Blair: "Siamo in guerra, stiamo concedendo troppo"

"Concediamo troppo, non possiamo farci intimidire", afferma l'ex premier britannico Tony Blair dopo gli attentati di Bruxelles

Interrogato sull'ultima azione dei terroristi in Belgio, l'ex primo ministro britannico, Tony Blair, sferza l'Occidente. "Concediamo troppo, non possiamo farci intimidire", dice in un’intervista al Corriere della Sera. Siamo in guerra? "Sì - risponde Blair -. I gruppi terroristi che condividono questa ideologia di morte vogliono causare il massimo di distruzione alle nostre popolazioni e al nostro modo di vivere".

Blair sostiene che ci sono "quattro cose importanti da fare. Nell’immediato, dobbiamo migliorare radicalmente lo scambio di informazioni tra le intelligence europee. La seconda cosa è cercare di risolvere i conflitti che sono all’origine del fenomeno terrorista: dobbiamo combattere Daesh ovunque si manifesti, in Siria, in Iraq o in Libia, esser preparati a compiere le azioni necessarie per sconfiggerli, anche costruendo, ed è il terzo punto, le giuste alleanze dentro il mondo islamico".

Quanto all’intervento militare, dice: "Sicuramente non possiamo sconfiggerli senza stivali sul terreno (boots on the ground). La domanda è con gli stivali di chi? A mio avviso - precisa - non dobbiamo essere coinvolti in ogni situazione, ma dove c’è la necessità di impiegare alcune delle nostre capacità sul terreno dovremmo essere pronti a farlo. L'importante - prosegue - è combattere Daesh ovunque è presente e qui penso che ci sia una sfida di lungo periodo per l'Europa, quella di dotarsi di piena capacità su questo terreno. Non parlo di un esercito europeo ma del modo in cui sapremo costruire una vera cooperazione militare tra le nostre nazioni in modo di essere in grado di agire contro questi gruppi".

L'ex capo del governo di Sua Maestà si sofferma anche su un altro fronte della battaglia contro l'estremismo islamico, quello culturale: "Il multiculturalismo - osserva Blair - può funzionare solo se si accetta che esista anche uno spazio comune dove certi valori, i valori europei, siano accettati e rispettati da tutti. Democrazia, stato di diritto, parità di diritti e di opportunità per le donne. Nessuno ha il diritto di arrivare in un paese e sfidare quello spazio comune. Chi crede nelle società aperte e tolleranti deve essere rigoroso nella difesa di questi valori". Ed aggiunge che "non bisogna confondere il multiculturalismo con il permesso di chiunque di rifiutare i nostri valori di base. I confini della tolleranza finiscono quando si mettono in discussione questi valori. C'è questa tendenza a concedere troppo, l'idea ridicola che sei parte di una elite se pensi solo in termini di rispettosa tolleranza verso altre persone. Uno dei problemi dell'Occidente è che riesce costantemente a sentirsi colpevole, quasi a vergognarsi di se stesso. Ora non dico che noi occidentali non abbiamo cose da rimproverarci - prosegue - ma non dovremmo farci intimidire da nessuno e costringerci a pensare che non ci sono valori per i quali invece dobbiamo lottare. Io lo chiamo centrismo muscolare. E comincia dall'educazione".

A tal proposito, prosegue l'ex primo ministro, è necessario lanciare "un’azione globale sull’educazione", "eliminare il pregiudizio religioso e la cultura dell’odio per chi è diverso" perché "l’estremismo comincia nelle aule scolastiche". Ma "non bisogna confondere il multiculturalismo con il permesso a chiunque di rifiutare i nostri valori di base".

Commenti
Ritratto di faustopaolo

faustopaolo

Gio, 24/03/2016 - 09:49

Quando papa Benedetto xvi rimproverò per due volte il mondo mussulmano di non essere progredito ma di essere rimasto al medioevo ci fu una alzata di scudi da parte di questi ipocriti (e anche di molti che scrivono su questo sito). Abbiate almeno il coraggio di dire che vi eravate sbagliati.

