Attacco col gas, il dossier Usa: "La Russia ha nascosto le prove"

Alla vigilia del vertice tra Tillerson e Lavrov gli Usa mostrano un dossier che attacca Mosca per aver nascosto le prove dell'attacco di Assad

Tillerson e Trump

Accuse incrociate tra Russia e Stati Uniti. Al centro del dibattito c'è il bombardamento in Siria della scorsa settimana. Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump in un'intervista al New York Post, punta ancora il dito contro Assad: "Non stiamo andando in Siria - ha detto Trump al New York Post - la nostra politica non è cambiata. La nostra missione è prima di tutto sconfiggere lo Stato islamico. Ma quando vedi bambini soffocare fino alla morte devi colpire e colpire duro". L'attacco, nelle parole di Trump sarebbe stato "un atto di umanità" per colpire un "macellaio". Parole dure che di certo peseranno durante l'incontro tra Rex Tillerson e Sergey Lavrov a Mosca. Da giorni Washington attacca Mosca denunciando una presunta complicità con Assad. E come riposta Repubblica, Washington rincara la dose con un dossier del National security concil in cui gli Usa sostengono che Mosca ha cercato di nascondere le responsabilità di Damasco nell'attacco la scorsa settimana ad Idlib. Putin ha già abbondantemente smentito questa ipotesi subito dopo l'incontro con Mattarella. Intanto Trump ha messo al fianco di Tillerson John Sullivan, già sottosegretario al Commercio con George W. Bush ed esperto di Iraq. Una mossa per rafforzare il fronte diplomatico che dovrà combattere probabilmente una nuova "guerra fredda" con Mosca. (Clicca qui per leggere il dossier)

Commenti

Massimo Bocci

Mer, 12/04/2017 - 09:13

Il Tyccon è nudo, i Meticci lo tengono per le palle, ora gli faranno un bel bagno solare e quando si sarà abbrustolito e colorato come il servo che lo ha preceduto la restituzione sarà completata,alla faccia del popolo sovrano USA, poveraccio,che questa volta c'è l'aveva messa tutta la vera democrazia per liberarsi e liberare il mondo dalla feccia criminale Meticcia, ma a quanto pare anche il Tycoon miliardari tiengono famiglia.

Ritratto di Riky65

Riky65

Mer, 12/04/2017 - 09:47

Questo lo dicono gli americani. I soliti pallonari. Come dei tempi Dell'Iraq.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mer, 12/04/2017 - 10:10

In Italia solo una destra che é espressione della piú fetida monnezza puó essere dalla parte di un tiranno come Assad e un dittatore senza scrupoli come Putin ... Poi ci si meraviglia che il Paese sia in mano dei comunisti.

amecred

Mer, 12/04/2017 - 10:40

Caro Luca Romano, non ne possiamo piu' delle bugie degli americani. Hanno bruciato tutta la loro credibilita' con la clamorosa balla sull'antrace, grazie alla spettacolare performance di Colin Power all'ONU nel 2003. Nessuno, tra i lettori del giornale, crede piu' ad una singola parola che esce dai buffoni del Dipartimento di Stato Americano.

Andrea_Berna

Mer, 12/04/2017 - 10:54

Un "dossier" pieno di... niente, nello stile cia e repubblica. Riferimenti vaghi a "social network" e a presunti avvistamenti radar-satellitari. Zero assoluto. Al solito repubblica non perde l'occasione per sostenere la narrativa neocons, come fanno del resto da molti anni a questa parte. Facevano "quelli di sinistra"... Dalla guerra del kosovo in poi (ovvero da quando sono iniziate le guerre "democratiche" dei liberal americani) repubblica non ha perso occasione per schierarsi sempre e comunque a favore della guerra, anche quando questo andava clamorosamente contro gli interessi italiani (leggi libia, ucraina, siria). Del resto sono molti anni che le principali testate giornalistiche italiane non fanno gli interessi del paese, ma di attori terzi, e sulla base di agende eterodirette.

