Catalogna, voto tra le violenze: "Più di 800 feriti negli scontri"

Il governo catalano: si può votare in ogni locale adibito a seggio anche con le schede elettorali stampate a casa. Madrid: "Vergogna, non c'è alcuna legalità". Centinaia di feriti

Barcellona si è svegliata sotto la pioggia. I seggi per il referendum sull'indipendenza della Catalogna si sono aperti alle 9, ma centinaia di persone si erano messe in coda già dalla notte per non mancare all'appuntamento. Immediate le tensioni, con la Guardia Civil (la polizia nazionale) che ha fatto irruzione in un seggio di Girona. Non un seggio qualsiasi. Qui alle 9.15 era previsto che votasse il presidente della Generalitat (Regione autonoma) della Catalogna, Carles Puigdemont. Impedire il suo voto aveva un alto valore simbolico. Poco dopo, però, il leader catalano ha fatto sapere di aver votato in un altro seggio.

"Qualunque cittadino può andare a votare in ogni punto elettorale e avrà la doppia conferma del suo voto, questo rallenterà il procedimento ma garantirà che tutti possano votare", ha detto il portavoce del governo catalano, Jordi Turull. Secca la risposta di Madrid: il referendum ha "perso ogni rispettabilità e credibilità democratica. Per la prima volta nella storia mondiale delle elezioni si cambiano le regole del gico 45 minuti prima che si aprano le urne, con l’unico obiettivo di forzare il risultato delle elezioni. Senza alcun censimento, con schede portate da casa, senza timbri. È una vergogna elettorale".

Quattro persone a volto coperto hanno aggredito all’alba un uomo all’interno di una scuola adibita a seggio. È accaduto a Fugueras, vicino a Girona. Gli aggressori, tutti incappucciati, hanno colpito l’uomo con il palo di una bandiera. L’aggredito faceva parte del gruppo di circa un centinaio di persone che stava presidiando la scuola per impedire che le forze di polizia la chiudessero. Una donna anziana è stata ferita durante l’irruzione della polizia nazionale nella scuola Freire del quartiere Roquetes, a Barcellona, dove era allestito un seggio. Altre persone ferite per un'irruzione degli agenti nel seggio allestito alla scuola Mediterranea della Barceloneta.

La Guardia civil è entrata nella sede del ministero dell'Istruzione ed ha arrestato il ministro Claras Ponsatì. Agenti antisommossa hanno sparato proiettili di gomma mentre cercavano di allontanarsi dal seggio Ramon Llull di Barcellona. La polizia stava tentando di lasciare il luogo del seggio dopo un blitz effettuato per sequestrare le urne del referendum, quando è stata presa di mira da un lancio di oggetti da parte dei manifestanti. I furgoni della polizia sono stati fermati dalla folla e gli agenti hanno sparato proiettili di gomma per aprire il passaggio dei mezzi.

Tensione altissima e diversi feriti (884 secondo la Generalitat). Le forze di sicurezza nazionali sono intervenute in decine di seggi per sequestrare le urne e il materiale elettorale e impedire lo svolgimento della consultazione. La Guardia Civil ha effettuato il primo arresto. Un indipendentista è stato fermato per resistenza a pubblico ufficiale in un ambulatorio trasformato in seggio d’emergenza - non era nella lista di quelli ufficiali - perché ha impedito agli agenti di chiudere la struttura dove alcuni cittadini volevano votare. Un uomo (tra i 50 e i 60 anni) è stato colpito da un infarto dopo una carica della polizia nazionale spagnola che cercava di impedire le operazioni di voto a Lleida, centro ad ovest di Barcellona.

In un tweet il corpo di polizia nazionale spagnolo si difende dalle accuse di aver fatto ricorso ad un eccessivo uso della forza: "La Guardia Civil resiste a provocazione e molestie esercitando in modo proporzionato le sue funzioni a difesa della legge".

La Generalitat catalana ha aperto una pagina web per consentire il voto elettronico a distanza. Ieri i giudici catalani avevano bloccato altri siti e app organizzate dal governo indipendentista.

Nel pomeriggio la Guardia Civil ha messo nel mirino anche i vigili del fuoco catalani. I pompieri infatti si sono schierati dalla parte indipendentista e hanno formato uno scudo umano fra la polizia e gli elettori. Una catena, in divisa, per impedire agli agenti di caricare o spostare la gente impegnata nel voto. Gli agenti della Guardia Civil hanno deciso di caricare pure loro. In serata, dopo la chiusra dei seggi sono arrivate le parole del premier Mariano Rajoy: "La maggioranza dei catalani non ha voluto partecipare a sceneggiata dei secessionisti. Senza clamore ha ignorato la chiamata alle urne". I catalani, ha aggiunto il premier, "sono stati ingannati dagli organizzatori del referendum". Parole dure quelle del premier che di fatto accendono lo scontro tra Madrid e Barcellona. Rajoy ha poi rivendicato l'uso della forza da parte della Guardia Civil per impedire la consultazione: "Oggi non c'è stato un referendum in Catalogna, oggi tutti gli spagnoli hanno constatato che lo Stato di diritto mantiene la sua forza e agisce contro chi vuole sovvertirlo e contro qualsiasi provocazione".

In questo filmato si vede un agente della polizia locale che sfida i colleghi della Guardia Civil (polizia nazionale).

