis ogni giorno, prenderemo i soldi di tizio e li daremo a te, basta solo che mi voti ed il governo si prenderà cura di te.

Viewty

Mer, 05/12/2018 - 08:51

Quel termine usato da Trump, marxismo culturale, è stato suggerito e pianificato da consiglieri esperti, che non improvvisano frasi di getto di Twitter: dubito infatti che Trump ne conosca le implicazioni storiche e politiche. L'effetto del marxismo culturale è la sconfitta di un modello economico, il marxismo. Una sconfitta che è avvenuta e continuerà a ripetersi laddove nel momento decisivo, della rivoluzione proletaria, viene meno l’appoggio delle masse proletarie. Per un motivo semplicissimo, quanto contraddittorio: le masse proletarie rimangono, a torto o a ragione, legate al sistema di valori culturali ed etici della società capitalista, di cui non comprendono l’estraneità e l’ostilità alla propria natura sociale. Ed è che qui il marxismo diventa 'culturale', ovvero terreno per i radical chic di turno.

Ritratto di Nahum

Nahum

Mer, 05/12/2018 - 08:55

Trump gioca scorretto e si impiaccia negli affari di uno stato terzo per Giunta amico e alleato. Non si fa cosi' oppure dovrebbe aspettersi lo stesso nel suo stesso paese e allora apriti cielo!

greg

Mer, 05/12/2018 - 13:08

NAHUM - ma tu ne imbroccassi mai una!!! sei di una ignoranza estrema, ma da bravo arabo islamico e comunista vuoi dare lezione agli altri. Che povero pidocchio che sei!!

Viewty

Mer, 05/12/2018 - 21:12

Quel 'Lavoratori unitevi!' di Karl Marx, soppiantato dal Marxismo Culturale, vede rinnegati i suoi presupposti ideologici: il Marxismo Culturale tutela ora gli interessi delle forze neo-liberali, che hanno innescato la rovina del marxismo storico ed hanno sferrato colpi devastanti a quelle strutture di tutela ed ordine sociale, caratteristiche dell’Europa occidentale prima dell’introduzione della valuta unica, ma anche a tutte le economie comuniste e socialiste del secolo scorso, spazzate via in pochissimi anni!