California, spari in una scuola: "Ci sono 5 morti, killer ucciso"

Ancora sangue negli Stati Uniti. Dopo le due stragi, una a Las Vegas con più di 50 morti e una in Texas con 27 vittime in una chiesa battista, adesso tocca alla California

Ancora sangue negli Stati Uniti. Dopo le due stragi, una a Las Vegas con più di 50 morti e una in Texas con 27 vittime in una chiesa battista, adesso tocca alla California. Almeno 5 persone sono state uccise da un killer che ha aperto il fuoco nei pressi della scuola elementare di Rancho Tehama, nelle campagne della California settentrionale. Ci sarebbero diversi bambini feriti. Di fatto, secondo quanto hanno riportato le autorità di polizia locali, il killer sarebbe stato abbattuto. Adesso gli investigatori stanno cercando di ricostruire l'esatta dinamica di quanto accaduto per capire quale possa essere stata la ragione che ha spinto l'uomo a fare fuoco. Il killer sarebbe stato inseguito dalla polizia. Secondo quanto ha riportato il vice sceriffo Phil Johnston la sparatoria sarebbe cominciata in una abitazione privata per poi proseguire nella scuola. È stato fermato e ucciso dagli agenti di polizia. Solo qualche giorno fa in Texas un altro killer, un ex militare, aveva aperto il fuoco in una chiesa battista lasciando senza vita 27 persone che si trovavano sul posto per una funzione religosa.

Commenti

Raoul Pontalti

Mar, 14/11/2017 - 21:43

Non è stato un islamico...

releone13

Mar, 14/11/2017 - 22:57

E vai Donald.....altri cadaveri sulla TUA coscienza.......

levy

Mer, 15/11/2017 - 00:50

Con l'arrivo di Trump alla casa bianca le sparatorie sono più frequenti, se ci chiediamo perchè troveremo una risposta preoccupante, infatti c'è già chi da' la colpa a Trump dimostrando di non vedere a un palmo dal proprio naso.

mcm3

Mer, 15/11/2017 - 06:26

Importante e' continuare a vendere armi, il sogno anche di tanti Italiani

misuracolma

Mer, 15/11/2017 - 08:09

Giusto per essere chiari, ma chi se ne frega se il killer è islamico o meno! Questi essere ignobili - qualunque sia la loro estrazione culturale, religiosa, politica o geografica - andrebbero soppressi senza se e senza ma. E con loro, tutti quelli che, anche solamente a parole, li proteggono, sostengono o presumono di tutelarne inesistenti diritti.

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Mer, 15/11/2017 - 08:36

@releone13 - Perchè con l'abbronzato non accaddero le stesse cose?????? memoria corta!!!!!

releone13

Mer, 15/11/2017 - 10:46

gigliese:almeno Obama ( si chiama cosi) ha provato a fare qualcosa.......Trump sta cercando invece di peggiorare........