"Comunicano sulla Playstation", così l'Isis organizza attentati

I terroristi userebbero per comunicare una piattaforma creata per scambiare messaggi tra giocatori di videogiochi

Sappiamo tutti quanto l'Isis usi i canali dei social network per trasmettere il suo messaggio di odio e di guerra. Il ministro degli interni belga ha svelato come l'esistenza di un mezzo di comunicazione che i terroristi userebbero per comunicare tra loro, molto difficile da intercettare.

Durante la conferenza stampa, Jan Jambon, ministro degli interni del Belgio, ha dichiarato che i jihadisti userebbero la piattaforma Psn della Playstation 4 per scambiarsi testi, voci e immagini: "La PlayStation4 è ancora più difficile da intercettare di Whatsapp". Infatti, riflettendoci, pare un canale di comunicazione adatto per organizzare una "guerriglia". Basti pensare ai vari giochi "sparatutto" o di combattimento presenti sulla console prodotta dalla Sony per capire come sia facile scambiarsi messaggi di "guerra" senza passare sotto la lente di ingrandimento dell'intelligence mondiale. Inoltre, Psn ha un applicazione da usare sul mobile e da scaricare sia sui sistemi iOS (Apple) sia su sistemi Android. La piattaforma ha una versione molto simile anche per Xbox One.

Il Belgio su questa linea non sbaglia infatti, lo scorso maggio, un ragazzo austriaco di origine turca è stato condannato dalla corte di Sankt Poelten a due anni di carcere per aver scaricato sulla sua PlayStation lo schema per costruire una bomba. Secondo i giudici, il ragazzo, quattordicenne, era entrato in contatto con alcuni militanti dell’Isis in Sira, e per questo è stato anche accusato di terrorismo.