Continua l'invasione migranti: Ungheria pronta a nuovo muro

Giornata di tensione a Budapest, dove i migranti hanno bloccato i binari della stazione Keleti. Intanto Orban progetta un nuovo muro per proteggere il suo Paese dall'invasione

La stazione di Budapest è stata oggi, ancora una volta, il cuore dello scontro fra la disperazioni dei profughi e il tentativo di gestire l’emergenza immigrazione da parte delle autorità ungheresi. Dopo due giorni di accessi blindati, lo scalo ferroviario è stato improvvisamente riaperto, e migliaia di migranti lo hanno presod’assalto, nell’illusione di poter partire.

La speranza dei profughi è quella di andare verso ovest, raggiungere la Germania, e uscire dal Paese. Ma quei treni non li hanno affatto portati oltre confine: erano diretti, al contrario, ai campi di accoglienza per rifugiati. Una meta rifiutata dai migranti. Nonostante dagli altoparlanti sia stato spiegato in arabo e inglese che non sarebbero state coperte tratte internazionali dai treni in partenza dalla capitale, i migranti speravano lo stesso in un cambio di rotta.

Sullo sfondo, una giornata di polemiche accesissime fra i leader politici. Viktor Orban, a Bruxelles, ha rilanciato l'ipotesi di erigere un secondo muro ai confini con la Croazia se un flusso eccessivo di arrivi lo dovesse rendere necessario. Sulla Faz, invece, il leader ungherese ha lanciato l'allarme di "un’invasione dei musulmani in Europa", che metterebbe a rischio le "radici cristiane" del continente. Si pone la questione, è il ragionamento del premier di Fidesz, "se l’Europa sia ancora nella situazione di mantenere il proprio ordine di valori cristiano. Se noi perdiamo di vista questo, il pensiero europeo finirà col diventare una minoranza nel suo stesso continente".

Gli ha risposto il presidente Donald Tusk, con fermezza: "Io sono profondamente cristiano. Per me la cristianità sta nel principio fondamentale di ’amare il prossimo tuo come te stessò, cioè aiutare chi è in difficoltà senza distinzione di razza o di religione". Il dibattito politico è proseguito divenendo scontro a distanza con la cancelliera Angela Merkel. "Il problema è tedesco", ha affermato Orban a Bruxelles, sottolineando che i profughi vogliono andare in Germania. Mentre il suo vice, Janos Lazar, attribuiva anche i tafferugli di oggi alla stazione Keleti alla "posizione insicura della Germania" che ha illuso i profughi.

"La Germania fa soltanto ciò che è moralmente e giuridicamente dovuto", ha replicato secca la cancelliera, ribadendo che l’emergenza attuale "riguarda tutta l’Europa". Il duello fra i capi di governo è avvenuto proprio nelle ore in cui i migranti, in viaggio su quei treni agognati per giorni e finalmente "conquistati", venivano bloccati dalla polizia ungherese a Bicske: qui, nelle vicinanze di un campo di accoglienza, sono stati pregati di scendere. Ma in molti hanno rifiutato. Gesti disperati, tafferugli con la polizia, scene drammatiche, ancora una volta. C’è chi si è aggrappato ai vagoni, fra svenimenti e pianti di bambini terrorizzati. Altri sono rimasti seduti lungo le banchine della stazione, rifiutando di andare sui bus, organizzati per accompagnarli. "No camp!", "Sos Germany!", hanno gridato. Una coppia di iracheni è arrivata a stendersi lungo i binari, con un neonato stretto fra le braccia della madre. Il padre è stato ammanettato. "Uccidetemi, ma non portatemi al campo!", urlava. In serata circa 300 persone hanno ripreso a protestare davanti alla stazione di Keleti: "Where is humanity?" (Dov’è l’umanità) "Where is freedom?" (Dov’è la libertà?), si chiede sui loro manifesti.

Commenti
Ritratto di Sniper

Sniper

Gio, 03/09/2015 - 23:04

E allora li prenda tutti la Cristiana Polonia di Tusk. L'talia no, che siamo tutti comunisti, persino Alfano, pare.

Ritratto di Legio_X_Gemina_Aquilifer

Legio_X_Gemina_...

Gio, 03/09/2015 - 23:12

Bravo Orban: dai tu l'esempio che qui il governo ha bisogno di qualcuno che gli dia il suggerimento...