Commenti
Ritratto di alfredido2

alfredido2

Dom, 01/10/2017 - 09:06

Il Governo di Madrid ,penso, sbaglia ostacolando un democratico referendum.Ha ragione Guardiola . Credo che Madrid otterrà un effetto opposto .

routier

Dom, 01/10/2017 - 09:08

Agire d'imperio contro la volontà di un popolo senza cercare con insistenza una mediazione diplomatica, non è mai una buona politica dello Stato centrale e spesso porta all'esacerbare gli animi con esiti imprevedibili. La Spagna ha già vissuto una sanguinosa guerra civile e non credo voglia ripetere l'esperienza.

edoardo11

Dom, 01/10/2017 - 09:56

Madrid stà compiendo........"una cagata pazzesca".Otterrà l'effetto opposto a quello che si prefigge.Complimenti.

lakos29

Dom, 01/10/2017 - 09:56

Ai sostenitori del referendum: perché non torniamo a i vari staterelli regionali distruggendo gli Stati esistenti. Vi piace come idea?

silvano45

Dom, 01/10/2017 - 09:56

I politici di madrid sono come quelli di roma fanno la bella vita chiusi nei palazzi con scorte e la corte di parenti ed amici spendendo e spandendo e non rinunceranno mai ai soldi dei cittadini che con il loro lavoro creano ricchezza.

steluc

Dom, 01/10/2017 - 10:00

Tutto sto casino x 8miliardi di tasse chenon rientrano, la Lombardia ne ha 54, dovrebbero essercile barricate. Comunque una storia che apre gli occhi sulla Ue, sulla sx catalana e italiana, sui governi di minoranza che imperano nonsolo in Spagna, sull'illusione di cercare indipendenza nelle urne difesi daipompieri e daitrattori.

antipifferaio

Dom, 01/10/2017 - 10:06

Quello che non capiscono i tenocrati dell'europa fallita...è che forzare il popolo è solo un bomerang pericoloso. Lo sanno bene gli storici, ma basta leggere un po' di storia ottocentesca per rendersi conto che a forza di reprime si va dritti verso le rivoluzioni. Il problema attuale è che in "embrione", in tutta Europa, ci sono svariati fuochi sotto cenere pronti a divampare. Basta che qualcuno ci soffi sopra...e questo qualcuno è sempre qualche governo stupido...uno qualsiasi, visto che c'è l'imbarazzo della scelta...

fer 44

Dom, 01/10/2017 - 10:25

@ alfredido2 & routier : Avete ragione entrambi, ma non dimenticate che "la madre degli imbecilli" è sempre incinta! Ed oggi, più che mai, con la fecondazione artificiale, ci sono pure i parti plurigemellari!!!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 01/10/2017 - 10:38

La Russia si è decomposta, la Cecoslovcchia si è già divisa, la Jugoslavia si è sfasciata, i Catalani ci provano, poi seguiranno i baschi, così pure la Scozia, i fiamminghi e così via. Che senso ha l' EU?

bettytudor

Dom, 01/10/2017 - 10:39

È solo un sospetto, ma temo che dietro tutto questo ci sia il mondo arabo che, anche se non in prima persona, ha usato ogni mezzo per gonfiare smisuratamente questa spinta secessionista. Da tempo gli arabi parlano di riprendersi la Spagna ed uno dei modi migliori per riuscirci e quella di frammentarla in tanti piccoli stati, che si odiano, e che potranno, a tempo debito, essere inghiottiti da un esercito ben deciso e con forti appoggi nella stessa Europa. Il dubbio si rinforza quando i catalani accusano delle loro disgrazie l’unione matrimoniale di Isabella e Ferdinando che di fatto fu una fortuna per la Spagna. Una volta diventata uno stato unitario, trovò la forza per cacciare gli invasori musulmani che vi stagnavano da 8 secoli e per scoprire nuovi mondi . Perché rivangare un avvenimento così lontano? E perché proprio adesso? Attenti, cari catalani, invece di Felipe, il prossimo capo potrebbe chiamarsi Mohamed e non sarebbe così democratico come il primo

Massimo Bocci

Dom, 01/10/2017 - 10:45

La UE,culla di regime IV Reich,con autodeterminazione solo per corrotti,ladri,terroristi Meticci,feccia dell'umanità!!!

cecco61

Dom, 01/10/2017 - 10:50

Che imbecilli. Sarebbe bastato lasciarli votare in santa pace e poi, pian piano, discutere sulle eventuali maggiori autonomie da concedere.

GMfederal

Dom, 01/10/2017 - 10:57

I catalani hanno già vinto... il processo di indipendenza è già avviato... holé!

cecco61

Dom, 01/10/2017 - 11:01

@ lakos29: sì, dovremmo tornare agli staterelli di una volta anche perché, a ben vedere, e la naturale conseguenza delle politiche attuali. Sono i corsi e i ricorsi storici di Vico. Tutti i grandi imperi si sono dissolti, non tanto per le invasioni, quanto per le spinte autonomistiche contro governi centrali distanti anni luce, non solo geograficamente, ma anche e soprattutto rispetto alle necessità di uno specifico territorio e delle loro popolazioni. Né più, né meno, di quanto avviene oggi ove, anche da noi, decide Roma, Bruxelles, ONU, Ocse o FMI pretendendo di legiferare su realtà totalmente sconosciute.

entropy

Dom, 01/10/2017 - 11:02

Finalmente qualcuno si accorgerà, svegliandosi dal sogno, che la chiamavan democrazia, ma era una prigione: un luogo senza sbarre, senza recinti senza odore, una gabbia per la sua mente. Una comunità di uomini che non accettano liberamente di condividere il propio futuro ed accettare comuni valori, regole e tradizioni, bensì delle pile, generatori di euro, da spremere e succhiare, fino a sputare quando improduttivi o ribelli.

QuebecAlfa

Dom, 01/10/2017 - 11:08

La polizia Mossos d'Esquadra si è rifiutata di eseguire ordini del ministero degli affari interni spagnolo. Di fatto i Mossos d'Esquadra hanno rotto la catena di comando con lo stato spagnolo e ora possono operare liberamente da esso... Attenzione a questo particolare...

setfree

Dom, 01/10/2017 - 11:11

Tutto cio ha un senso. Oramai il grado di civilizzazione e progresso dell'umanità consente una piena convivenza civile e pacifica dei popoli delle regioni. le strutture nazionali aggregate con le guerre potrebberio essere sostituite dalle regioni/stato. anche in italia, per esempio, l' alto adige o quello che era il regno di napoli, potrebbero tornare alla loro piena indipendenza, così come la scozia. Trovo giosto che le regioni/stato con proprie tradizioni propria cultura abbiano la possibilità di autodeterminarsi CONTRO una Ue che illegittimamente vuole conformare ed omogenizzare tutto sotto il controllo delle multinazionali come fossimo polli in batteria. La vera UE dovrebbe essere una integrazione nel rispetto delle diversità, non un'appiattimento nell'interesse di delle lobby.