Andrea_Berna

Mer, 12/04/2017 - 11:06

Il fetore e le bugie sono tutte dalla parte dei quotidiani mainstream. Fino a prova contraria la russia e' l'unico paese che ha combattuto per davvero il terrorismo islamico. Non fosse stato per loro a quest'ora avremmo un califfato dalla turchia al marocco, grazie alle rivoluzioni colorate dei soros e ai maneggi dei paesi del golfo. La monnezza e' tutta in questa sinistra, ieri no-global e oggi mondialista, no-border e guerrafondaia. Che ancora si aggrappa al simulacro di obama. Vivono nel passato, si sono venduti il paese a interessi stranieri, ci hanno regalato guerre, embargo senza senso, guerra fredda, miseria, perdita dei diritti dei lavoratori, recessione, emigrazione di ritorno, immigrazione senza limiti dall'africa. La monnezza ce l'hanno in testa i quattro gatti che ancora credono alle meraviglie del meticciato globale e della cancellazione dei confini nazionali nel nome dell'europa dei burocrati e dei succhiasangue.

giovanni PERINCIOLO

Mer, 12/04/2017 - 11:13

L'unica cosa accertata al di là di ogni ragionevole dubbio é che furono gli USA a barare per ben due volte sulle armi chimiche in Siria e prima ancora per giustificare e scatenare la guerra in Iraq! CADAQUES. Assad sarà pure un dittatore ma fino a prova contraria per i musulmani l'unica cosa che funziona é la dittatura e sempre fino a prova contraria la sua dittatura ha permesso la convivenza pacifica tra musulmani e cristiani fino a quando non ci hanno messo il naso gli "esportatori" di democrazia pelosa. Ma secondo lei e tanti altri "democratici" é meglio un dittatore espressione di al nusra che continui tranquillo la pulizia etnica dei cristiani sull'esempio di quell'altro "alleato" fidato, Erdogan il turco, che porta avanti sistematicamente la pulizia etnica dei kurdi, a quella degli armeni ci ha pensato un secolo fa un suo degno precursore!

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 12/04/2017 - 11:34

Loro... loro che hanno cosparso metà Vietnam di agenti chimici che ANCORA OGGI MIETONO VITTIME... andate a Saigon a vedere il Museo della Guerra.... Guardate le foto dei bambini nati deformi a causa dei CRIMINALI IMPERIALISTI USA

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 12/04/2017 - 11:35

Trump è nudo. Non solo è l'ennesimo fantoccio del Potere USA. Ma è anche un viscido mentitore... ha ingannato il suo elettorato. PEGGIO DEL METICCIO

Dordolio

Mer, 12/04/2017 - 11:45

Aspetto come tutti (spero...) le prove, dopo queste sparate USA. Bè il personaggio già ce l'hanno e basta che lo richiamino: lo stupendo moraccione Powell ! Che molto compito si presenterà con una bomboletta di banale deodorante spray in mano e dichiarerà con voce solenne che si tratta del gas di Assad (doppiamente colpevole il dittatore perchè l'etichetta Rexona è stata apposta proprio per ingannare il mondo celando il gas mortale). E in un delirio di riprovazione ed entusiasmo partiranno i missili.

MarcoTor

Mer, 12/04/2017 - 12:01

stavolta non sono stati capaci nemmeno di fabbricare le prove finte come in Iraq.. e se la prendono col prossimo.

pasquinomaicontento

Mer, 12/04/2017 - 12:52

Cadaques 10,10- seguita a facce ride...

roberto zanella

Gio, 13/04/2017 - 01:58

Gli americani stanno andando fuori di testa . Il documento della Casa Bianca sul bombardamento chimico in Siria è stato definito falso dal Prof del TIM Theodor Postol per due motivi dopo averlo letto e visto le fotografie . Il cratere lasciato dalla bomba non è reale ma fatto a mano troppo piccolo , inoltre la bomba non è esplosa non si è frantumata , presenta solo uno chiacciamento laterale dovuto a una forte pressione o colpo meccanico sulla bomba a terra , quindi la bomba è stata manomessa a terra quanto bastava per far fuoriuscire il gas .