Ritratto di Matko Srzich

Matko Srzich

Gio, 03/09/2015 - 23:25

Tutto vero. wher is a humanity, where is afreedom? Lo devono chiedere all' America unico colpevole che gli ha messi in queste condizioni. Ha messo sotto sopra un Paese ordinato..( come la Libia) solo perche'non gli piace presidente legitimamente eletto e perche vogliono esportare la democrazia. Davanti ai popoli europei ci sono 2 strade: emigrare anche noi in america latina oppure difendere la nostra patria. Voglio vedere cosa faranno i politicanti europei?

moichiodi

Gio, 03/09/2015 - 23:36

L'ue ha sbagliato ad ammettere stati immaturi.comunque l'Ungheria rimane una risorsa: nel caso di totale islamizzazione dell'Italia, salvini e i suoi tifosi potranno chiedere asilo a Budapest.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 03/09/2015 - 23:37

Di cosa si scandalizzano i creduloni buonisti plagiati dal culturame rosso? Sono così ignoranti ed in malafede da non sapere che la Svizzera ha da moltissimi anni installato sui monti, al confine con l'Italia nei pressi di Chiasso, una lunghissima e alta rete metallica sorvegliata dalle guardie? PRIMA DI FARE GLI STOLTI GLOBALISTI DELLA MORALE SI INFORMINO E LA SMETTANO DI CIANCIARE INUTILMENTE.

moichiodi

Gio, 03/09/2015 - 23:41

L'ue ha esagerato nell'ammettere stati immaturi. Però forse è un bene. In caso di totale islamizzazione dell'Italia, potrà chiedere asilo a Budapest. Magari con magdi cristiano

moichiodi

Gio, 03/09/2015 - 23:47

L'ue ha sbagliato ad ammettere stati dell'est. Ma potrebbe tornare utile in caso di islamizzazione dell'Italia. Salvini il cristiano e i suoi tifosi e pure magdi cristiano potranno chiedere asilo a Budapest

Ritratto di Zaakli

Zaakli

Gio, 03/09/2015 - 23:51

Queste "persone" devono essere aiutate, anzitutto, a non dovere fuggire dalla propria casa, dalla propri terra e quindi dalla propria storia!!! Pertanto, anziché pensare, solo, a globalizzare l'economia con i risultati fallimentari dovuti alle notevoli differenze del costo della vita, perché non si comincia a parlare di globalizzare i diritti umani e il rispetto per la persona umana, perché??? Perché non si cominciano ad abbattere senza pietà i governi che non rispettano questi valori? Forse perché, ad esempio, proprio i nostri non la rispettano facendo vivere le persone con stipendi e pensioni inferiori ai costi degli affitti!!! Mentre chi governa o/e gravita non sa più neanche quanti soldi ha, eh! Allora è chiaro che sfinendo i primi debbano essere rimpiazzati dai migranti che dovranno provvedere, a breve, a pagare i benefici di chi governa... altro che aiuto umanitario e disinteressato!!! Svegliamoci, Dio non so se al punto ci salverà, ma il PIL non lo farà di certo.

Ritratto di Ulrico

Ulrico

Ven, 04/09/2015 - 00:12

Profughi di guerra che sono scappati per salvarsi la vita. Beh, è normale che per salvarla bene scelgano chi dovrà ospitarli o no? I profughi bisogna aiutarli, ma quando hanno certe pretese, fanno girare i santissimi.

Blueray

Ven, 04/09/2015 - 00:37

"No camp"! but hotel with swimming pool! Certo adesso te lo danno l'hotel, se no fai qualche km in più e vieni nel Belpaese dove un 3 stelle non si nega a nessuno, ovviamente a spese degli italiani che non contano più nulla e neanche si possono opporre alle scelleratezze più astruse!

Ritratto di AdrianoAG

AdrianoAG

Ven, 04/09/2015 - 00:44

Si vabbe' sono profughi, ma si comportano come invasori in casa altrui. Sembra che, con la scusa dell'emergenza, tutto sia loro dovuto ed a qualsiasi costo!L'Europa non dia segni di debolezza, come purtoppo avviene in Italia,ma sia ferma e determinata. In caso contrario questa gente potrebbe approfittarne!

TonyGiampy

Ven, 04/09/2015 - 01:49

L'Europa sta diventando una pattumiera che sta per esplodere:frotte di disperati senza futuro, frotte di europei senza futuro,disoccupazione,delinquenza,reati a catinelle.Gente al governo laureata e, sulla carta, con cervello e cultura che continua a guardare approvando tutto questo. Secondo una notizia de "il Messaggero" anche la Gran Bretagna sembra aver ceduto alle pressioni europee. Non me la danno a bere. Qui il buonismo non c'entra niente, c'e' sotto qualcosa di molto piu' grande!!!

mila

Ven, 04/09/2015 - 03:23

Anche Orban ha paura della Germania, altrimenti avrebbe cercato di accontentare i profughi e di farli proseguire.