DRAGONI

Dom, 01/10/2017 - 11:22

UN ALTRO CASO IN CUI LA LORO COSTITUZIONE , LIBERAMENTE SOTTOSCRITTA DALLA CATALOGNA,E' STATA RIDOTTA AD UN PEZZO DI CARTA SENZA ALCUN VALORE!! MADRID COERENTEMENTE STA IMPONENDO IL RISPETTO DELLA COSTITUZIONE SPAGNOLA .

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Dom, 01/10/2017 - 11:24

Certo è che sono dei fenomeni i governanti spagnoli: "Il referendum ha "perso ogni rispettabilità e credibilità democratica"... si cambiano le regole del gico 45 minuti prima che si aprano le urne...". . Decidetevi! O il referendum è illegittimo qualunque sia l'esito e le modalità di svolgimento oppure era perfettamente legittimo ma il governo spagnolo e la polizia hanno agito illegalmente per alterarne il risultato.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Dom, 01/10/2017 - 11:27

Mai mi sono sentito di Sinistra e non lo sono ... Ma davanti alle lughe, dignitose e civili code di Catalani (qui a Barcelona piovigina e con ammirevole pazienza molti sono gli ombrelli aperti) che vogliono votare ... e davanti alla brutalitá degli interventi delle milizie fasciste per impedire il voto che vengono trasmessi in diretta dalla televisione catalana ... C´é chi sventola la gloriosa bandiera repubblicana della guerra civile ... E io mi sento emozionato ... Quella bandiera mai come oggi ha avuto cosi chiari i colori della Libertá

doctorm2

Dom, 01/10/2017 - 11:28

Ecco l'esempio di cosa è la"democrazia" per uno stato moderno. Vuoi vivere meglio e come desideri ? NOn è possibile. Pwr questo si sono fatte la ricoluzione francese e la guerra d'indipendenza americana. La storia non insegnaniente anessuno ?

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 01/10/2017 - 11:33

Ma scusate ma i catalani sono di sinistra? E la sinistra non è quella che vuole la distribuzione delle ricchezze? Allora perché si lamentano che loro sono più ricchi e non vogliono spartire con il resto della Spagna?

Ritratto di Straiè2015

Straiè2015

Dom, 01/10/2017 - 11:33

Eppure una soluzione pacifica ci sarebbe. Dato che la Spagna è una monarchia, anche la Catalogna dovrebbe costituirsi in monarchia indipendente, ma unita al resto della Spagna nella persona del sovrano, così come lo furono Austria e Ungheria sino al 1918.

Reip

Dom, 01/10/2017 - 11:36

@cecco61 Concordo. Infatti avrebbero fatto bene a farli votare liberamente, far sbollire gli animi e poi iniziare a discutere. Secondo me il governo di Madrid è stato pressato dal sistema Europa per non concedere il referendum. Infatti la concessione di questo referendum avrebbe rappresentato un precedente drammatico per l'integrità europea, essendoci non poche regioni in tanti altri paesi europei che sognano autonomia e indipendenza.

carpa1

Dom, 01/10/2017 - 11:41

Il referendum ha "perso ogni rispettabilità e credibilità democratica". È la reazione del governo spagnolo .... DIREI CHE A PERDERE CREDIBILITA' E RISPETTABILITA' E' STATO SOLO IL GOVERNO SPAGNOLO CHE, CONTRARIAMENTE AL NOSTRO, E' STATO PER LO MENO ELETTO. ORA CERCHIAMO ALMENO DI ANDARE A VOTARE, PER QUEL CHE PUO' SIGNIFICARE, AL REFERENDUM DEL 22 OTTOBRE IN LOMBARDIA E VENETO FIN TANTO CHE CE LO CONSENTONO.

Albius50

Dom, 01/10/2017 - 11:51

Il PROBLEMA CATALOGNA lo ha creato in prima battuta la UE, che NON ANCORA FATTA L'EUROPA VERA ma solo quella FINANZIARIA che è in mano a pochi BANCHIERI che hanno distrutto TUTTO, in seconda battuta posso solo dire che i NAZIONALISMI si creano proprio x le ingiustizie che si creano come da noi il NORD che sgobba e il SUD che INCASSA chiaramente INTENDO che basterebbe che ogni REGIONE si trattenga il DOVUTO ed il resto può servire alle REGIONI in difficoltà chiaramente x aggiustare non x fare cassa continua come ora.

idleproc

Dom, 01/10/2017 - 12:03

antipifferaio. Tranquillo, sia in centro che in periferia, coordinati o meno, andranno avanti per la stessa strada. E' solo una questione di tempo e non solo nel nostro continente.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Dom, 01/10/2017 - 12:07

Questa è la libertà che garantisce l'Europa di sinistra ai suoi cittadini. Uno schifo simile lo si rileva sole nei paesi più retrogradi ed incivili del pianeta.

Lapecheronza

Dom, 01/10/2017 - 12:15

Sembra di capire che è simile a quel gruppo di persone in cui tre lavorano e sette vivacchiano sul lavoro dei primi, ma democraticamente la maggioranza non vuole concedere ai tre di separarsi dal gruppo, democraticamente hanno deciso che i tre devono continuare a lavorare.

Ritratto di Azo

Azo

Dom, 01/10/2017 - 12:23

Questa è la nascita dell`UNIONE EUROPEA, che vuole la libertà dei popoli, ma che tratta le popolazioni degli stati MEMBRI con metodi NAZZISTI!!! Dico NAZZISTI, perchè il FASCISMO, dalle alte cariche di Brussel è vietato ed acconsente le alte cariche dei paesi membri di combatterlo come stanno facendo in Catalogna!!! Nella """DEMOCRAZIA, IL POPOLO È SOVRANO ED HA IL DIRITTO DEL VOTO, MENTRE NELLE "DITTATURE" SUCCEDE COME IN QUESTA FALSA UNIONE COMPOSTA DA INCAPACI PUPAZZI MANIPOLATI DAI POTERI FORTI MONDIALI, DELLE BANCHE E DELLA MASSONERIA"""!!! TRA NON MOLTO, COMINCERÀ LA SAGRA DELLA PADANIA, STIAMO A VEDERE LE CONSEGUENZE!

aredo

Dom, 01/10/2017 - 12:23

@Anna 17: hai le idee confuse. La Catalogna è una roccaforte della sinistra '68ina filo-islamica mafiosa. E' la sinistra con operazioni quali Podemos che vuole eliminare un governo di centro-destra che ha eletto le elezioni democraticamente.