Ritratto di gammasan

gammasan

Gio, 24/03/2016 - 10:19

Ma certo che non ci facciamo intimidire!! È stato catturato Salah, ha massacrato freddamente centinaia di persone, uomini donne e bambini, ma lo aspetta un processo con tanto di avvocato e con tanto rispetto per le procedure. Forse sarà anche condannato. Invece i suoi correligionari sgozzano, torturano, violentano, massacrano, bruciano vive le persone e cantano inni sacri. Chissà che risultati raggiungerà la nostra "civiltà".

alox

Gio, 24/03/2016 - 10:48

Ma si e' accorto adesso? G. Bush dichiaro' guerra al terrorismo il 10 settembre 2001 e l'Italia ed altri Paesi si affiancarono...Obama ha cercato di ignorare il problema, ma sappiamo cosa e' successo in Iraq dopo che i Marines se ne sono andati.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 24/03/2016 - 10:51

Forse sarebbe stato meglio non abbandonare interi quartieri in mano alla Sharia. Ora non è un po' tardi per discettare sul da farsi?

Ritratto di Rames

Rames

Gio, 24/03/2016 - 10:58

dobbiamo combattere Daesh ovunque si manifesti, in Siria, in Iraq o in Libia..si a parole.Da quando ci siamo messi a fare questi ragionamenti l'Isis oggi sarebbe distrutto e sepolto,si perchè sono passati 4 anni.E tutto quello che sappiamo fare oggi in Europa è riunirci per discutere,strette di mano,abbracci,pranzi e cene.Per combattere l'Isis bisogna partire con migliaia di soldati e invadere un territorio.Intanto i nodi piano piano arrivano al pettine e le spalle si avvicinano al famoso muro.Come la mettiamo?La Libia è molto piu' vicina di quello che in realta'è.

Klotz1960

Gio, 24/03/2016 - 11:00

Ma certo, abbiamo proprio bisogno dei consigli di Blair, quello che insieme a Bush ha scatenato un aggressione illegale all' Iraq, distruggendo il Paese ed uccidendo circa 700.000 civili con le bombe a grappolo.

no_balls

Gio, 24/03/2016 - 11:21

alox..... evidentemente non hai capito niente..... il problema dell'isis ha inizio con la distruzione dell'iraq da quell'alcolizzato di bush....... saddam hussein era un baluardo contro il fondamentalismo religioso... mi ricordo come allora anche gli attuali destrorsi avevano la bava alla bocca per mettere gli scarponi in iraq.... e il risultato ora e' evidente. Distruzione del medioeriente e nascita di nuovi gruppi che vogliono il potere utilizzando la spinta religiosa. e come ha riconosciuto blair (che ora si siede in cattedra) quella guerra e' stata una grande cretinata.... naturalmente le multinazionali del petrolio sono molto riconoscenti a bush.... Ma i soliti detrorsi con la bava alla bocca anche oggi vorrebbero dire cosa sia giusto fare..... ne avessero mai azzeccata una.

ANTONIO1956

Gio, 24/03/2016 - 11:40

Quando si legge che la Svezia integra nel proprio ordinamento matrimoniale regole della Sharia islamica c'è da tremare e gridare vendetta. Non solo per il regresso di civiltà che ciò comporta per tutti i cittadini Svedesi ma anche e soprattutto per quelle povere donne musulmane che vivendo in quel paese speravano di avere più libertà invece verranno trattate nella stessa inumana maniera dei paesi musulmani. Tutto questo è ridicolo e molto pericoloso per tutto l'occidente. La UE ovviamente non dice nulla.

Ritratto di Giorgio_Pulici

Giorgio_Pulici

Gio, 24/03/2016 - 11:53

Incredibile, esprime gli stessi principi e gli stessi concetti enunciati da Salvini: che sia razzista anche Blair?

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 24/03/2016 - 12:06

E' palese ormai che dietro questo ISIS ci siano solo USA e Nato... stanno creando l'ennesimo pretesto per aggredire Assad.. già i loro giornali dicono che senza assad ISIS non esisterebbe.. mentitori inveterati

handy13

Gio, 24/03/2016 - 12:11

...quando sento questi discorsi,...NON dobbiamo dargliela vinta, NON dobbiamo farci intimidire,.....vorrei rispondere che siamo già INTIMIDITI, che loro hanno già vinto,...x il resto è giusto quello che Blair dice, se uno viene da noi deve accettare di vivere come noi....

gian paolo cardelli

Gio, 24/03/2016 - 12:31

Klotz1960, non ha scritto una cosa vera che è una.

