Canada, prete accoltellato durante la messa

L'aggressione è avvenuta in diretta streaming. All'improvviso un giovane si è lanciato contro il sacerdote e ha iniziato a pugnalarlo con forza

È stato pugnalato mentre celebrava la messa nell'Oratorio di Saint-Joseph a Montréal (Canada). Un giovane con un cappotto scuro e un cappellino da baseball si è messo a correre verso l'altare, scatenando il panico tra i presenti. In mano un grosso coltello. L'uomo si è lanciato sul prete e ha iniziato a colpirlo più volte. Il sacerdote ha tentato di fuggire, ma l'assalitore lo ha atterrato e aggredito con forza.

Alcuni fedeli e gli uomini della sicurezza hanno subito bloccato l'uomo fino all'arrivo della polizia. Il sacerdote è rimasto ferito in modo lieve e si trova ora ricoverato in ospedale.

L'aggressione è avvenuta in diretta streaming. La messa mattutina, che si stava tenendo nella chiesa più grande del Paese, era infatti diffusa live dall'emittente cattolica Salt and Light Television. Così anche i fedeli che seguivano il rito da casa hanno potuto vedere il giovane uomo avventarsi sul prete.

L'aggressore, di cui non è stata resa nota l'identità, è stato arrestato e trasportato in un centro di detenzione dove sarà presto interrogato.

Commenti
Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 22/03/2019 - 19:16

Proprio ieri ho letto che il Canada è il posto migliore dove avvengono meno crimini che da noi con paragone 1:600.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 22/03/2019 - 19:38

Molti dubbi che sia canadese. Ma non lo diranno mai.

blackbird

Ven, 22/03/2019 - 20:07

Il prete avrà abusato di lui quando era più piccolino...

Tergestinus.

Ven, 22/03/2019 - 21:29

blackbird: perché "quando era più piccolino"? L'80% degli abusi da parte di sacerdoti non è a danno di bambini, ma a danno di giovani maschi. E' ora di finirla con la storia della pedofilia, che serve solo a fare scandalo tra le anime belle (fiché dura, perché tra 20 o 30 anni al massimo la pedofilia sarà normale e i suoi principali promotori saranno proprio quelli che ora tanto s'indignano) e di chiamare le cose con il loro nome: omosessualità. Che però per molti non è affatto una brutta cosa, e quindi non è utile a gettar fango.

Trinky

Ven, 22/03/2019 - 21:40

Chissenefrega, si rivolgano al corvo vaticano.......

ziobeppe1951

Ven, 22/03/2019 - 22:30

Tempesta emotiva?

ilgiornalediluca

Sab, 23/03/2019 - 10:24

@Tergestinus Che schifo di commento che hai scritto. La pedofilia non sarà mai normale, e le violenze dei preti coinvolgono anche le suore, come avrai letto in questi giorni, o forse le tue letture si fermano solo a quelle che riguardano le violenze sui maschi. Nascondete la vostra omofobia con questi commenti assurdi, il tuo commento sembra quello di un gay represso. Non preoccuparti comunque, quando la gente inizierà a mettere in primo piano i sentimenti e non l'aspetto fisico tra due adulti anche non si parlerà più di omofobia. Lo stiamo facendo soprattuto per quelli come te.