Lapecheronza

Dom, 01/10/2017 - 12:24

@lakos29, le nazioni sono diverse e all'interno di una nazione, diverse regioni con persone diverse. Se per alcuni anni, alcune di queste nazioni, regioni, finanziariamente contribuiscono in maggior ragione ma poi lo fanno le altre in modo che la media sia equa e tutti usano i contributi di tutti in modo oculato e responsabile l’aggregato ha un senso. Se a pagare di più sono sempre le stesse e a sprecare i contributi sempre le solite (indovini quali regioni o nazioni…) alla lunga ci si stufa. La storia l’ha insegnato.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Antonosofiro

Antonosofiro

Dom, 01/10/2017 - 12:25

Oramai i nodi stanno venendo al pettine. Nel mainstream si aprono piccole falle e "pupari" che si riempiono la bocca della parola Democrazia, devono a volte soffocarla per ricondurla negli stretti alvei del "questo vi è concesso". Per i molti che ancora credono alle sistemiche sinergie di un Europa unita .... c' è tanto calcio su SKY da vedere .. lor signori si accomodino.

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

Lapecheronza

Dom, 01/10/2017 - 12:28

@Leonida55 - Che senso ha l' EU ? I buoni propositi, se fossero attuati con coscienza e responsabilità delle nazioni, potrebbero competere meglio nel mercato globale. Ma purtroppo di buone intenzioni è lastricata la strada per l'inferno e il ciascuno per sè e Dio per tutti nell'EU lo insegna.

Ritratto di eaglerider

eaglerider

Dom, 01/10/2017 - 12:31

Incoscienti imbecilli. Tutti e due: il governo spagnolo e il governo Catalano. Invece d'essere uniti e contrastare l'invasione islamico-orientale in atto, pensano a fare ricchi orticelli. Questo è il risultato della fallimentare Europa Unita asservita ai poteri bancari e corrotta. La corruzione non è solo quella economica ma anche e soprattutto quella morale. Tutti a gridare democrazia e globalizzazione mentre il tessuto sociale europeo si sfalda e non avanza il comune senso di appartenenza all'Europa. Questo d'oggi in Spagna è un'ulteriore esempio.

umbertoleoni

Dom, 01/10/2017 - 12:33

referendum illegale si... ma colossale inimmaginabile figura di merxx del governo centrale!!! Proprio una commedia comica quella messa in scena dal governo centrale! Ma dopo queste ridicole macchiette il bello deve ancora venire !!! Quando i burocrati mummificati di Madrd, inizieranno a perseguire (civilmente e penalmente) i vertici del movimento indipendentista! Ci sarà da sbellicarsi di fronte ai processi farsa e alle notifiche delle sanzioni (e ai successivi inevitabili pignoramento di beni") nei confronti "dei ribelli"!!!

steluc

Dom, 01/10/2017 - 12:38

Per carpa, Rajoi guida un governo di minoranza con l appoggio esterno dei socialisti , l'europa é piena di queste storie contro natura, con l intervento delle elites e delle magistrature elette da nessuno contro i cittadini.Detto ciò, ai catalani darei l'indipendenza e tutti i profughi e clandestini che han richiesto con la marcia dei 160000.

Ritratto di marmolada

Anonimo (non verificato)

Ritratto di bracco

bracco

Dom, 01/10/2017 - 12:39

Colossale autogol di Madrid, ma altrttanto quella feeccia di mantenuti dell'Europa più interessata a far rispettare le misure di cetrioli e zucchini

People

Dom, 01/10/2017 - 12:48

La Catalunya è conosciuta sopratutto per lo sballo, i coffee shop e gli islamici. Quindi lasciare democrazia ai catalani è deleterio. La democrazia presuppone diligenza da chi la fruisce. In questo caso Macchiavelli docet. L'educazione passa attraverso la punizione. Il corpo dei mossos va sciolto per inaffidabilità. Forza Guardia Civil.

istituto

Dom, 01/10/2017 - 12:51

BettyTudor@ 10:39 la tua analisi è molto interessante. Puoi per favore suggerirmi qualche articolo o libro o giornalista che ha scritto in merito a questa ipotesi di manovre arabe che fomentano la secessione catalana ? Sono molto interessato. Ricordo benissimo un articolo di tanti anni fa su Fatti Sentire.net in cui si riportava la notizia di uno storico sul fatto che è ancora molto sentita specialmente nel Maghreb la nostalgia per la Spagna persa dalle famiglie arabe le quali conservano TUTTORA le chiavi di casa di abitazioni spagnole detenute dai loro avi conquistatori della Spagna, questo come ricordo ma anche come spinta spirituale alla Riconquista perché evidentemente dopo tanti secoli ancora non gli è andata giù il fatto di aver " perso" la Spagna.....

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Dom, 01/10/2017 - 12:51

Dove sono i commenti di Berlusconi e Renzi? Perlomeno sono da ammirare Juncker, Macron e la Merkel che sono dichiaratamente anti-democratici e contro la libertà dei popoli sovrani: non si nascondono con le fumisterie di una politica senza dignità, fatta da dichiarazioni ipocrite!

dot-benito

Dom, 01/10/2017 - 12:52

IL GOVERNO DI MADRID E' GESTITO DA CACASOTTO ED E' UGUALE AI VARI GOVERNI DOVE CI DOVREBBE ESSERE CONCESSA PIU'AUTONOMIA NATURALMENTE LA (D)ISUNIONE EUROPEA STA IN SILENZIO

handy13

Dom, 01/10/2017 - 12:52

...gestita male,...bastava lasciarli votare tranquillamente, e poi bocciare il risultato come dice la magistratura.

dietricheckart

Dom, 01/10/2017 - 12:55

Il bello è che la chiamano ancora democrazia...almeno una dozzina di referendum in Europa sono andati contro l'entrata e l'adozione dell'euro e gli eurocrati se ne sono fottuti altamente,in Italia il referendum ha sancito che il pd ormai rappresenta la minoranza del paese eppure sono messi li a legiferare come se nulla fosse (tranne sulla legge elettorale che era l'unica cosa da fare).gli esempi sono tanti e dimostrano solo che prima c'era una parvenza di democrazia,oggi c'è la dittatura finanziaria che tramite la commissione europea impone austerity,immigrazione selvaggia,svendita di interi comparti e cessione di sovranità usando metodi degni di don Vito Corleone...l'Europa si deve svegliare e liberarsi da queste catene sennò è finita

agosvac

Dom, 01/10/2017 - 13:06

Quando si tenta, in maniera poco democratica, di contrastare un voto democratico, si ha tutto da perdere e nulla da guadagnare!!!

