La Corea del Nord nega l'attacco a Sony Obama: reagiremo

Kim Jong-un arriva a minacciare "conseguenze gravi" per gli Usa. E nega l'attacco a Sony

Che cosa significa «risponderemo in modo proporzionale nei modi e nei tempi che vorremo e che certo non posso rivelare qui?». Le parole usate venerdì da Obama dopo l'attacco cibernetico della Corea del Nord, che ha indotto la multinazionale Sony a ritirare un film in cui si ipotizzava un attentato al leader Kim Jong-un lasciano il mondo con il fiato sospeso. Che l'America debba reagire, non c'è alcun dubbio: non può permettere, come ha detto lo stesso presidente, che un qualsiasi dittatore attenti alla sua libertà di espressione fino a costringere una grande azienda a cedere al ricatto; non può, a rischio che altri avversari ricorrano al medesimo strumento per i loro fini, lasciare impunito un attacco cibernetico che, per le sue caratteristiche e per la sua violenza (un sito di hacker chiamato ironicamente Guardiani della pace ha addirittura minacciato un nuovo 11 settembre se la pellicola fosse stata diffusa) non ha precedenti. L'Fbi, dopo una lunga indagine, si dice sicuro che l'attacco arrivi da Pyongyang, ed anche la Crowdstrike, la maggiore agenzia per la sicurezza informatica, lo ha confermato. Ieri la Corea del Nord ha ufficialmente smentito il suo coinvolgimento, proponendo a Washington una «indagine congiunta», assicurando di avere le prove della propria estraneità all'operazione e minacciando «gravi conseguenze» se la sua proposta non sarà accettata. Ma, vista la ben nota abitudine di Pyongyang a mentire, e i numerosi precedenti di incursioni nordcoreane nei computer di istituzioni di altri Paesi, nessuno le presta fede. L'America sa da tempo che Kim Jong-un dispone di un esercito di 1.800, e forse addirittura tremila hacker (alcuni sarebbero dislocati in Cina) e che è responsabile per gli attacchi del 2009 alla presidenza della repubblica e al ministero della Difesa sudcoreani e al Ministero dell'Economia degli Usa e di quello - devastante - del 2013 alle banche di Seul. Tuttavia, distruggere la struttura responsabile di queste incursioni, denominata «Ufficio 121» è tutt'altro che facile, e reazioni di tipo più convenzionale, affidate alle Forze armate, potrebbero avere conseguenze pericolose. Kim è un personaggio imprevedibile, e purtroppo dispone di 8-10 ordigni nucleari.

Possiamo dire, comunque, che l'attacco alla Sony, che Obama ha severamente rimproverato per il suo cedimento (ma, dopo il rifiuto dell'80% delle sale cinematografiche e delle maggiori reti televisive a proiettare il film, la società si è impegnata a trovare altri canali per diffonderlo) ha aperto una nuova era nella guerra cibernetica. Una guerra mai dichiarata, basata non solo sulla tecnologia, ma anche sull'abilità di operatori, talvolta addirittura minorenni, che vengono spesso reclutati tra coloro che hanno cominciato la loro attività violando la legge. Ormai quasi tutti i Paesi dispongono di squadre specializzate sia negli attacchi cibernetici a obbiettivi «nemici», sia nella difesa della propria rete dalle incursioni altrui. È leggendario il modo in cui gli israeliani - con il probabile aiuto americano - sono riusciti a introdurre nel sistema informatico iraniano un virus che ha bloccato per parecchio tempo le attività dirette alla fabbricazione della bomba atomica. I russi, a loro volta, hanno condotto una guerra cibernetica segreta contro l'Ucraina, e i cinesi hanno attaccato a più riprese aziende americane, allo scopo di sottrarre loro segreti industriali. La novità, nella vicenda della Sony, è che i nordcoreani hanno penetrato e devastato il sistema informatico dell'azienda a scopo puramente intimidatorio, ottenendo il risultato che si proponevano e creando un precedente pericolosissimo.

Dunque, come reagire? Fleming Rose, direttore della rivista danese che subì gravi minacce dai musulmani per avere pubblicato una vignetta in cui Maometto nascondeva una bomba nel turbante, fa notare che, da allora, nessuno in Europa osa più stampare materiale offensivo per il profeta e suggerisce che l'America risponda invece con una raffica di film e telefilm che prendono in giro Kim Jong-un. Potrebbe essere un'idea, ma difficilmente Obama se ne accontenterà. Aspettiamoci qualcosa di più, e un inevitabile aumento della tensione con l'ultimo Paese stalinista del mondo.

