Catalogna, Puigdemont convoca le elezioni anticipate

Secondo il giornale catalano La Vanguardia, le elezioni potrebbe tenersi il 20 dicembre

Il presidente catalano, Carles Puigdemont, ha deciso di indire elezioni anticipate per evitare il commissariamento di Madrid. Come ha dichiarato più volte il governo, le elezioni sono una condizione necessaria perché il Senato sospenda l'iter di applicazione dell'articolo 155.

Secondo il giornale catalano La Vanguardia, le elezioni anticipate in Catalogna potrebbe tenersi il 20 dicembre. Fonti vicine al partito del presidente catalano rivelano che Puigdemont avrebbe deciso di revocare la dichiarazione d'indipendenza e convocare così nuove elezioni.

Il portavoce dell'Università per la Repubblica, Jordi Vives, ha fatto sapere che non si accetterà alcuna elezione anticipata regionale perché "bisogna proclamare una repubblica catalana in base ai risultati del referendum del 1° ottobre". Centinaia di studenti universitari e del liceo manifesteranno oggi pomeriggio nel centro di Barcellona. Ad aprire il corteo uno striscione con la scritta "Il popolo ha votato. Ora Repubblica".

La lettera di Puigdemont

Puigdemont ha inviato questa mattina una lettera al Senato con gli argomenti contro l'applicazione dell'articolo 155. Nella lettera di nove pagine, il presidente catalano sostiene che i mezzi richiesti dal governo di Madrid "oltrepassano ampiamente i limiti" dell'articolo 155: tale articolo permette al governo di "dare istruzioni" alle autorità dell'autonomia e questo "risulta incompatibile" con la destituzione delle stesse. Secondo la sua interpretazione, il 155 è previsto per situazioni straordinarie "ma non è una clausola di pieni poteri in mano al governo".

Commenti

cgf

Gio, 26/10/2017 - 13:36

prima vuoi fare il separatista, poi ti lamenti se, applicando la Legge, ti defenestrano. Ora vuoi, sempre tramite lo stesso articolo della Costituzione, che fino a ieri non riconoscevi, di evitare di tornare il signor nessuno. Mancava solo questo annuncio!! le elezioni era state già annunciate per certe dopo gl'incontri di domani a Madrid dal Governo Centrale, giocare d'anticipo non fa che peggiorare, un altro 30% di aziende catalane si sposteranno entro il 20 dicembre e con esse anche i catalani che vorranno continuare a lavorare (ai quali conviene perché di lavoro in Catalagna...)

Ritratto di Koerentia

Koerentia

Gio, 26/10/2017 - 14:01

Buona notizia! ma dopo aver issato la gente alla rivoluzione, (ancora ieri giravano messaggi per concentrazioni tra oggi e domani per celebrare la DUI) come si fa ora per frenarle? Si annunciano giorni di fuoco e speriamo che non ci siano vittime...

gigi0000

Gio, 26/10/2017 - 14:34

Invece di commentare a vanvera, se si leggesse l'art. 155, magari si comprenderebbe meglio.

martinsvensk

Gio, 26/10/2017 - 14:38

Ora che i due loschi figuri El Pastelero e El Gordo,quasi due maschere della Commedia dell'Arte, con tutta la loro feccia indipendentista si leveranno presto di torno ( ma la parola che andrebbe usata è un'altra) è ora di voltare pagina. E qui appare il bellissimo volto di Albert Rivera,capo di Ciudadanos, un giovane bello, buono, bravo, onesto, pulito e sincero. Mi fu presentato qualche anno fa da comuni amici e mi fece un'ottima impressione. Mi disse di sentirsi un po'italiano financo nel nome e ricordò gli antichi legami di sangue che legano le nodtre due nazioni sorelle. Vai Albert diventa il nuovo President e apri una nuova primavera di aria pura in Catalogna!

Ritratto di 98NARE

98NARE

Gio, 26/10/2017 - 14:57

CATALOGNA LIBERA E REPUBBLICA . IL POPOLO HA VOTATO,IL POPOLO E' SOVRANO , NON MOLLATE AVANTI TUTTA CHE MANCA POCO E SARETE LIBERI

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 26/10/2017 - 15:08

@98NARE - finisci la frase: sarete liberi...ma nella melma. Perchè è questo che li aspetterà. ma non ne avranno i lcoraggio.

arkangel72

Gio, 26/10/2017 - 15:24

spero che dalle elezioni ne esca ridimensionato e che la maggioranza dei catalani eviti di pensare all'indipendenza e alla repubblica... due iatture che non sanno neppure dove li porterà!

Ritratto di 98NARE

98NARE

Gio, 26/10/2017 - 15:43

Leonida55, Sono punti di vista. Se fossi Catalano vorrei l'indipendenza dallo stato centrale e da Madrid. Essendo Veneto e Veronese, ne ho le B...E piene di ROMA, quindi capisco loro. e fidati di coraggio ne hanno da vendere, ne avessimo NOI Italiani coraggio come loro ...... saluti

Egli

Gio, 26/10/2017 - 16:09

@Martinsvensk Ti sei dimenticato El Astuto (Arturo Mas). Catalogna libera da questi pagliacci e ladri!

Ritratto di Koerentia

Koerentia

Gio, 26/10/2017 - 16:21

98NARE, consiglio di documentarsi bene. La Catalogna e' la quarta regione con piu' autonomia in Europa dove parlamentari e presidenti percepiscono il doppio di parlamentari spagnoli e del presidente di Spagna. In realta' c'e' sotto un grande problema di corruzione che si voleva far dimenticare appoggiando l'idea d'indipendenza ma la PALLA e scappata di mano. Il tema VENETO e' molto ma molto diverso.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Gio, 26/10/2017 - 16:37

Sempre quando c´é una dittatura questa si instaura piú che per i prepotenti che impongono la loro prepotenza per i sottomessi che finiscono per accettare questa violenza come qualcosa di "normale" ... Puigdemont rinunciando a dichiarare la Indipendenza e convocando un pastrocchio di elezioni che non servono a chiarire la volontá del Popolo Catalano sopra se vuole o no separarsi dal governo dello Stato Spagnolo e meno che meno decidere su questo ha tradito il valore della consulta del primo di ottobre, ha tradito la Libertá, la Intelligenza e la Dignitá della Catalogna ... Pensa che si possa arrivare a un compromesso, non ha capito che qualsiasi compromesso con il “fascismo” ideologia della violenza che solo sa imporre il potere della abbiezione solo é sconfitta e umiliazione della Veritá e della Intelligenza, solo é accettare di farsi guidare dalla corruzione.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Gio, 26/10/2017 - 16:50

Io che sono 25 anni che vivo a Barcelona rimango orrorizzato per la disinvoltura di giudizio di emeriti ignoranti che non sanno niente di niente della realtá della Catalogna e della spagna profonda ... Pura immaginazione la loro, peró aprono la bocca e vomitano menzogna