Bimbo di 3 anni muore per un tumore al cervello: "Per i medici era febbre"

I dottori erano convinti la fosse solo febbre, ma il bimbo aveva un tumore al cervello di 12 centimetri. Il piccolo è morto lo scorso 30 dicembre

Un tumore al cervello lo ha portato via a soli tre anni. I dottori non sono riusciti a salvarlo in tempo: avevano infatti diagnosticato una semplice febbre. Ma dietro ai sintomi del piccolo, si nascondeva qualcosa di terribile.

Tutto era iniziato nel gennaio del 2019. A inizio anno il piccolo Romeo Teixera, un bimbo di Leamington, cittadina a sud di Birmingham (Inghilterra), aveva avuto ben cinque attacchi epilettici in pochi giorni. I medici però avevano archiviato il caso parlando di una semplice febbre e così il piccolo era stato dimesso. "Un giorno sono tornato a casa dal lavoro e Romeo ha provato a fare un passo ed è subito caduto. Ha avuto cinque convulsioni in due ore, quindi abbiamo pensato che qualcosa non andasse", ha raccontato con tristezza il padre del piccolo. E così era scattata la corsa in ospedale. Il bimbo era stato subito visitato ma i dottori avevano spiegato che non si trattava di niente di grave.

Così sono passati giorni e settimane e le condizioni del piccolo non sono migliorate. Solo a giugno, cinque mesi dopo i primi attacchi epilettici di gennaio, i genitori hanno scoperto la verità. Il piccolo Romeo "aveva un tumore al cervello di 12 centimetri". E così per la famiglia di Leamington è iniziato un vero e proprio incubo. Come spiegano i quotidiani inglesi ripresi da Fanpage, per i sei mesi successivi il piccolo è stato ricoverato e dimesso in continuazione dagli ospedali. Una corsa contro il tempo per salvarlo con continue chemio nella speranza di farlo guarire prima possibile.

Ma le cure non sono bastate. Il piccolo Romeo è morto lo scorso 30 dicembre a soli tre anni. I genitori del bimbo hanno subito puntato il dito contro i medici: la loro errata diagnosi, secondo la famiglia Teixera, sarebbe stata la causa principale del decesso del loro piccolo. I dottori, in un primo momento, avevano infatti sostenuto che il bimbo avesse solo febbre alta e così è stato perso tempo utile alle cure. Ora la famiglia, devastata da quanto accaduto, spera di avere giustizia per il piccolo Romeo.

Commenti

caren

Lun, 13/01/2020 - 19:25

Non basta dirsi medico se poi non ci metti impegno e passione.

Trinky

Mar, 14/01/2020 - 10:09

Certo che i medici inglesi fanno veramente paura: tra le spine che vortrebbero staccare e queste diagnosi fasulle quello che ci si deve augurare è di non capitare mai sotto alle loro mani.......

roberto67

Mar, 14/01/2020 - 10:34

I disservizi della sanità britannica non sono certamente una novità, l'unica cosa nuova è che adesso si inizia a parlarne. Essere bambini oppure anziani in UK non è facile, bisogna sperare di avere una buona salute.