Commenti
Ritratto di nonmollare

nonmollare

Dom, 21/12/2014 - 14:48

speriamo invece che sia il prossimo Presidente ad occuparsene...se ci mette le mani (o, peggio, la testa) Obama...che DIO abbia pietà di noi.

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Dom, 21/12/2014 - 15:00

(1 di 7, segue) Eh si, gli USA non possono permettere che un "qualsiasi" dittatore attenti alla loro controllata-pilotata "libertà d'espressione" fino a costringere una grande azienda a cedere al ricatto (col rischio che qualcun altro possa credere che gli USA siano "attaccabili" in alcun modo)! Solo gli USA possono farlo!!! Il regime della Corea del Nord è qualcosa di buono? NO! Andava spazzato e andrebbe spazzato e il mondo sarebbe un buon 2% migliore... Gli USA stanno da decine d'anni destabilizzando e precipitando nel caos l'intero pianeta senza porsi alcun limite nel calpestare ogni diritto umano e qualsiasi accordo o linea di condotta precedentemente stabiliti. L'interesse economico, finanziario, strategico, energetico, il controllo al limite dello schiavismo di chiunque sia stato così vigliacco e debole da assoggettarsi alla loro ingerenza, la persecuzione e l'attacco violento di chiunque costituisca un ostacolo al loro controllo planetario o osi tentare di rimanere...

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Dom, 21/12/2014 - 15:01

(2 di 7, segue) ...indipendente, sovrano e contrastare i loro piani di conquista, sono tutte cose in nome delle quali hanno commesso, commettono e continueranno a commettere veri e propri crimini contro l'umanità. Hanno distribuito basi militari ufficiali (oltre 240) e sotto copertura (quelle dedicate alle famigerate "operazioni speciali" sono piazzate in almeno 134 stati) sono ovunque, destabilizzano nazioni precipitandole nel caos e nella disperazione, manovrano tutta l'informazione occidentale (e non), controllano la finanza internazionale, impongono agli "alleati" (ridotti, tutti, al ridicolo ruolo di servitori obbedienti) qualsiasi cosa vogliano e la stessa cosa la fanno con l'ONU, il FMI, la NATO, il Parlamento Europeo, le ONG, i G7-8-20, la Corte Internazionale di Giustizia, ecc... Loro decidono, tutti gli altri si devono adeguare! E per convincerli meglio e prima, utilizzano NSA, CIA, STRATFOR, SOCOM (Berretti verdi, Rangers, Navy Seals, Delta Force, ecc.), USAID,...

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Dom, 21/12/2014 - 15:04

(3 di 7, segue) ...le agenzie d'informazione (Reuters, CNN, Fox News e mille altre), la banda di "banksters" (banchieri-gangster, come Goldman-Sachs e soci...), una pletora di compiacenti organizzazioni (Open Society di Soros, Colour Revolution, Human Right Watch, Albert Einstein Insitute, la famigerata Otpor, ecc...) e un vero e proprio esercito di organizzazioni militari private (Academi-Blackwaters, Custer Battles, DynCorp, GK Sierra, ITT Corporation, KBR, MVM, Titan Corporation, Triple Canopy, Vinnell Corporation, ecc...) finanziate e utilizzate dalle amministrazioni americane per destabilizzare ogni angolo del mondo, per istruire-armare-coordinare-comandare i terroristi e/o i "rivoluzionari" che di volta in volta servono all'indecente ingerenza/interesse USA. Hanno fatto in modo di polverizzare l'ex-Yugoslavia creando dal nulla uno stato (il Kosovo), depredando con la forza territori di altri stati, per compiacere i musulmani. Hanno rovesciato governi in Sud-America,...

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Dom, 21/12/2014 - 15:05

(4 di 7, segue)... hanno finanziato-armato-istruito-supportato negli anni 80 i Talebani afgani (si, quelli che hanno appena trucidato 135 bambini in Pakistan, ferendone altri 200...) solo per osteggiare il "repulisti di integralisti" che la Russia stava facendo, hanno organizzato-armato-finanziato le "primavere arabe" e trasformato in un macello la Libia. Hanno istruito-armato-finanziato-organizzato i ribelli-terroristi-inegralisti siriani nel tentativo di rovesciare il governo di Assad e ora questi si sono trasformati in quell'ISIS integralista che versa fiumi di sangue in SIria e Iraq e quindi adesso li stanno bombardando (ma senza esagerare, almeno fino a quando questa "destabilizzazione" sarà utile alla strategia di continua guerra che bene serve gli interessi USA in Medio Oriente....). Hanno organizzato-finanziato-fiancheggiato il colpo di stato in Ucraina per occuparla e scollegarla dalla Russia (il fatto che questo abbia provocato oltre 5000 vittime civili -molti bambini-,...