Ritratto di gattofilippo

gattofilippo

Gio, 24/03/2016 - 12:45

Caspita che mente illuminata, Saddam sarà stato un dittatore come lo era Gheddafi ma almeno riuscivano a tenere a bada, conoscendoli bene, i musulmani sempre pronti a fare la guerra e ammazarsi fra di loro.

aldoroma

Gio, 24/03/2016 - 12:59

Almeno lui è sveglio

Ritratto di Giano

Giano

Gio, 24/03/2016 - 13:51

Temo sia un po' tardi per difendere i nostri valori. E Blair è l’ultimo a poterci dare consigli, visto che proprio gli inglesi, per accattivarsi la simpatia degli immigrati, hanno fatto troppe concessioni ai musulmani; dall'abolizione del Natale alla concessione, in alcune zone di Londra e del paese, dell'applicazione della legge islamica per regolare i rapporti familiari. Questi ripensamenti tardivi si chiamano "Il senno di poi...", quello di cui sono piene le fosse.

acam

Gio, 24/03/2016 - 14:33

Sentendo argomentazioni non dico coraniche ma mussulmane non si ascolta mai un’idea chiara e precisa si ascoltano pensieri che riportano diversi trait d’union mai antitetici, tali da potersi attaccare e qualsiasi altra idea o avvenimento sia alla loro portata ma allo tesso tempo in maniera tanto labile da potersene distaccare immediatamente se gli avvenimenti dovessero prendere un altro verso, insomma degli ercolini sempre in piedi privi di significati retorici ma con degli specchietti al posto delle figurine. I significati morali sono pochi, ben confusi, in una confusione equamente distribuita, tanto che dove prendi, prendi male se non sei mussulmano verace, difatti dicono sempre il corano deve essere interpretato da un mussulmano, gli altri non capiscono e non sono all’altezza, fatevene una ragione. In questo marasma di opinioni introverse districarsi è in sostanza impossibile. L linearità del nostro pensiero ci rende incompatibili.

ANTONIO1956

Gio, 24/03/2016 - 15:24

Blair ha ragione... peccato però che anche lui ha contribuito a creare questa situazione appoggiando gli USA e FRANCIA

Lucky52

Gio, 24/03/2016 - 15:56

no_balls forse dimentichi che la spinta contro Gheddafi ed hussein prima e contro tutti i dittatori del medio oriente l'ha data la sinistra che inneggiava alle piazze ed alla primavera araba alla democrazia. Invece non aveva capito che quei popoli come quelli africani hanno bisogno e possono esistere solo coi dittatori poichè altrimenti sono incapaci di ragionare come popolo e non come tribù tribali. In Italia chi ha spinto alla guerra in Libia è stato un comunista come Napolitano, remember!

giampiroma

Gio, 24/03/2016 - 16:21

non sapevo che l'occidente avesse ancora dei valori! questa è una notizia. nel nichilismo occidentale che dalla california arriva alla germania (e lo si sta cercando di estendere a polonia ,ceca, ungheria etc che sembrano resistere ),gli unici popoli che hanno valori sono: gli asiatici(nelle varie forme da india a cina etc) i russi(praticamente gli unici occidentali)e gli islamici.regoliamoci un pò.....

freevoice3

Gio, 24/03/2016 - 18:44

E' ora di smettere di fare chiacchiere, è venuto il momento di agire e in fretta. Per fortuna non sono tutti dei Renzi.

bobo55

Gio, 24/03/2016 - 18:58

@ANTONIO1956, la prego non faccia come quelli del PD che in tutte le trasmissioni dicono...però quando c'eravate voi avete e BLA BLA BLA .... il o i problemi ci sono adesso .... E la soluzione è da trovare oggi .... quello che è successo ieri o gli sbagli fatti, ormai sono andati .... E in base agli sbagli fatti che bisogna trovare la soluzione.....

alox

Gio, 24/03/2016 - 23:37

@no balls, anche tu come gli ausonio credono che gli USA sono demonio, il male, la causa di tutti i mali...vedila pure come vuoi, io sto con loro, la loro costituzione che per me e' liberta'! Oggi minacciata anche anche da Trump il quale, se prende il potere, vi (ci) fara' rimpiangere i Clinton, i Bush e gli Obama...good luck!