Parigi, una cintura esplosiva ritrovata in un cestino

Dei 21 fermi effettuati negli ultimi due giorni nei blitz della polizia belga, un sospetto è stato incolpato, 17 persone sono state rilasciate e tre sono ancora in custodia

A Montrouge, banlieue parigina, una cintura esplosiva è stata trovata in un cestino. Lo riferiscono Le Parisien e altri media francesi. Secondo quanto riportato da France Info, la cintura contiene due cariche, una al livello del ventre e l'altra posteriore. Una cintura molto simile a quelle usate negli attentati a Parigi. Abdeslam Salah, il terrorista ricercato in Belgio per gli attentati di Parigi, fu localizzato, prima che i due complici arrivassero con la Golf per riportarlo in Belgio, proprio a Montrouge e Chatillon, la zona di banlieue in cui oggi è stata ritrovata la cintura esplosiva. "Bulloni e perossido di acetone": questo il contenuto della cintura esplosiva trovata a Montrouge, in banlieue di Parigi, secondo le prime analisi. Fonti dell'inchiesta fanno notare che i due componenti sono gli stessi delle cinture degli altri kamikaze del 13 novembre a Parigi.

Montrouge è uno dei luoghi in cui vengono condotte le indagini legate all'attacco nella capitale francese, perché il telefono cellulare di Salah Abdeslam, ora ricercato, fu localizzato in quell'area nella notte del 13 novembre. Due complici sono ora in cella in Belgio e hanno raccontato alla polizia che il presunto jihadista avrebbe portato anche lui una cintura esplosiva quella notte, riferiscono i media francesi. Forse ha però desistito dall'usarla poro prima di farsi esplodere. Secondo alcune fonti che stanno indagando sulla cintura ritrovata, essa sarebbe affine a quelle usate dai kamikaze.

La tensione resta altissima a Bruxelles dove il livello 4 di allerta sarà mantenuto "fino a lunedì prossimo" con valutazioni quotidiane. Lo ha detto il primo ministro del Belgio, Charles Michel, al termine del Consiglio di sicurezza nazionale. Scuole e metropolitane riapriranno invece mercoledì. Intanto dei 21 fermi effettuati negli ultimi due giorni nei blitz della polizia belga, un sospetto è stato incolpato, 17 persone sono state rilasciate e tre sono ancora in custodia. Uno dei sospetti arrestati dalla polizia belga è stato formalmente accusato di aver preso parte agli attacchi del 13 novembre a Parigi. Lo riferiscono gli inquirenti belgi.

Commenti

Linucs

Lun, 23/11/2015 - 19:45

Glossario a beneficio del lettore. Banlieue: quartiere-ghetto pieno di ritardati mentali islamici che non avrebbero mai dovuto mettere piede in Francia, tantomeno nascerci dentro.

Ritratto di Carlito Brigante

Carlito Brigante

Lun, 23/11/2015 - 19:53

Questi qui la raccolta differenziata proprio non la capiscono eh? Vergogna!!!

nunavut

Lun, 23/11/2015 - 19:55

Sicuramente apparteneva al + furbo del gruppo di terroristi,ci ha ripensato,giusto in tempo e se ne é sbarazzato.

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Lun, 23/11/2015 - 20:15

Un gran can-can dopo il Bataclan. Dopo, sempre dopo! Ma prima? Ma prima, chi di dovere non era attento o era attento? Se non era attento, allora vuol dire che siamo governati da incapaci naturali; se invece era attento...tirate voi le conclusioni!!!

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 23/11/2015 - 20:17

Molto probabile fosse di Salah, il ricercato n.1.....che ha cosi deciso di darsi alla macchia, altro che farsi esplodere in nome di allah

Ritratto di Deluso_da_tutto

Deluso_da_tutto

Lun, 23/11/2015 - 20:46

Un souvenir della "religione di pace".

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 23/11/2015 - 21:15

E adesso la Parietti sara capace di dire che l'ha messa li Salvini!!!!lol lol Pax vobiscum.

Ritratto di Giovanni da Udine

Giovanni da Udine

Lun, 23/11/2015 - 22:09

17 dei 21 fermati sono già stati rilasciati? Allora è vero: le mamme dei magistrati sono sempre incinte!

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Lun, 23/11/2015 - 22:33

Un gran can-can dopo il Bataclan! Dopo, non prima! Dopo, sempre dopo! Prima se li fanno scappare tutti, ma dopo sventano mille piani, persino quelli che devono ancora diventare piani. Per cui, prima di tutto questo can-can, prima del Bataclan, chi di dovere era attento o non era attento? Se non era attento, bisogna concludere che è quantomeno irresponsabile. Se, invece, era attento, allora...tirate voi le conclusioni!

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mar, 24/11/2015 - 00:28

Cribbio, cosa penseranno i nostri pensionati che pur di vivere grattano gli avanzi da terra e frugano nei cassonetti per racimolare qualche carabattola da barattare per far quadrare il bilancio mensile. Sovviene da pensare che al giorno d'oggi i nostri pensionati rischiano di "scoppiare" pur di fare il possibile e l'impossibile per campare.

Ritratto di bobirons

bobirons

Mar, 24/11/2015 - 07:26

Bisogna ammettere che questi terroristi sono persone dotate di senso civico. Invece di buttare telefonini e cinture esplosive, che so, nella Senna oppure abbandonate per strada, o magari in qualche luogo dove sia difficile trovarli usano - in maniera civicamente corretta - i cestini dei rifiuti.Quanti italiani che fiondano dal finestrino dell'auto, o mentre camminano, cicche di sigarette, fogli di caramelle, bicchierini di plastica ed altro dovrebbero imparare, nei cestini si buttano non sul pubblico suolo.

km_fbi

Mar, 24/11/2015 - 11:31

A questo punto occorre dire - una volta per tutte - che l'Unione Europea non esiste, non ha una testa, un corpo, un cuore: è solo l'ectoplasma evocato per imporre, insieme a regole non proprio intelligenti, una moneta unica, fatta solo a misura di alcuni paesi, a troppe realtà nazionali, che sono stati aggregate in un coacervo disomogeneo - penalizzante per molti - che non suscita alcun sentimento patriottico, nessun entusiasmo partecipativo, nessuna passione, in quanto imposto dall'alto. Tutt'altra cosa rispetto alla Patria alla quale si poteva aspirare!

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mar, 24/11/2015 - 19:21

@km_fbi: e ci aggiungerei che qualcuno avrebbe voluto che l'Europa sia stata come una "gran put-tana" a servizio dei capricci del momento. Ossequi.