Attentato all'accademia militare di Kabul: l'Isis rivendica

Undici agenti uccisi e sedici feriti dopo l'attacco di questa mattina all'accademia militare di Kabul da parte di quattro uomini armati. L'attacco, rivendicato dall'Isis, è durato cinque ore

Nuovo attacco in Afghanistan, due giorni dopo il sanguinoso attentato talebano con un’ambulanza-bomba che aveva causato più di 100 vittime. Stavolta è l’Isis a farsi vivo, con un attacco kamikaze contro l’accademia militare di Kabul. L'azione è scattata all’alba, le 5 del mattino, quando in Italia era ancora notte fonda, con undici soldati morti e almeno sedici feriti. Il commando armato, almeno 5 uomini, ha tentato di entrare nella struttura, un immenso complesso di oltre 40 ettari che si trova nella parte occidentale della capitale afghana in cui vengono adestrati gli ufficiali dell’esercito. Due kamikaze si sono fatti esplodere all’esterno, mentre gli altri cercavano di entrare.

Immediatamente sono intervenute le forze speciali dell’esercito, che hanno bloccato e isolato l’intera area adiacente. Lo scontro è andato avanti per almeno cinque ore. Oltre ai due kamikaze esplosi, due altri terroristi sono stati uccisi dalle forze di sicurezza, un quinto invece è stato arrestato.

L’Isis ha rivendicato l’attentato mentre era ancora in corso. L’accademia militare Maresciallo Marshal Fahim era stata attaccata anche lo scorso ottobre, con 15 cadetti dell’esercito che avevano perso la vita mentre stavano lasciando il complesso. Nelle ultime due settimane Kabul è stata teatro di una serie di attentati, quasi giornalieri, il penultimo dei quali, sabato, è stato il più grave da diversi mesi.

Commenti
Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Lun, 29/01/2018 - 18:54

Ma... la guerra in Afghanistan non era già stata vinta dagli occidentali da un bel pezzo?