Ernestinho

Dom, 01/10/2017 - 13:06

Se tutte le Regioni europee facessero così staremmo freschi. Lo Stato è uno solo, indivisibile e sovrano!

DoctorMR

Dom, 01/10/2017 - 13:07

Caro roditore, il popolo catalano non esiste e il referendum (?) è un insulto in primis alle norme catalane e poi a quella costituzione sottoscritta da tutti e che molto ha dato alle autonomie partendo dalla Catalogna. Se i catalani vogliono l'indipendenza prendano le armi e se ne assumano la responsabilità. E taccio sull'UE la cui dissennatezza ha alimentato rancori e tensioni.

Ritratto di lordvader

lordvader

Dom, 01/10/2017 - 13:08

Il referendum e' illegale, quindi il governo di Madrid fa bene a impedirlo. Chi non lo capisce si legga la costituzione Spagnola.

DoctorMR

Dom, 01/10/2017 - 13:10

Gentile Silvano45, pensa che i politici catalani siano così diversi da quelli di Madrid o di Roma? Lo sono in effetti, nel senso che sono di gran lunga peggiori.

Ritratto di lordvader

lordvader

Dom, 01/10/2017 - 13:10

La Catalogna gode del massimo livello immaginabile di autonomia.

Ritratto di lordvader

lordvader

Dom, 01/10/2017 - 13:13

Questo non e' un referendum, e' una pantomima. Non esiste un censimento, si vota senza buste (quindi addio voto segreto), si puo' votare in quasiasi seggio (quindi e' possibile votare piu' volte)... e' una farsa, un modo di manipolare le masse...

mv1297

Dom, 01/10/2017 - 13:19

Su Repubblica non lasciano esprimere commenti sul referendum della Catalogna. Chiamarsi Repubblica e poi non dare libertà al popolo.

Libero 38

Dom, 01/10/2017 - 13:25

Se quello che succede in Spgna lo avesse ordinato Putin a quest'ora apriti cielo cosa avrebbero detto e fatto i leccaculo europei. Siccome lo ha ordinato il governo spagnolo e' legale.

paco51

Dom, 01/10/2017 - 13:27

E' un processo che non si fermerà"! Madrid non ha capito che i grandi stati nazionali non funzionano in democrazia :secondo me ci saranno 20 anni di guerra civile finanziata da chi non saprei! SE sopravvive Sa marino che è piccolissimo, la Catalogna sopravvive meglio!

roberto zanella

Dom, 01/10/2017 - 13:33

E questo governo di Cdestra fa parte del PPE caro Berlusconi ? Partito di Liberali o di ErdoFranchisti ? Dove il liberalismo di FI ? Ma lasciateli votare , chi ha paura del voto o è Comunista o Fascista caro Silvio e l'Europa è solo uno scatolne vuoto . Come fai a raccontarci tante balle sul Sovranismo e il Populismo ? ma cento volte meglio che non questa Eiuropa e il PPE , esci di lì se sei un Liberale !!!

Ritratto di bracco

bracco

Dom, 01/10/2017 - 13:40

Vada come vada, una cosa è certa, che la Spagna non ssarà più quella di prima

antipifferaio

Dom, 01/10/2017 - 13:48

E mo so' caxxi amari...le foto della gente insanguinata ha già fatto il giro del mondo e il governo di stupidi ha combinato l'irreparabile. Prima o poi la repressione nel sangue toccherà ad altri...e così via... Ricordo che esattamente così sono scoppiati i moti del 1848 in Europa...

bobots1

Dom, 01/10/2017 - 13:50

Madrid sta sbagliano a mio parere però ci battiamo per fare una Europa unita e i catalani pensano all'indipendenza? I loro slogan sono via la monarchia, via il partito conservatore, viva i rifugiati e viva gli immigrati. Ora vi chiedo: da che parte vengono queste persone? Capito? Dimentichiamo la Catalogna e Barcellona per i prossimi anni: è l'unica risposta da parte internazionale.

Gyro

Dom, 01/10/2017 - 13:55

Kim Jong Un e Puidgemont sono due guerrieri che si ribellano alla dittatura dell' occidente! W la Corea del Nord e la Catalogna! Abbasso l' Occidente!

Ritratto di elkid

elkid

Dom, 01/10/2017 - 14:13

----strana la vita---l’indipendentismo catalano è tradizionalmente di sinistra- non è raro vedere da un lato uomini della destra tenacemente legati all’idea di Europa dei Popoli fare il tifo per il centralismo spagnolo e- dall’altro- progressisti di sinistra che si riscoprono d’improvviso identitari-sembra lo specchio rovesciato dell'italia---swag

umbertoleoni

Dom, 01/10/2017 - 14:19

lakos 29. Tu sei convinto di aver posto una domanda intelligentemente privocatoria: invece è una esternazione infantile!!! EBBENE SI !!! A me l'idea piace e anche moltissimo... SE QUESTO È IL VOLERE DELLA GENTE CHE ABITA "QUEGLI STATARELLI"!!!!! Una VERA democrazia pone le sue basi, ESCLUSIVAMENTE SU QUELLA CHE E' LA VOLONTÀ POPOLARE! Altrimenti non si tratta di democrazia ma un bieco regime... come del resto è quello in cui viviamo...

