Corea del Nord, iniziata trasmissione messaggi cifrati

Potrebbe significare tutto o nulla. Non vi è alcuna connessione con un evento disastroso. Potrebbe essere un tipo di guerra psicologica della Corea del Nord volta a creare confusione nel Sud

La Corea del Nord, tramite Radio Pyongyang, ha trasmesso pochi minuti fa dei messaggi cifrati, simili a quelli utilizzati per contattare le spie durante la guerra fredda.

n° 69 a pagina 823

n° 92 a pagina 467

n° 100 a pagina 957

I messaggi sono trasmessi via radio ad onde corte. Yonhap News Agency rileva che il cifrario è diverso. Nello specifico, l'ultimo gruppo di numeri sarebbe diverso da quello trasmesso nel messaggio di domenica scorsa. Durante la Guerra Fredda, la Corea del Nord utilizzava tale approccio per dare istruzioni alle spie. La Corea del Nord ha interrotto la trasmissione dei messaggi cifrati nel 2000, dopo lo storico vertice con il Sud. Lo scorso 24 giugno, dopo sedici anni di silenzio radio, la trasmissione dei messaggi è improvvisamente ripresa. Dalla scorsa estate ad oggi, Radio Pyongyang avrebbe trasmesso 32 messaggi in codice.

Potrebbe significare tutto o nulla. Non vi è alcuna connessione con un evento disastroso. Potrebbe essere un tipo di guerra psicologica volta a creare confusione nel Sud, per tattiche di guerra che risalgono agli anni ‘50. Basti pensare che la Corea del Sud per ritorsione, effettua regolarmente delle trasmissioni di propaganda dagli altoparlanti mobili posizionati a ridosso dei confini con il Nord. Le trasmissioni transfrontaliere del Sud includono di tutto: dalla K-pop alle previsioni meteo fino alle critiche al governo della Corea del Nord. Il General Bureau of Reconnaissance, formato nel 2009, coordina tutte le operazioni di spionaggio della Corea del Nord.