Contro l'Isis in campo pure la Legione Straniera

Oltre ai raid aerei e alla missione navale i francesi potrebbero combattere Isis anche con un contingente di terra allargato ai mitici Legionari

Contro i tagliagole dell'Isis potrebbero scendere in campo anche loro, i combattenti della Legione Straniera.

Dopo i raid aerei (che sono già in corso) e l'operazione navale già avviata con l'invio nel Mediterraneo Orientale della portaerei Charles De Gaulle, la Francia potrebbe scegliere di intervenire in Siria anche con un contingente di terra. Nel caso, spiega Difesa Online, un'opzione al vaglio dell'Eliseo sarebbe quella di contingenti limitati nel numero ma altamente specializzati.

Come appunto, le compagnie della Legione Straniera. Unità d'èlite dell'esercito transalpino, la Legione venne fondata da re Carlo X nel 1831, in occasione della conquista francese dell'Algeria: la sua particolarità è quella di essere aperta a stranieri di qualsiasi nazionalità pronti a combattere per la Francia in cambio di un ingaggio.

Con gli anni, si è trasformata in un reparto speciale d'eccellenza che oggi conta oltre settemila uomini altamente specializzati e forgiati attraverso un addestramento la cui durezza è leggendaria. I jihadisti dell'Isis iniziano già a tremare.

Commenti

buri

Gio, 19/11/2015 - 18:16

quelli dell'ISIS l'hanno voluto, orase lo dovranno subire

Ritratto di gabriele74-cina

gabriele74-cina

Ven, 20/11/2015 - 02:11

Questi della legione straniera non scherzano. Un amico di un mio zio che è stato nella legione ha raccontato delle storie assurde, ma vere. Speriamo che non si dimentichino i proiettili rivestiti di grasso di maiale... vuoi mica che questi invasati vadano in paradiso da martiri.