Dopo gli attentati di Bruxelles calcio e ciclismo a rischio

Gli attentati che hanno sconvolto Bruxelles potrebbero far saltare alcune partite di calcio e le grandi classiche del ciclismo, in programma tra poche settimane

Gli attacchi terroristici all'aeroporto e alla metro di Bruxelles potrebbero avere pesanti ripercussioni anche nel mondo dello sport. La nazionale di calcio belga ha annullato l’allanamento di oggi in vista dell'amichevole con il Portogallo, in programma martedì prossimo allo Stadio Re Baldovino di Bruxelles. "Siamo tutti uniti e il nostro pensiero va alle vittime. Il calcio oggi è irrilevante. Niente allenamento della nazionale", recita un tweet della federcalcio belga. La partita, un test importante in vista degli imminenti Europei, è a rischio annullamento, così come successe, dopo attentati di Parigi dello scorso novembre, per l’amichevole Belgio-Spagna. In giornata sarà presa una decisione definitiva.

Gli attentati hanno fatto scattare l'allarme per le grandi classiche del ciclismo. Per il momento è stato cancellato l'Attraverso le Fiandre, in programma domani, mentre è in dubbio la Gand-Wevelgen in calendario per il giorno di Pasqua. Il 3 aprile è in calendario il Giro delle Fiandre. Anche in questo caso si attendono decisioni da parte dei massimi organi del ciclismo, che andranno prese d'accordo con le autorità di pubblica sicurezza.

Il mondo del calcio trema anche in vista degli Europei, in programma in Francia dal 10 giugno al 10 luglio. Giorni fa era uscita l'indiscrezione (mai confermata) che alcune partite si sarebbero potute giocare a porte chiuse. Ora se ne tornerà a parlare. Se così fosse sarebbe la morte dello sport.

Annunci
Commenti

cecco61

Mar, 22/03/2016 - 12:42

Perché morte dello sport? Tutto dipende dal punto di vista. Grande vittoria di Boldrina e compagnia bella la quale starà gongolando e sarà pronta a sostenere che la colpa e dei soliti razzisti e islamofobi.

ziobeppe1951

Mar, 22/03/2016 - 12:55

Del resto è quello che vogliono gli inf.eriori..abolire gli sport, la musica, l'arte e ci sono i cgl.ni che dicono che ci arricchiscono con la loro kultura

giottin

Mar, 22/03/2016 - 13:24

Bene speriamo smettano di giocare per sempre...

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 22/03/2016 - 15:33

il ciclismo probabile, ma il calcio, con tutti i "coraggiosi" delle curve, viviamo sonni tranquilli. Purtroppo tra loro e i nordafricani si intendono....per l'acquisto di droga. Eppoi ci facciamo le domande dove trovano i soldi. COGL....NI siamo noi che gli diamo i soldi. (Noi come europei).