Austria, la polizia contro i servizi segreti che indagano sull'estrema destra

Nel mirino dei servizi ci sono alcune confraternite legate all'estrema destra, di cui fanno parte anche alcuni membri del partito al governo Fpo

Tensione in Austria dove il ministero degli Interni ha ordinato una perquisizione nella sede dei servizi segreti. Con passamontagna e armi alla mano, il commando speciale di polizia ha fatto così irruzione negli uffici. Come riporta La Stampa, alla base dell'azione ci sarebbe un'inchiesta nei confronti di tre dipendenti riguardo all'appropriazione indebita di fondi pubblici. Durante l'operazione, però, gli agenti si sarebbero impossessati anche di materiale (tra cui cd, dvd, telefoni, pc) in mano alla sezione specializzata nella lotta all'estremismo di destra.

Le confraternite austriache

Nel mirino dei servizi ci sono alcune confraternite legate all'estrema destra, di cui fanno parte anche alcuni membri del partito al governo Fpo, oggi al governo. In Austria le associazioni studentesche hanno una particolare tradizione. I loro membri, infatti, rimangono molto legati anche dopo la fine dell'università. Ma molte di loro, come la Burschenschaften, sono d'ispirazione ultra nazionalista e xenofoba e un terzo dei deputati del governo ultra populista di Kurz (Ovp) ne fa parte. Come riportano alcuni media tedeschi, l'obiettivo dell'operazione potrebbe quindi essere quello di cancellare alcune prove circa le attività illegali compiute nel passato da questi gruppi. Durante l'occupazione nazista, queste confraternite si sono infatti unite con le associazioni giovanili naziste.

L'ordine della perquisizione

Dietro all'operazione, sempre come riporta La Stampa, ci sarebbe il ministro degli Interni Herbert Kickl, membro del partito di estrema destra Fpo. Kickl si è difeso e ha definito l'operazione regolare, smentendo il sequestro degli oggetti estranei all'inchiesta.

Commenti

ginobernard

Mar, 13/03/2018 - 13:47

il popolo ha parlato ... non rompano il cxxxo.

DRAGONI

Mar, 13/03/2018 - 13:58

COLPI DI CODA DELLA SINISTRA AUSTRIACA ANCORA, ANCHE SE IN MANIERA RIDOTTA, AL GOVERNO E CHE, COME IN ITALIA NON USA LO STESSO METODO CON I COMPAGNI CHE SBAGLIANO E CHE FREQUENTANO ANALOGHI CENTRI COSI' DETTI "SOCIALI" E CHE VESTITI DI NERO E TRAVISATI, IN VARIO MODO, USANO METTERE A FERRO E FUOCO CITTA'PER MANIFESTARE, A LORO MODO E DIRE, DEMOCRATICAMENTE.

carlo.magistri

Mar, 13/03/2018 - 14:08

Insomma le SS fanno fuori le SA, tutte cose vecchie e gia' viste...

Mannik

Mar, 13/03/2018 - 14:16

ginobernard - IL popolo non ha parlato in questi termin però. La FPÖ sta cercando di far sparire prove che legano l'estremismo di destra al partito. Facciano pure, alle prossime elezioni spariranno nel nulla. Gli austriaci hanno già capito chi hanno portato al governo.

agosvac

Mar, 13/03/2018 - 14:16

Francamente sarebbe molto più logico che questi "agenti segreti" siano al soldo dell'UE e contro gli interessi dall'Austria!!! La polizia, invece, fa gli interessi austriaci.

cangurino

Mar, 13/03/2018 - 14:33

ma avete verificato la notizia? Citare la Stampa, del gruppo repubblica - de benedetti pci-ds-pd senza attenta verifica, mi sembra quantomeno imprudente.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 13/03/2018 - 14:43

@Mannik - dovrebbero far sparire tutti gli estremisti di sinistra, quell isi che sono pericolosi. Ci sei anche tu? Da come parli...

Ritratto di cape code

cape code

Mar, 13/03/2018 - 16:20

Mannik, veramente in Austria la destra sta crescendo da anni, una volta l'hanno fermata anche con brogli elettorali. Riprova sarai piu' fortunato compagno. Per ora e' la sinistra che sta perdendo ovunque.

Libertà75

Mar, 13/03/2018 - 16:54

@mannik, tu vagamente hai capito perché il PD ha perso in Italia?

corivorivo

Mar, 13/03/2018 - 17:18

povero trinari mannik. come tutti i compagni non capisci una mazza di politica. in due parole: avete perso e...continuerete a perdere. capito mi hai?

andy15

Mer, 14/03/2018 - 10:50

Purtroppo l'articolo e' non solo tendenzioso, ma fondamentalmente errato. Basti dire che l'ordine per la perquisizione della sede dei servizi e' stato emesso dalla magistratura e semplicemente eseguito dalla polizia. Quindi il coinvolgimento del Ministero degli interni e' stato del tutto secondario. Questo quanto appurato finora. L'articolista deve essersi abbeverata ai giornali di sinistra, che, abbagliati dalla possibilita' di attaccare il ministro degli interni Kickl (FPOe), hanno inizialmente dato una versione errata dei fatti.