È bufera su Facebook: dati per le società cinesi

Un altro caso rischia di travolgere Facebook. A quanto pare il social network avrebbe condiviso alcuni dati con alcune case che producono smartphone

Un altro caso rischia di travolgere Facebook. A quanto pare il social network avrebbe condiviso alcuni dati con alcune case che producono smartphone. Di fatto tra queste ci sarebbe anche la cinese Huawei, la più grande casa nel settore delle telecomunicazioni. L'azienda è finita già nel mirino dell'intelligence Usa per una minaccia all'alla sicurezza nazionale.

A rivelare questo retroscena è stato il New York Times. Secondo il quotidiano Usa gli accordi tra il social network e i marchi del settore sarebbero stati firmati nel 2010 insieme ad altri colossi cinesi come ad esempio Lenovo, Oppo e Tlc. Entro questa settimana Facebook potrebbe rescindere il contratto con Huawei. Proprio sul caso del contratto col colosso cinese, Facebook ha fatto sapere che i dati restavano sui cellulari e non sui server. E adesso tra Usa e Huwaei è scontro e l'intelligence americana avrebbe sconsigliato l'acquisto degli smartphone del marchio cinese. Il braccio di ferro tra Washington e le imprese cinesi dura già da qualche mese e adesso i colossi di Pechino puntano il dito contro l'amministrazione Trump accusandola di avere pregiudizi sui prodotti cinesi.