Contro l'Isis la Francia schiera la portaerei Charles De Gaulle

Parigi manda la sua nave ad guerra più potente a combattere contro il Califfato nelle acque del Mediterraneo orientale

La Francia schiera la nave più importante della propria flotta da guerra contro l'Isis.

Il governo di Parigi ha fatto sapere che la portaerei Charles de Gaulle verrà impiegata nel Mediterraneo orientale in operazioni strategiche contro le basi del sedicente Califfato. Lo ha dichiarato giovedì il presidente Francois Hollande all'inaugurazione di nuovi uffici del ministero della Difesa nella capitale francese.

"La portaerei - ha spiegato il presidente - ci consentirà di operare in condizioni di maggior efficienza nella fase di coordinamento con gli altri alleati della coalizione." La Charles De Gaulle si muove solitamente con una nutrita scorta di sottomarini, fregate, navi appoggio e naturalmente caccia da combattimento e aerei da ricognizione.

Gli aerei da guerra transalpini operano in Siria contro obiettivi dell'Isis sin dalle ultime settimane di settembre, nell'ambito dell'offensiva occidentale capitanata dagli Stati Uniti. Dall'inizio dei raid i francesi hanno portato a termine 2 attacchi contro il Califfato in Siria e ben 271 in territorio iracheno.

Commenti

marcomasiero

Lun, 09/11/2015 - 10:46

noi invece raccogliamo negri con la Cavour !!!

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Lun, 09/11/2015 - 11:02

Noi cosa mandiamo che si sono mangiati perfino i fanalini degli stop e i freni a disco delle navi, potremmo inviare al fronte una nave pizzeria per la ristorazione della marinerie da guerra serie. Ogni pizza sarà ben Robertocrestata a beneficio secondo un'ordine gerarchico ben definito.

Ma.at

Lun, 09/11/2015 - 11:04

Prima di partire dovrebbero sbarcate tutti i musulmani, così potrebbero lavorare in sicurezza!

puponzolo

Lun, 09/11/2015 - 11:31

Un giorno li mette al potere e il giorno dopo li cannoneggia

Ritratto di Lupodellealpi

Lupodellealpi

Lun, 09/11/2015 - 11:32

< nell'ambito dell'offensiva occidentale capitanata dagli Stati Uniti >...... Ma se l'I$I$ è finanziata dagli USA stessi ??? E' un abile gioco delle parti gestito dalla plutocrazia mondialista. Il tutto ad unico giovamento del $IONI$MO INTERNAZIONALE

Renny60

Lun, 09/11/2015 - 11:40

Anche noi abbiamo due portaerei: la Garibaldi e la Cavour, ma invece di difendere i nostri confini vengono utilizzate per portare in italia ogni tipo di cozzaglia proveniente dall'Africa per far felice la premiata ditta Boldrini & Company. Schifosi bastardi!!

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Lun, 09/11/2015 - 12:15

E la portaerei Clemanceau che fine ha fatto? Scassata com'era per l'ISIS andava benissimo. Puntava da una parte e sparava dall'altra... Sai che disastri. Ora c'è da rabbrividire, quando si muovono i franciosi non si può stare tranquilli: Tonkino, Algeria, Suez, Libia. Con loro non c'è niente da fare, credono di essere intelligenti. Bisogna prenderli così.

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Lun, 09/11/2015 - 12:22

Togli Roberto, lascia solo crestata* *dove ci fanno la cresta mangiandoci sopra,e chi non cresta in compagnia è sicuramente una spia

agosvac

Lun, 09/11/2015 - 13:07

La Francia deve stare molto attenta: se le dovessero affondare la De Gaulle, non avrebbe più nessuna flotta!!!

Tuthankamon

Lun, 09/11/2015 - 13:29

Si, ma resta un "ordine sparso" per farsi vedere dal pubblico! Così serve davvero a poco!

massmil

Lun, 09/11/2015 - 13:56

Noi poi ci prepariamo a fare fiumi di televisione su tutte le reti, quando i delinquenti che abbiamo pescato in mare si sveglieranno con atti terroristici. Che idioti, ma che possiamo sperare, con chi chessia al governo, noi italiani facciamo o i voltagabbana o giriamo lo sguardo dall'altra parte.

amecred

Lun, 09/11/2015 - 14:25

ma ancora ci propionate queste balle sulla Guerra all'ISIS??? in una qualunque Guerra, la prima cosa che si colpisce sono le vie di rifornimento. per L'ISIS sono Turchia, Giordania e Arabia Saudita. Se vuoi fare la Guerra all'ISIS, cominci a bombardare loro. Se no la vuoi fare, lo capiamo benissimo il perche', non abbiamo bisogno di scuse, ma per piacere, piantatela con questa manfrina, non ne possiamo piu'. E' da 4 anni che ci raccontate balle per nascondere quello che e' ovvio a tutti: rimuovere Assad, costi quel che costi.

Kosimo

Mar, 10/11/2015 - 08:56

La Francia non lavora per l'Europa, lavora per altre potenze straniere, come in Libia ha lo scopo di produrre ancora più profughi in Siria da riversare in Europa