Coming soon: Reportage dal Kurdistan

A breve un nuovo reportage de Gli Occhi della Guerra. Questa volta due giovanissimi reporter si sono trovati a pochi metri dal Califfato islamico. COMING SOON

Dopo essere stati in Libia e in Bosnia dove rispettivamente Gian Micalessin e Fausto Biloslavo ci hanno raccontato quanto l'Isis sia vicino alle coste di casa nostra, ora Gli Occhi della Guerra vanno in Kurdistan, Iraq del nord. E ci vanno con due giovanissimi reporter, Marco Maisano e Giacomo Betti, che proprio pochi mesi fa vi erano già stati per documentare l'avanzata del Califfato islamico (Guarda il reportage).
Oggi, come allora, Maisano e Betti si sono trovati a pochi metri dagli jihadisti e ne hanno sentito gli spari nascosti nella trincea dei combattenti curdi, i cosiddetti Peshmerga. Con coloro che ogni giorno in trincea respingono i terroristi del califfato nero, i due reporter si sono spinti al fronte fino a temere di rimanere vittima degli spari del Califfato. Hanno ascoltato le voci di chi ha vissuto in prima persona l’orrore dell’ISIS, come i profughi cristiani costretti a vivere in campi di fortuna dopo la fuga da Mosul, città oggi capitale dello Stato islamico in Iraq. Hanno incontrato le suore domenicane scappate anche loro dai villaggi cristiani, oggi al servizio delle migliaia di persone vittime del califfato nero. Testimonianze scioccanti, ma che regalano un grande esempio di dignità e coraggio.

Hanno fatto tutto questo per continuare a non chiudere gli occhi. Per continuare a essere i vostri occhi della guerra.

Commenti

abocca55

Lun, 01/06/2015 - 19:07

A proposito di ISIS si legga questo articolo, molto bello: http://www.altrogiornale.org/la-conquista-della-splendida-palmira-un-attacco-alla-nostra-anima-ma-noi/

abocca55

Lun, 01/06/2015 - 23:48

Ma sono altrettanto feroci i nostri isis, quelli vestiti di nero che mettono a ferro e a fuoco le nostre città, quelli che stanno occupando edifici, prendendosi gioco di una stato debole, e incapace di difendere i cittadini. Andando avanti così, salvini raddoppierà ancora i suoi voti, e poi li triplicherà, e poi........olio di ricino per tutti i delinquenti, gli anarchici, i violenti, gli zingari che ora sfondano le porte degli appartamenti, quelli che deturpano i monumenti con vernici indelebili, quelli che truffano i vecchietti, ecc.

acam

Mar, 02/06/2015 - 10:41

su Isis mi sono Espresso alcuini giorni fa, é vero che sono feroci, ma sono quelli che non Hanno saputo difendere il loro Saddam, sono quelli che se la sono data a Gambe difronte all'avanzata americana. sono quelli che non Hanno argomenti convincenti uma morale dubbia, che simettono da soli su un piedistallo d'argilla non cotta. sono i vigliacchi che se la prendono con gli inermi e si nascondono davanti alla forza. solo l'abbronzato senza palle tentenna davanti a che Cosa? per rispetto al padre mussulmano, o per paura di troppi morti insiem all'europa che si sta sgretolando? o l'occidente riprende il suo piglio di lider o il mondo é destinato ignaviamente a diventare servo dell'islam. nessuno sa perfettamento Cosa sia ma basta magnà! l'islam significa per 9 decimi della popolazione mondile il ritorno al medio evo