Brexit, Lloyd's of London trasloca in un'altra città: Bruxelles o Lussemburgo in lizza

Il colosso assicurativo Lloyd's of London ha comunicato che con l'attuazione della Brexit lascerà Londra e si trasferirà in un'altra città che verrà comunicata domani

Tempo di trasloco per il colosso assicurativo Lloyd's of London che con l'uscita della Gran Bretagna dall'Unione Europea lascerà definitivamente Londra.

Inizia così l'esodo del mondo finanziario, bancario e assicurativo con la Brexit. Una tra Bruxelles o Lussemburgo accoglierà la Lloyod's ma la concorrenza è stata spietata e agguerrita con città del calibro di Dublino, Francoforte, Parigi e La Valletta.

La decisione, comunque, sarà comunicata domani quando l'ambasciatore britannico Tim Barrow consegnerà al presidente del Consiglio europeo Donald Tusk la lettera con cui il Regno Unito lascerà l'Europa.

Intanto anche alcune banche pensano al trasloco: Hbos trasferirà alcuni dipendenti a Parigi, Ubs si riunisce a Francoforte una parte consistente della sua attività di gestione patrimoniale.

Commenti

cgf

Mar, 28/03/2017 - 16:33

quando non c'era l'UE i Lloyod's dove erano? Sperano poi di continuare a fare affari come prima nel Commonwealth? Dipenderà cosa farà la UE nei confronti della GB, è un'incognita troppo grande, ma, così a naso, mi sa che...

DemyM

Mar, 28/03/2017 - 18:06

Come si chiamera dopo la Brexit,Lloyd's of ....?? Fine di un impero economico finanziario.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Mar, 28/03/2017 - 23:33

Piuttosto dopo l'uscita della Scozia come si chiamerà il Regno "Unito"?

seccatissimo

Mer, 29/03/2017 - 02:53

Qualcuno ci può spiegare quale sia l'eventuale necessità di traslocare e quale sia eventualmente l'utilità per i Lloyd's of London di traslocare in un'altra città ?

korim80

Mer, 29/03/2017 - 10:27

seccatissimo buingiorno ... io ho lavorato ai Lloyd una decina di anni fa ... gua allora il 60 % dei lavoratori era euroeo ( continental ) ... normale che la ditta voglia salvaguardare al meglio i suoi dipendenti ... non fa una piega secondo me ....

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mer, 29/03/2017 - 11:12

@seccatissimo, la spiegazione è semplice. Con la "hard Brexit" Londra perderà il diritto di vendere servizi e prodotti finanziari all'Europa senza il pagamento di dazi e tariffe doganali. Una penalizzazione che finora non c'era, ma che con tutta probabilità ci sarà con l'uscita dall'UE, e interesserà un po' tutto il settore finanziario e assicurativo della City, la quale (forse unica "isola" all'interno dell'Inghilterra) ha votato - non a caso - per il "remain", e non per la brexit.

Boxster65

Mer, 29/03/2017 - 11:30

Non di sicuro in Italia...

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Mer, 29/03/2017 - 12:03

seccatissimo: ma c'è un fattore molto più importante. i Lloyd vendono LIBERAMENTE I loro prodotti finanziari in tutto il mercato europeo. Rimanendo a Londra (e rimanendo una società di diritto britannico)poi non potrebbero più farlo. E i loro prodotti sarebbero gravati da tasse, diritti doganali e altro. In poche parole perderebbero il mercato europeo. Idem per le linee aeree, ad esempio Easy jet. Al momento, in quanto società europea può volare liberamente in tutta Europa. Ma una volta fuori non potrebbe più farlo. Quindi anche Easy si sta trasferendo a Parigi.