Bangladesh, Isis rivendica l'assassinio del docente

Ucciso perchè "faceva proselitismo ateo". Così lo Stato Islamico ha rivendicato l'uccisione del docente universitario avvenuta in Bangladesh

A.F.M. Rezaul Karim Siddique, professore dell'università di Rajshahi, nel nord ovest del Bangladesh è stato ucciso per aver fatto "proselitismo ateo". A riferirlo è Site, che cita un comunciato jihadisti.

Il professore di lingua inglese, Rezaul Karim Siddique, 58 anni, è stato colpito alle spalle mentre andava alla fermata dell'autobus a Rajshahi. La polizia sospettava un attacco di militanti islamici simile quelli avvenuti in passato contro dei bloggers e intellettuali laici. Un sospetto fondato che ora viene confermato dal network Amaaq dell'Isis che ha rivendicato l'uccisione del docente.

Siddique ad insegnare inglese, era anche un musicista. Gestiva inoltre due associazioni culturali. La notizia della sua uccisione ha sollevato le proteste degli studenti universitari che hanno bloccato la strada Dhaka-Rajshahi per circa 45 minuti e inscenato una dimostrazione di fronte all'ateneo.

Commenti

SAMING

Sab, 23/04/2016 - 15:35

Ma è ovvio; o sei islamico oppure muori.

buri

Sab, 23/04/2016 - 16:07

questi selvaggi sono rimasti nell'alto medioevo, sanno solo distruggere ed uccidere

MgK457

Sab, 23/04/2016 - 17:16

Hai visto Bergoglio? Se non ti converti all'islam ti uccidono, l'hai vista anche tu Boldrini la religione di pace? IPOCRITI L'ISLAM VA VIETATO INSIEME AL CORANO.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Sab, 23/04/2016 - 22:21

Pure nella seconda guerra civile algerina, negli anni 90, i fondamentalisti che spadroneggiavano nelle zone remote della Algeria hanno compiuto attacchi ammazzando musicisti, letterati e quanti non inneggiavano all'Islam puro. Se a distanza di anni la "politica islamica" riconferma il suo dogma eliminando chi non vi sottostà ... fatevene una ragione.