Teheran sequestra una nave cargo. Tensione Iran-Usa nel Golfo Persico

Secondo l'emittente saudita Al-Arabiya la nave è americana, ma il Pentagono smentisce

Una nave cargo che navigava nel Golfo Persico è stata abbordata dalle forze iraniane e condotta verso il porto di Bandar Abbas. Lo ha annunciato la televisione saudita Al-Arabiya, aggiungendo pochi dettagli, ma sostenendo che l'imbarcazione batterebbe bandiera statunitense e avrebbe a bordo 34 persone.

Dettagli, questi ultimi, che vengono smentiti dal portavoce del Pentagono, secondo cui la nave bloccata dagli iraniani sarebbe la Tigris, della compagnia di spedizioni internazionali danese Maersk, sarebbe di proprietà del gruppo Rickmers, con base a Singapore e Amburgo, e batterebbe bandiera delle Isole Marshall.

Stato insulare dell'Oceania, nel 1986 le Marshall hanno ottenuto l'indipendenza dagli Stati Uniti, ma rimangono dipendenti da Washington per la difesa.

Secondo l'agenzia semi-ufficiale iraniana Fars, l'imbarcazione avrebbe violato le acque territoriali di Teheran e solo in un secondo momento sarebbe stata abbordata. Gli iraniani hanno aperto il fuoco prima di prendere il controllo della nave, per convincere la Tigris a entrare di più nelle acque territoriali.

Da Washington la notizia che il cacciatorpediniere USS Farragut e una portaerei hanno risposto alla richiesta di aiuto lanciata dalla nave cargo e monitorano la situazione. Fonti iraniane hanno dichirato che "non c'è alcun legame con questioni militari o politiche" dietro quanto accaduto.

Mappa

Commenti

maricap

Mar, 28/04/2015 - 18:10

"monitorano la situazione." Ahahahah. Le navi si muovono lentamente, quindi sono facilmente raggiungibili. Una portaerei in zona significa aerei pronti al decollo in pochi minuti, e in qualche minuto sull'obbiettivo. La nave sequestrata, avrebbe potuto riprendere la sua rotta, dopo il sorvolo degli aerei, sulle navi Iraniane. Sicuramente. Chi pecora si fa, il lupo se la mangia. Vero Obama?

Raoul Pontalti

Mar, 28/04/2015 - 19:19

maricap bananas d'assalto guarda la carta geografica e compulsa un trattato di diritto del mare e scoprirai facilmente che una nave che entra nel Golfo persico si trova inevitabilmente in acque territoriali iraniane (mentre se vi esce si trova in acque territoriali omanite), ancorché soggette al regime di transito degli stretti, e deve osservare le prescrizioni delle autorità iraniane (oltre che dell'autorità di traffico nello stretto di Hormuz che si trova in Oman). Per ragioni non chiare le autorità iraniane hanno dichiarato irregolare la condotta della nave danese ponendola sotto sequestro e bloccandola con colpi di avvertimento (in acqua, non sulla nave come i marò...) e ordinando di far rotta verso un porto iraniano. Gli USA, pur ricevuto l'SOS della nave danese, non possono certo rischiare un conflitto per beghe confinarie tra marinai danesi e militari iraniani con conseguente blocco dello Stretto di Hormuz.

alberto_his

Mar, 28/04/2015 - 20:35

Saranno mica immigrati clandestini desiderosi di raggiungere la Repubblica Islamica? Occorre approntare i respingimenti e affondare i navigli nei porti di partenza. Fuori gli immigrati dall'IRI!

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 28/04/2015 - 21:32

Il generale cinese Zhang Zhaozhong ha detto che la Cina deve difendere l'Iran a costo della guerra mondiale. La Cina vede sempre lungo.... Un attacco all'Iran sarebbe un attacco alla sicurezza energetica cinese.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 28/04/2015 - 21:39

Giù le mani dall'Iran. L'Iran è l'unico che sta combattendo SUL TERRENO l'ISIS.