Banche, gas, tlc: tutti in fuga dalla Catalogna

Dopo la crisi politica, quella economica: sono diverse le aziende che stanno scappando dalla Catalogna

Se la crisi politica non vede soluzione, rischia di aprirsi in Catalogna anche una crisi economica.

L'allarme dell'Fmi, che parla di "siturazione a rischio", arriva nel momento in cui banche e imprese lasciano Barcellona, dopo che Madrid ha approvato il decreto che facilita il trasferimento delle sedi legali delle imprese fuori dalla territorio catalano. Alle imprese, infatti, non sarà più necessaria l'approvazione dell'assemblea degli azionisti, ma basterà l'assenso del cda.

Varie aziende hanno già scelto questa via: ieri Banco Sabadell ha scelto Alicante, oggi la multinazionale Gas Natural Fenosa ha optato per Madrid e la prima banca catalana CaixaBank si insedierà a Valencia. Der Spiegel giorni fa scriveva che i gruppi tedeschi tra cui Volskwagen, Bayer e Lidl lascerebbero la regione, se arrivasse la dichiarazione unilaterale d'indipendenza. E il Fondo monetario internazionale (Fmi) ha avvertito che la "prolungata incertezza" in Catalogna "potrebbe pesare sulla fiducia e le decisioni di investimento" in Spagna, sebbene le prospettive per l'economia della nazione "siano forti".

Commenti

Demy

Ven, 06/10/2017 - 20:58

La speculazione internazionale và all'attacco.

umbertoleoni

Ven, 06/10/2017 - 22:40

ebbene si: si sta ripetendo (con largo anticipo perché la Catalogna non è ne fortemente autonoma e tanto meno indipendente) la stessa comica commedia della brexit: tutto l'establishment europeo (poteri forti finanziari, mediatici, bancari ecc) hanno dato il via al de profundis della catalogna, fino a ieri rica come come i land più ricchi della Germania... e oggi ahimè, in miseria! Ma aspettiamo con fiducia... perché la commedia comica, è appena iniziata...

cgf

Sab, 07/10/2017 - 00:08

I catalani non ricordano come era Barcellona prima del 1990. Da allora, grazie al governo centrale e di TUTTI gli spagnoli è cambiato anche il paesaggio, non era certo una città elegante come vuol passare oggi.

ilpensatorelibero

Sab, 07/10/2017 - 03:19

Povero Harry Potter catalano lo stanno abbandonando tutti ! Pensa quando si sveglierà dal "sogno catalano" che bottaaaa !!!!!

Ritratto di Nahum

Nahum

Sab, 07/10/2017 - 06:58

Se e vero e ovvio che 1) la secessione e' pericolosa e non conviene (specie perché le sue ragioni sono soprattutto economiche) 2) ha un impatto su tutto il paese che quindi e' parte lesa e può e deve reagire e 3) l'impatto della secessione è stato quasi certamente occultato ai cittadini catalani che la sostengono e 4) facciamone tesoro quando si parlerà ancora da noi di uscita dall'Euro e altre amenità simili ...