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 01/10/2017 - 14:22

La sinistra è sempre internazionalista... e quando fa la "nazionalista" è sempre per distruggere una nazione. Divide et impera.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 01/10/2017 - 14:25

NON ABBOCCATE... riflettete. Quando il sinistrume abbraccia una causa nazionalista non ha in mente la costruzione di una nazione, mai. Il loro credo è e rimane l'internazionalismo. Non a caso i separatismi piacciono ai mondialisti,... perché indeboliscono le nazioni.

umbertoleoni

Dom, 01/10/2017 - 14:31

DRAGONI... quando la costituzione la si fa rispettare CON L'USO DELLA FORZA, CONTRO LA VOLONTÀ POPOLARE... significa che in quella costituzione c'è qualcosa di grosso cge non va!!!... Non ti ricordi i carri armati sovietici, quando "facevano rispettare le costituzioni" dei paesi dell'est europa che volevano l'indipendenza?? Non te li ricordi vero ??

Gyro

Dom, 01/10/2017 - 14:32

Se non leggessi il titolo dell' articolo non penserei si tratti assolutamente della "democratica" Spagna, ma bensì della Turchia. Solo Erdogan fa arrestare e sparare chi gli vota contro, ma la Spagna è una democrazia o un Erdoganato?

dani501

Dom, 01/10/2017 - 14:35

Mi piacerebbe sentire dalla sinistra italiana qualche commento in proposito, visto che in Catalogna sono i partiti di sinistra ad appoggiare il referendum. Mi piacerebbe anche sentire una condanna verso la Polizia che picchia la gente della strada, invece il sinistrume nostrano la condanna solo quando si difende dai delinquenti dei centri sociali.

Mr Blonde

Dom, 01/10/2017 - 14:37

I soliti 4 ignoranti scambiano il referendum con una fantomatca rivolta contro L'UE e una non meglio identificata sinistra, dimenticmando che madrid é governata dalla dx e che soprattutto la catalgna in un'eventuale indipendenza non é né contro l'UE né contro l'Euro.Misteri.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 01/10/2017 - 14:44

elkid - il separatismo viene usato dal globalismo per indebolire le nazioni e quindi far avanzare la loro agenda totalitaria globalista.

umbertoleoni

Dom, 01/10/2017 - 14:45

Albius59 HAI CENTRATO IN PIENO IL PROBLEMA!!! Molti ingenui (o parassiti ?) non capiscono che la gente se ne frega alla grande della bandiera e della patria, QUANDO SI ACCORGE CHE UNA MASSA ENORME DI PARASSITI, VIVE SULLE SUE SPALLE !!! È quello che accade in Catalogna, esattamente come accade in italia da decenni: chi non ricorda la cassa per il mezzogiorno e non vede la vomitevole gestione del denaro dei settentrionali fagogitato dalle delinquenziale amministrazioni territoriali del sud a causa di uno Stato centeale malato ?

umbertoleoni

Dom, 01/10/2017 - 14:57

Lapecheronza! Esattooo!!!! Il tuo esempio è il massimo - nella sua semplicità - per cercare di far capire a coloro che perpretano il parassitismo di Stato, quale sia la "main reason" che indoce i catalani ad auspicare la loro indipendenza!!!

umbertoleoni

Dom, 01/10/2017 - 15:08

lordvader, la pantomima sono i tuoi tragicomici interventi : MA DOVE HAI LETTO CHE QUALCUNO QUI, HA SCRITTO CHE IL REFERENDUM È "LEGALE"? Te lo sei sognato ? Qui si dice che uno Stato ed una costituzione CHE IMPEDISCONO AI CITTADINI DI ESPRIMERSI SULLA LORO LIBERTÀ... NON È UNO STATO DEMOCRATICO MA E ' UN REGIME. Hai capito... o preferisci disegnino ?

aredo

Dom, 01/10/2017 - 15:15

@umbertoleoni: Ma di che parliamo?? La Catalogna comunista è la feccia della Spagna! Barcellona è famosa per lo sballo a suon di droghe! Sicuramente gli spacciatori a Barcellona fanno grandi affari! La grande economia della sinistra=mafia!

Ritratto di elkid

elkid

Dom, 01/10/2017 - 15:17

---Ausonio----lancio ipotesi a gogò per vedere l'effetto che fa----oggi sappiamo per esempio --senza ombra di dubbio alcuno che la jugoslavia è stata smembrata da un disegno americano--sono stati reperiti documenti schiaccianti della cia che ha progettato il tutto---staremo a vedere---non mi meraviglio più di niente ormai--swag

umbertoleoni

Dom, 01/10/2017 - 15:18

Mrblonde: intanto ignornate tienitelo per te e per la tua disgraziata famiglia... poi, come si può non capire che al centro del movimento europeo antindepentista C'È PROPRIO LA UE con il suo disgraziato centralismo autoritario che mina l'identità regionale e soprattutto il diritto delle entità territoriali di vedersi ritornare il denaro che versa allo Stato centrale ?

edoardo11

Dom, 01/10/2017 - 16:05

Il referendum della Catalogna è appoggiato,in Italia,dalle frange della sinistra.Appena la Lombardia e il Veneto chiedono di fare un ugual referendum le stesse frange insorgono contro.Ma siamo normali?

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Dom, 01/10/2017 - 16:10

@raffaello binelli, estensore dell'articolo. Aggiornati. La Guardia Civil con é la Policia Nacional. C'é la Guardia Civil e c'é pure la Policia Nacional. La prima é militare e fa parte integrante delle FFAA come i nostri CC. Viene anch'essa chiamata La Benemerita. La policia nacional e´come la nostrana Polizia di Stato e svolge il suo officio nelle cittá. Le due non si accavallano nei compiti come purtroppo avviene in Italia.