GMfederal

Ven, 04/09/2015 - 08:02

Grande popolo!!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 04/09/2015 - 08:24

Se tutti alzassero i muri per fermare le migrazioni incontrollate, dall africa non partirebbe piu nessuno! Ma perché la sinistra di XGERICO, TOTONNO58, PONTALTI, ERSOLA, GIORGIO1952, SNIPER, GZORZI, PINUX3, FAB73, ecc non capisce quello che sta succedendo?

venco

Ven, 04/09/2015 - 08:58

Si aiutano chi ha veramente bisogno e i più poveri, non certo quelli che vengono qua ma quelli che son rimasti la.

venco

Ven, 04/09/2015 - 09:21

Tutti questi profughi, essendo islamici, sono complici del califfato che vuol conquistare il mondo e sottometterci, non sono veri profughi.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 04/09/2015 - 09:21

gli ungheresi hanno capito di essere in guerra, gli italiano non ancora ma presto se ne accorgeranno.

Cinghiale

Ven, 04/09/2015 - 10:22

Sono tutti uguali a quanto pare. Accogliamoli tutti a casa di altri. Adesso che vogliono andare in Germania la Germania fa la schizzinosa?

bruno.amoroso

Ven, 04/09/2015 - 10:47

"visto che il primo non è servito a niente, rendiamoci ancora più ridicoli tirandone su un altro!"

bruno.amoroso

Ven, 04/09/2015 - 10:52

mortimermouse: secondo te uno che muore di fame si fa fermare da un muro? non dico cosa penso per non beccarmi querele

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 04/09/2015 - 11:14

bRuno.amoroso no certamente! Ma se il muro fosse innalzato nel 2010 in concomitanza con la rivolta araba, ora non saremmo a questo punto! Mi pare comprensibile persino ad un bambino di 4 anni!

Giorgio Rubiu

Ven, 04/09/2015 - 11:19

@ franco-a-trier_DE - Quando gli Italiani si accorgeranno di essere in guerra, scopriranno anche di averla già persa. L'invasione, ancora in atto, è già a buon punto. Appena essi saranno in numero sufficiente cominceranno a buttarci fuori dal nostro Paese a calci nel sedere o ci scanneranno come è nelle loro abitudini. Temo che per salvaguardare la nostra razza (cultura, religione ed anche cattive abitudini) sia già troppo tardi. Cordialità. Giorgio.

bruno.amoroso

Ven, 04/09/2015 - 12:25

mortimermouse: forse non ti è chiaro che i fenomeni migratori esistono da che esiste l'uomo. L'Italia è SEMPRE stata crocevia di popoli per esempio e lo vedi anche nei tratti somatici delle varie persone (che ci fanno i biondi con gli occhi azzurri in Puglia per esempio?). La storia dimostra anche che chi si è opposto a questo ha avuto 2 destini: estinguersi perchè l'isolamento porta a un rallentamento dell'evoluzione di una comunità (oltre che un suo imbruttimento ed indebolimento) oppure essere ridicolizzato e sottomesso dalla storia e dagli altri popoli che hanno saputo sfruttare al meglio il fenomeno. Aldilà della lezione di storia (purtroppo voi bananas presentate enormi lacune didattiche), resta il fatto di base che se stai morendo di fame o sei minacciato da una guerra scappi e NON C'E' MURO CHE TENGA. Si chiama istinto di sopravvivenza

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 04/09/2015 - 13:03

Bruno amoroso, capisco. Ma 1000 anni fa non è ieri! Allora attraversare il mare con barchette a remi era morte certa! La migrazione avveniva con le occupazioni, come i lanzinechecchi. E non c'era nemmeno il concetto xi immigrato clandestino! Sull'istinto di sopravvivenza ha ragione. Ma è proprio per la NOSTRA sopravvivenza, che si innalza il muro! Israele lo sta facendo per terrorismo, ma anche per controllare la migrazione palestinese. Come vede, bisogna interpretare bene la storia! Se a casa sua arrivano 100 e pretendono di dormire da lei e di essere sfamati a sue spese, lei che fa? Concede casa e patrimonio ai clandestini? Ma non credo proprio!

bruno.amoroso

Ven, 04/09/2015 - 14:05

mortimermouse: si rassegni, i muri non hanno mai funzionato. L'immigrazione va gestita in modo che porti vantaggi, cioè quello che non ha mai saputo fare l'Italia. Punire chi trasgredisce e favorire chi apporta capacità. D'altra parte la nazione più potente al mondo è fatta al 99,9% da immigrati