Briatore difende Trump: "Ridicole le accuse di sessismo"

Flavio Briatore: "Per come conosco io Trump le accuse di sessismo non sono assolutamente fondate. Quando ti metti contro i media, non hai molte chance"

"Per come lo conosco io non è assolutamente il mostro che stanno descrivendo". Flavio Briatore non ha dubbi sul suo amico Donald Trump. Al Tg Zero di Radio Capital si sofferma sulle accuse di sessismo rivolte al tycoon: "Parliamo di signore di 70 anni che si ricordano di quando Trump le importunava... mi sembra tutto ridicolo. Quando ti metti contro i media, non hai molte chance. Donald se li è messi contro e loro cercano di creargli difficoltà, e ci stanno riuscendo".

Briatore osserva anche che "i nemici di Trump sono nel partito repubblicano, lo abbiamo visto in tutta la campagna elettorale. Trump ha dovuto combattere contro gli avversari e contro i notabili del suo partito. C'è una reazione enorme perché rappresenta una cosa mai vista, nessuno avrebbe investito un dollaro sulla possibilità che arrivasse dove è arrivato. La gente preferisce il vecchio diavolo al nuovo".

Quando gli chiedono di dare un consiglio a Trump per l'ultimo confronto contro Hillary, Briatore non ha dubbi: "Uno che vuole essere presidente degli Stati uniti deve dare un'immagine più rassicurante, più tranquilla. Deve calmare i toni: è arrivato lì e dovrebbe parlare come presidente di tutti, democratici e repubblicani".

Infine, una riflessione sulle similitudini fra Trump e Berlusconi. Entrambi, sottolinea Briatore, "hanno un grande carisma. Donald è visto come una star, non come un imprenditore: una cosa che ha in comune con Berlusconi. Il carisma ce l'hai o non ce l'hai, e Donald e Berlusconi ce l'hanno".

Commenti

Luigi Farinelli

Mer, 19/10/2016 - 14:43

Parere condivisibile. Ma chi si mette contro i media, in realtà si mette contro chi manovra tali media. Esempio: Financial Times e Soros; New York Times e Rockefeller (e Rothschild). David Rockefeller e George Soros, per esempio, oltreché nemici dell'umanità, sono anche compari di merende, entrambi finanziatori della Clinton che porta avanti anche le loro istanze, dal finanziamento alla multinazionale dell'aborto dell'ONU, il Planned Prenthood, ai colpi di Stato; dalle speculazioni finanziarie per mettere in ginocchio intere nazioni al lavaggio del cervello mediatico per distruggere personaggi antisistema scomodi, al sostegno di gruppi terroristi fatti passare per alleati per "spargere" la "democrazia".

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mer, 19/10/2016 - 14:48

Trump deve continuare ad essere Trump,e se lo voteranno come NUOVO Presidente,lo voteranno proprio per questo suo carattere....."Rassicurante"?...."Tranquillo"?....tipo Mattarella??....Ve lo vedete Mattarella "presidente" USA???....Brrrrr!!!

agosvac

Mer, 19/10/2016 - 15:16

Per come la vedo, le accuse di sessismo della signora clinton contro Trump sono un'arma a doppio taglio: possono ferire di più chi le ha emesse che chi le ha subite. Questo perché vengono da una signora che ha avuto per marito uno che si faceva fare dei lavoretti con la bocca da parte di una stagista e non ha neanche reagito chiedendo il divorzio, pur di restare alla Casa Bianca. E poi perché nessun Presidente Usa è mai stato esente da piccoli o grossi scandali sessuali di levatura anche maggiore di quelli di cui accusano trump. Gli americani, sia pure i più perbenisti, a queste cose ci sono abituati. Credo che gli americani oggi come oggi temano di più le immigrazioni clandestine e gli attentati terroristici. La hillary ormai lo sanno tutti che è daccordo con i terroristi dell'isis, trump al contrario è disposto a fare la pace con Putin pur di combatterli.

beatoangelico

Mer, 19/10/2016 - 15:25

Volete esporre a tutti il significato del risibile termine "sessismo" ? Il Dizionario Treccani lo definisce come: "Termine coniato nell’ambito dei movimenti femministi degli anni Sessanta del Novecento per indicare l’atteggiamento di chi (uomo o donna) tende a giustificare, promuovere o difendere l’idea dell’inferiorità del sesso femminile rispetto a quello maschile e la conseguente discriminazione operata nei confronti delle donne in campo sociopolitico, culturale, professionale, o semplicemente interpersonale; anche, con sign. più generale, tendenza a discriminare qualcuno in base al sesso di appartenenza". Quindi, a parte l'idiozia del termine, che fareste bene a non usare, stando ai fatti Trump avrebbe mai "discriminato" qualcuno ?

beatoangelico

Mer, 19/10/2016 - 15:29

Il Dizionario Treccani definisce il termine "sessismo" come: "Termine coniato nell’ambito dei movimenti femministi degli anni Sessanta del Novecento per indicare l’atteggiamento di chi (uomo o donna) tende a giustificare, promuovere o difendere l’idea dell’inferiorità del sesso femminile rispetto a quello maschile e la conseguente discriminazione operata nei confronti delle donne in campo sociopolitico, culturale, professionale, o semplicemente interpersonale; anche, con sign. più generale, tendenza a discriminare qualcuno in base al sesso di appartenenza". Quindi, a parte l'idiozia del termine, del puro stile politicamente corretto, stando ai fatti Trump avrebbe mai "discriminato" qualcuno ?

pietrom

Mer, 19/10/2016 - 16:24

Siccome le domande che gli faranno sono prevedibili (praticamente solo sul sesso), gli proporrei di rispondere come meglio crede. Esempio. Domanda: "Perche' tocco' le cosce della tale?". Risposta: "Modifichero' la politica industriale in modo che...".

robytopy

Mer, 19/10/2016 - 17:02

ha parlato l'oracolo !

VittorioMar

Mer, 19/10/2016 - 17:26

..dobbiamo stabilire chi sono i "CREDULONI" noi o gli americani??..una "giornalista" denuncia molestie dopo 15 anni e non subito?.. poco credibile ,anche i suoi testimoni,o forse perché è stata "RIFIUTATA" e vuole fargliela pagare??

robylella

Gio, 20/10/2016 - 01:05

Quello che sta venendo alla luce sul marito clinton è ben peggio di quello che asseriscono abbia fatto Trump. Le accuse sono come un boomerang! Il porco è il marito ... e gli americani sono solo dei creduloni soloni e puritani!