Cina, frana seppellisce un villaggio: 140 dispersi

Una frana nella provincia del Sichuan, nella Cina sud-occidentale, ha sepolto 46 case

Le piogge torrenziali hanno causato una frana di grosse dimensioni nel villaggio di Xinmo, nella provincia sud occidentale cinese dello Sichuan. Sepolte almeno 46 case. Sono almeno 141 i dispersi. Sul posto sono stati inviati 300 soccorritori muniti di macchine escavatrici e strumenti per rilevare segni di vita.

La frana ha colpito il villaggio alle sei del mattino, la mezzanotte tra venerdì e sabato in Italia, seppellendo una zona in cui si stima vivessero circa cento persone, secondo quanto riferito dalle autorità locali all’agenzia Xinhua, e che potrebbero trovarsi sotto il fango e i detriti. Le operazioni di soccorso sono già state attivate. Sul posto, secondo le immagini mandate in onda dall’emittente televisiva statale China Global Television Network, sono operativi i primi mezzi per il movimento terra per le ricerche sotto le macerie.

Forti piogge si sono abbattute in questi giorni su gran parte della Cina, compresa Pechino, dove negli ultimi due giorni ha piovuto quasi ininterrottamente. Il sud della Cina è però l’area più colpita. Ieri, i meteorologi cinesi avevano rinnovato l’allerta per il maltempo già emessa martedì scorso, con precipitazioni previste anche oggi su gran parte della Cina interna meridionale, dove si prevedono fino a 160 millimetri di pioggia.