Ad Auschwitz le doccette contro il caldo scatenano infelici parallelismi

Secondo i visitatori assomigliano troppo alle camere a gas. Ma il museo si difende: tuteliamo la salute dei turisti

Le doccette contro il caldo ad Auschwitz

Sono giorni di caldo intenso in Polonia e l'installazione di doccette a nebbia nei siti turistici non può che far piacere ai turisti, ansiosi di garantirsi un po' di frescura. Non, tuttavia, se questo succede nell'area museale dell'ex campo di concentramento di Auschwitz, scatenando paragoni poco felici.

Della decisione di installare le doccette all'ingresso del museo si sono lamentati in molti in questi giorni, facendo notare all'amministrazione che forse patire un po' di caldo è un'ipotesi accettabile se l'alternativa è quella di fornire, per rinfrescarsi, strumenti che troppo assomigliano a quelli utilizzati per uccidere migliaia di persone durante l'Olocausto.

"È stato un pugno nello stomaco - ha raccontato un visitatore, Meyer Bolka, al sito israeliano Ynet -. Sono andato alla reception e ho chiesto all'impiegata delle docce, mi ha risposto che la giornata era calda. Le ho detto: 'Con tutto il rispetto a me ricordano le camere a gas'".

Una nota del museo ha poi ribadito, ieri, la versione della donna, spiegando che le doccette vengono installate nei giorni più caldi dell'anno. "La salute dei visitatori è per noi la priorità e gli spruzzatori sono stati un grande aiuto", si legge nel comunicato, che spiega anche come in realtà non ci sia una somiglianza così forte con le camere a gas naziste. Ma arrivare all'infelice parallelismo non è poi così difficile.

Commenti

Sluca87

Mar, 01/09/2015 - 10:41

Evidentemente il signore non usa la doccia e tanto meno il sapone, il treno e tutto quello che gli ricorda l'olocausto...troppi ricordi infelici. Nella testa di questa gente i pensieri viaggiano rapidamente...sono in campo aperto.

ziobeppe1951

Mar, 01/09/2015 - 11:15

Anch'io durante un mio viaggio in Siberia la prima cosa che ho pensato sono i gulag di staliniana memoria

Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Mar, 01/09/2015 - 11:15

Ma per cortesia... come se oggi gli ebrei usino solo la vasca da bagno perchè la doccia ricorda lo Ziclon-B.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mar, 01/09/2015 - 11:46

Allora non prendete il treno, si sa mai... Ma andate a fare un giro...

sacrivalori

Mar, 01/09/2015 - 14:06

Ma come si fa a non apprezzare un'iniziativa tanto pregevole, come quella di utilizzare docce ad acqua nebulizzata per il benessere dei visitatori? Eppure c'è stato qualcuno che ha inscenato una patetica polemica circa i ricordi che le docce rievocherebbero. Sono d'accordo coi partecipanti al forum, quando sostengono che, se davvero la vista delle docce turba certi tizi, allora costoro dovrebbero evitare il treno e fare il bagno nella vasca. Come se i Giapponesi si rifiutassero di fare la TAC perché il pensiero di essere investiti da raggi X gli ricorda Hiroshima. Ma per piacere!!!!

venco

Mar, 01/09/2015 - 14:44

Quando la demenza supera la ragione succede anche questo.

PinoBG

Mar, 01/09/2015 - 15:05

A questo punto dovrebbero vietare anche la Merkel data la sua politica orientata ad assoggettare l'intera Europa. A me ricorda il signor H.