Ritratto di pravda99

pravda99

Dom, 01/10/2017 - 16:11

Il Governo di Madrid non se la sara` giocata nel migliore dei modi, ma i deliri independentisti della Catalogna fanno ridere e piangere allo stesso tempo. Si tratta di pulsioni artificiali gonfiate ad arte dai politici, cosi` come per la Brexit. La gente-pecorona segue a ruota senza sapere perche' e senza capire le implicazioni, positive o negative che siano, per lo piu` negative come stanno gia` sperimentando a Londra. La Catalogna e` sempre stata un modello di efficienza svizzera e di creazione di ricchezza, ma solo perche' inserita nel contesto dello Stato Spagnolo. Cosa pensano di fare da soli, senza risorse di alcun tipo (almeno la Scozia ha il petrolio), e senza l'appartenenza all'UE (perche' ovviamente l'UE non sostiene questi independentismi e comunque la Spagna metterebbe il veto all'ingresso). Ecco, se avessero spiegato queste semplici cose ai cittadini, non si sarebbero resi ridicoli con questo referendum incostituzionale.

lorenzovan

Dom, 01/10/2017 - 16:17

che confusione...diceva la fmosa canzone...oggi leggo di post di conosciuti "nostalgici..busto del benito sul comodino" ad inneggiare gli anarchici baschi e insultare il governo centrale "franchista" ...ma chi l'avrebbe mai detto ??? e i sinistri...appoggiare l'odiata destra spagnola di Rahoy ormai non ci si capisce piu' niente ...meglio mi sintonizzo sulla domenica sportiva...lolololol..li la gente mai cambia casacca ...he he h e

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Dom, 01/10/2017 - 16:19

Non capisco perché il governo centrale si ostina ad impedire il refrendum. L'autodeterminazione dei popoli é stata recepita ed approvata dal parlamento spagnolo. Basta vedere l'esempio della Rep.Ceka e della Slovacchia: senza tante storie ognuna é andata per conto suo, senza rimpianti e senza rancori. Poi che vadano. Dopo vedremo quello che saranno capaci di fare. La produzione catalana é destinata tutta al mercato interno spagnolo. Senza di quello ....han poco da ridere. Ben venga il referendum ci saranno grandi sorprese, alla faccia dei catalanisti. I catalani, taccagni e 'peseteros' come i genovesi, guardano piú alle palanche che all'indipendenza.

lorenzovan

Dom, 01/10/2017 - 16:20

calma e gesso..e' subentrato l'umbertoleoni...il Pico della Mirandola dei forum terrestri e venusiani...ora ci spieghera' con le sue colorite espressioni le teorie dei massimi sistemi e poi ritornera' nel sarcofago contento di aver "istruito" tanti "ignoranti",,...lololololo

Happy1937

Dom, 01/10/2017 - 16:30

Madrid oggi meno democrazia cha ai tempi di Franco. Ostacolare , anzi reprimere con la violenza, una legittima manifestazione di preferenza è incivile. Tanto più che, anche in caso di esito del referendum in favore della Catalogna autonoma, non potrebbe esserci un'immediata scissione. E' stato sconsiderato da parte dell'attuale Governo di Madrid revocare le autonomie concesse da precedenti Governi.

Ernestinho

Dom, 01/10/2017 - 16:33

Io temo che ci scapperà il morto!

Ritratto di Straiè2015

Straiè2015

Dom, 01/10/2017 - 16:36

@Elkid, lancio una risposta… La Jugoslavia era un’accozzaglia di stati creta a tavolino dai burocrati di Versailles senza tenere in minimo conto le aspirazioni dei Popoli, e tenuta insieme solo dal rigido centralismo comunista titino. Morto Tito, fine della Jugoslavia. Tutto qui!

Confinario

Dom, 01/10/2017 - 16:41

Gli indipendentisti sono solo il 47% del parlamento catalano, inoltre la costituzione spagnola, che garantisce ampia autonomia alla Catalogna, era stata votata dal 91% dei catalani. Quindi Madrid ha tutto il diritto ed il dovere di stroncare un ribellismo minoritario.

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 01/10/2017 - 16:50

Un vero FEDERALISMO all'Americana avrebbe risolto da tempo TUTTO.A Barcellona c'ero nel 1976 e 77 per lavoro e ci sono stato per mesi ed i Catalani che gia allora preferivano parlare la LORO LINGUA, gia allora chiedevano l'INDIPENDENZA. Ma gli stati centrali che si dicono DEMOCRATICI a parole, tentano sempre di impedire che i POPOLI, come diceva Miglio, possano esprimersi sul loro futuro!!! AMEN.

entropy

Dom, 01/10/2017 - 16:50

@aredo: non c'entra nulla se -a tuo dire - la catalogna è piena di 68ini o comunisti. Non è ammissibile che gente che vuole eprimere con un referendum venga malmenata. La Spagna è finita perchè non più credibile, e le imprese straniere stanno già pensando a far su armi e bagagli.

aredo

Dom, 01/10/2017 - 17:07

@pravda99: non mischiamo pere con banane! Che diavolo c'entra il referendum in UK ? A Londra stanno sperimentando cosa? Che c'entra la comunista Catalogna con un referendum illegale con il Regno Unito che un referendum democratico valido ha sancito l'uscita dall' Unione Europea criminale mafiosa della sinistra=mafia ?

Ritratto di rapax

rapax

Dom, 01/10/2017 - 17:09

lakos 29 forse e' meglio visto che gli stati nazionali sono stati fagocitati dalla UE..

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 01/10/2017 - 17:17

@Dreamer66 - questi vogliono la secessione. nelal costituzione non c'è scritto, nel tuo testone bacato si.

lorenzovan

Dom, 01/10/2017 - 17:17

chissa' perche il mio posto dove chiarivo il miopensiero su questa "secessione" e' sparito.,.lol..ci riprovo...fare una secessione ..senza avere gia' pronta un red map..come sistemare i pagamenti delle pensioni..quale moneta assumere..l'uscita certa dall' EU...le inevitabili barriere doganali...i visti..la fuga da conteggiare delle imprese verso lidi piu' favorevoli... diventa solkoun esercizio di populismo adatto a imporre compensazioni finanziarie importanti dallo stato centrale...alla faccia dei poveri catalani che ci credono e cantano l'inno "nazionale" di pancia ma non di testa

Anonimo (non verificato)

