Colombia, sequestrata una tonnellata di "cocaina nera"

Le autorità di Bogotà hanno intercettato un carico di cocaina nera destinata al mercato europeo e nord americano

È tutto merito del cane poliziotto Mona. Il segugio antidroga della polizia di Bogotà, in Colombia, ha fiutato un carico sospetto di toner e da li sono partite le indagini che hanno portato al maxi sequestro di una tonnellata di cocaina. La polizia di Bogotà, ha bloccato all'areoporto El Dorado oltre 48 scatoloni contenenti toner per stampanti diretti nello Stato messicano di Sinaloa.

Il carico si trovava all'interno di un container destinato ad un'azienda messicana, ma la polizia, che non ha ancora effettuato arresti, non ha voluto far sapere compagnia aerea stava per imbarcare il carico. Dopo che i test chimici hanno confermato la presenza della cosiddetta cocaina nera, le autorità colombiane hanno allertato i colleghi messicani che hanno compiuto un analogo sequestro: 40 scatoloni con cocaina mescolata a ossido di zinco nero. Secondo le autorità di Sinaloa il carico era destinato al mercato statunitense ed europeo.

“Mona” detectó heroína y fue condecorada por lograr la incautación de 48 cajas de un compuesto químico utilizado para cargar cartuchos de impresoras y tóner de fotocopiadoras.

Posted by Policía Nacional de los Colombianos on Monday, 7 September 2015

Commenti

Imbry

Mar, 08/09/2015 - 12:13

Azz! Ecco dov'era finita, la stavo cercando da un pò. :-)

mau57

Mar, 08/09/2015 - 15:13

ecco perché ero sempre fuori di testa quando stampavo

i-taglianibravagente

Mar, 08/09/2015 - 15:17

Segni dei tempi.....la cocaina bianca era una delle poche certezze rimaste.