Caso Marò, Latorre sta male: frequenti amnesie e calo della vista

Perdita della vista e amnesie per il fuciliere in Italia per curarsi dopo un'ischemia

"Non riesco a leggere bene". Così il fuciliere di Marina Massimiliano Latorre ha raccontato a un giornalista di Oggi che lo ha incontrato durante la convalescenza che sta trascorrendo nella sua abitazione alla periferia di Taranto. "Per la prima volta - sottolinea una nota del periodico- ha accettato la visita di una giornalista, che ne riferisce nel numero del settimanale da domani in edicola, in un articolo corredato anche da foto esclusive". "La malattia - prosegue - gli ha rubato diverse diottrie e soffre anche di vuoti di memoria ed è lenta la riabilitazione che sta facendo all'ospedale militare di Taranto."

"Il direttore dell'ospedale e il personale sono molto attenti a Max", racconta Paola Moschetti, la compagna di Latorre, "e si preoccupano per lui anche quando torna a casa dopo la terapià. Poche le uscite, anche perchè 'al supermercato servono anche quattro ore per fare la spesa, perchè tutti ci fermanò". Il 12 aprile prossimo sarà il termine ultimo concesso dall'India per il rientro a New Delhi del fuciliere.

Intanto vanno avanti le trattative con l'India. La proposta inviata dall'Italia riguardante una soluzione consensuale della vicenda dei fucilieri di Marina "è stata ricevuta ed è attualmente allo studio dei nostri esperti legali". Lo ha dichiarato a New Delhi il direttore generale del ministero degli Esteri per l'emisfero occidentale, Navtej Singh Sarna, rispondendo ad alcune domande circa la sorte dei due marò Massimiliano Latorre e Salvatore Girone.

L'Italia non ha mai fornito particolari sulla proposta inviata all'India, ma il 18 dicembre il ministro degli Esteri Sushma Swaraj in una risposta scritta al Parlamento ne ammise l'esistenza. In quella occasione il ministro disse che essa "era all'esame del governo" senza fornire altri particolari. Da allora non è emerso alcun nuovo elemento su un possibile dialogo fra Roma e New Delhi per trovare una soluzione al caso, mentre la Corte Suprema dovrebbe riprendere presto le udienze cominciate nel 2013.

Commenti

Raoul Pontalti

Mer, 25/03/2015 - 15:24

Non accampiamo altre scuse per marcare visita! Se si sta per quattro ore in piedi al supermercato si può stare seduti in poltroncina d'aereo per qualche ora e tornare a N. Delhi. Si impari a rispettare la parola data. Sulle trattative Italia-India sulla vicenda: è bene rimangano riservate, il giudizio si darà alla conclusione del caso.

asalvadore@gmail.com

Mer, 25/03/2015 - 15:39

Siate furbi e mettete sotto ptocesso in Italia La Torre. Potete sempre trovare un motivo con la tipica ingenuitá della giustizia italiana. Gli fate in processo a piede libero e poi, dipendendo da tutte i caprici degli indiani, lo assolvete con asslñuzione piena. E poi se non vi fate ricattare, come nel passato, da possibili affari commerciali, poi miseramente falliti, gli date anche una nedaglia.

Ritratto di fullac

fullac

Mer, 25/03/2015 - 16:01

basta mezzucci che disonorano il nostro marò !!! abbiate il coraggio di dire all'india che ce lo teniamo nel frattempo mandare una squadra di loro colleghi a esfiltrare salvatore. e piantiamola di farci prendere per il cxlo dagli indiani

Ritratto di pedralb

pedralb

Mer, 25/03/2015 - 16:26

@Raoul Pontalti.....simpaticone quante canne ti sei fattto oggi ahhhhhh.

pinosan

Mer, 25/03/2015 - 16:43

Facciamo uno scambio e mandiamoci Monti.

buri

Mer, 25/03/2015 - 16:51

cosa aspettiamo per rompere le relazioni diplomatiche a citare lIndia davanti alla Corte di L'Haya?

pinosan

Mer, 25/03/2015 - 16:56

Sequestriamo,come hanno fatto loro in barba alle leggi marittime,l'Ambasciatore indiano e tutti i componenti indiani che si trovano nell'ambasciata. Credo,considerato come stanno andando le cose,che non ci sia alcun'altra soluzione. Creiamo un'incidente diplomatico e facciamolo risolvere dall'Europa.Tiriamo fuori le p...e che è giunta l'ora, diversamente mandiamo in India e facciamolo processare.

mister_B

Mer, 25/03/2015 - 17:18

in ambienti militari chiamasi imboscato in infermeria

alfa553

Mer, 25/03/2015 - 17:33

L'eroe che trova le scuse per non ritornare li' dove ha ucciso i pescatori, codardo.

gneo58

Mer, 25/03/2015 - 17:38

per Raoul Pontalti - perché non ti offri tu al suo posto per uno scambio ? o pensi veramente che siano stati loro a sparare ?

Raoul Pontalti

Mer, 25/03/2015 - 18:07

#gneo58 a sparare sono stati loro e se ne sono anche vantati, salvo dire poi che era ad obiettivo diverso e con colpi diretti in acqua. Ma spararono! E non avrebbero dovuto sparare perché anche dalla lettura delle frasi scombiccherate da loro stessi messe nero su bianco in quel famigerato comunicato si evince che non vi era motivo di sparatoria e il peschereccio incrociato aveva la precedenza perché proveniente da dritta.

Ritratto di venividi

venividi

Gio, 26/03/2015 - 08:46

Raoul Pontalti, bastano le caxxate che lei spara assieme ai suoi compari alfa553 e mister_b qui per fare danni. Si calmi.