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Dom, 01/10/2017 - 17:22

Ore 17:00 - Si é formato un raduno di fascisti con la bandiera di Spagna nella plaza Catalogna di Barcelona ... Stanno cercando lo scontro fisico con i Catalani che sono per il voto

internauta

Dom, 01/10/2017 - 17:36

L’UE nasce per limitare gli attriti tra gli Stati nazionali creatisi nell’800, quasi tutti regni o ex-regni imperialisti e colonialisti, le cui dispute hanno prodotto due Guerre Mondiali disastrose. Questi Stati per loro natura sono multietnici e retti con la forza perché tenderebbero a disgregarsi; pensate alla fine dell’Impero Austro-Ungarico, per quanto avesse concesso molte autonomie ai vari popoli sottomessi. Il Regno di Spagna e lo Stato erede del Regno d’Italia non fanno eccezione e il loro destino storico è segnato. A cavallo del secondo e terzo millennio, in parte pacificamente, nell’Europa dell’est sono nati circa trenta nuovi Stati che soddisfano al principio “un popolo, uno Stato”, cui un’UE dei Popoli potrà solo fare da contenitore confederativo. L’indipendenza della Catalogna va intesa in questa direzione.

umbertoleoni

Dom, 01/10/2017 - 17:40

lorenzovan... anche questa volta sei riuscito a l sfuggire all'arresto assieme ai tuoi pidocchiosi conpagni di collettivo, a Torino !!! Quindi hai avuto tutto il tempo per spulciarti e riprendere il tuo lavoro di rompiballe al Giornale: Ti ribadisco che se tutta la gente perbene, la pensasse come me, gli escrementi della società come te, starebbere al loro posto nelle cloache urbane e non in giro a cercare di ammazzare poliziotti!

internauta

Dom, 01/10/2017 - 17:43

Tuttavia, se qualcuno si aspettava che il nazionalismo di stampo ottocentesco fosse un sentimento anacronistico in un Europa dei valori e dei diritti umani, sarà rimasto deluso e gli avvenimenti in Kurdistan mostrano che l’indipendenza, anche in questa Europa, a volte va guadagnata sul campo.

Luca 78

Dom, 01/10/2017 - 17:45

Per sopire questa buffonata basterebbe dare un piccolo assaggio di una eventuale secessione, l'espulsione del Barcellona dalla liga spagnola.

umbertoleoni

Dom, 01/10/2017 - 17:47

azzzz!!! Dopo una dura giornata di devastazioni e tentativi di far fuori poliziotti e carabinieri, tutti i no global del blog SONO DI NUOVO AL LAVORO TUTTI ASSIEME a rompere le balle da queste parti: lorenzovan, pravda99 ed elkid!!! se i meschini non sono la stessa miserabile persona mi chiedo come Il giornale consenta a questi disgraziati di lordare le loro pagine web ?!?!

Celcap

Dom, 01/10/2017 - 17:48

Probabilmente saró una voce fuori dal coro ma a me sembra che se sono il proprietario di una cosa faccio di tutto per difenderla. Ora io non voglio giudicare se la Cataluna ha ragione o no peró quello che diceva proprio Guardiola qualche tempo fa in un comizio non mi sembrava fosseto dichiarazioni proprio amichevoli anzi! Vale la stessa cosa per il referendum che probabilmente non ha proprio uno scopo solo referendario. Il governo spagnolo sta difendendo una sua proprietâ che vogliono portargli via. Credo che se la cosa fosse stata percepita come un referendum che chiedeva un'opinione non avrebbe contrapposto le forze dell'ordine. La Cataluna sta giá parlando come se fosse staccata dalla Spagna Castillana.

umbertoleoni

Dom, 01/10/2017 - 17:50

azzzz!!! Dopo una dura giornata di devastazioni e tentativi di far fuori poliziotti e carabinieri, tutti i no global del blog SONO DI NUOVO AL LAVORO TUTTI ASSIEME a rompere le balle da queste parti: lorenzovan, pravda99 ed elkid!!! se i meschini non sono la stessa miserabile persona mi chiedo come Il giornale consenta a questi disgraziati di lordare le loro pagine web ?!?!

lorenzovan

Dom, 01/10/2017 - 17:52

@internauta ..condivido il tuo esame storico e razionalmente pure la chiosa finale...ma praticamente devo constatare l'impossibilita' di mettere d'accordo nell'ambito EU 28 paesi...figuriamoci un centocinquanta !!!!! se tale operazione fosse fatta a livello internazionale..in un nuovo forum..chiamalo ONU REborn..o come vuoi...forse forse...ma gli egoismi nazionali e locali sono troppo forti..e una volta iniziato il processo di disgergazione..dagli stati alle regioni..passeremo poi alle provincie ..per arrivare alle citta' e ai quartieri !!!!

aredo

Dom, 01/10/2017 - 18:01

@entropy: si certo le imprese corrono via dalla Spagna, corrono via dall' UK .. brutte fascistone.. e dove vanno? Nella comunista Nord Korea? Nel regime comunista in Venezuela ? Ehh! I fecciosi della sinistra '68ina cattocomunista filo-islamica vogliono trasformare tutti i paesi del mondo in dittature come il Venezuela con miscugli di islamici nel mezzo perchè hanno fatto accordi con i terroristi per regalargli terre..

lolafalana

Lun, 02/10/2017 - 02:01

Le violenze però sono state usate esclusivamente da parte della Guardia Civil: auguro alla Spagna, che non ha imparato nulla dalla lunga vicenda dell'ETA, una nuova lunga stagione di bombe...

lolafalana

Lun, 02/10/2017 - 02:05

lakos29 dimentica come è stata ridotta la Jugoslavia? Lo sa che è stata ridotta così da Europa e USA e non dai suoi cittadini?

AndyFay

Lun, 02/10/2017 - 06:18

I catalani uniti per la loro indipendenza e per la democrazia. Il loro stato gli impedisce di votare ma loro non mollano e vanno avanti. Noi italiani guardiamo indifferenti senza ricordare che abbiamo avuto quattro presidenti non eletti dai cittadini con regolari votazioni.

rokko

Lun, 02/10/2017 - 09:26

Ci sono i soliti idioti che vogliono ridurre questo fenomeno all' unico mantra che conoscono (o almeno, così credono): destra e sinistra. Idioti al cubo