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Dom, 21/12/2014 - 15:07

(5 di 7, segue) ...1,5milioni di sfollati, la distruzione di villaggi e città oltre all'annientamento di imprese, acquedotti, elettrodotti, ecc... non viene nemmeno considerato, né condannato da nessuno in occidente) aggiungendo il "coup de theatre" dell'abbattimento da parte di Kiev del volo MH17 con 298 "giustiziati a comando" con crocifissione-condanna, invece, dei ribelli dell'est e della Russia. Certo, è singolare che, nonostante le evidenze della responsabilità di Kiev immediatamente fornite dalla Russia, dopo 5 mesi non sia ancora uscito nulla di risolutivo dai servizi olandesi che stanno studiando col microscopio le scatole nere... come è singolare che, recentemente, molte nazioni abbiano chiesto la restituzione (per ora negata, dilazionata, ostacolata...) di parte o di tutte le loro riserve auree depositate nei forzieri USA, ma l'unica ad aver ricevuto tutto-e-subito il proprio oro sia proprio l'Olanda...

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Dom, 21/12/2014 - 15:12

(7 di 7, fine)... (dopo il possibile-legittimato strillo di Cuba "gli USA vogliono invaderci") armamenti e truppe Russe ai loro confini. I popoli europei hanno capito i raggiri politici-economici-finanziari attuati da Bruxelles a danno di tutti noi, così come hanno capito che l'Euro è un cancro tedesco, che veniamo ricattati, schiavizzati e coinvolti nelle scellerate, violente, invasive politiche degli USA, dei loro complici "anglosassoni" (UK, Canada, Australia) e non (Arabia Saudita, Israele e gli stati "burattino" come Ucraina, Polonia, Iraq, Libia, ecc...). Un avvicinamento Europa-Russia è stato -è-resterà il vero incubo americano (e, in parte, anche cinese...), ma se non troveremo la forza di esautorare i burocrati di Bruxelles e pensare positivamente (e, finalmente, democraticamente) al nostro interesse... presto potremmo trovarci in una devastante situazione di guerra continua che ci annienterà definitivamente. Spero che presto si trovi la forza di rialzare la testa!!!

Eraldusik

Dom, 21/12/2014 - 15:20

UN'ALTRO PAESE DA "NORMALIZZARE" DALL'ABBRONZATO E DAI SUOI MERCENARI DOPO IL GOLPE DI KIEV?

Eraldusik

Dom, 21/12/2014 - 15:24

@ilsaturato, non si può che condividere tutto quello che hai scritto.

Nerone2

Dom, 21/12/2014 - 16:09

ilsaturato, fa sempre piacere leggere i suoi commenti!!

CONDOR

Dom, 21/12/2014 - 16:58

DAI premio nobel per la pace sulla fiducia, dai che ci riesci ad iniziare un'altra guerra.

Linucs

Dom, 21/12/2014 - 17:42

La Corea del Nord è l'unico terrorista tanto pirla da non rivendicare gli attentati.

blackbird

Dom, 21/12/2014 - 18:16

Che sia stata proprio la Korea del Nord a proferire le minacce alla Sony o siamo di fronte alle famose "armi di distruzione di massa" che la CIA giurava fossero in possesso di Saddam? Il Ministro degli esteri USA lo giurò all'assemblea dell'ONU! In fondo pare che nel film il Preidente Koreano venga ucciso da un complotto ordito dalla CIA, forse ci fanna più brutta figura gli USA.

mariolino50

Dom, 21/12/2014 - 18:18

ilsaturato Purtroppo credo che hai colto nel segno. Poi vorrei vedere cosa direbbe Obama se facessero un film dove si dice come ucciderlo.

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Dom, 21/12/2014 - 19:52

(6 di 7, segue) ...La verità è che il dollaro, la finanza, l'egemonia armata USA è sull'orlo del collasso; 60mila mld di $ di debito totale, 16mila mld di debito estero, uniti al fatto che se il valore delle attività della FED diminuirà solo dell’ 1,26%, l'emittente di valuta di riserva dominante del mondo diventerà INSOLVENTE! Ma loro pensano a comminare sanzioni a destra e a manca (obbligando l'Europa a fare altrettanto con enorme danno per l'Europa stessa), fare svalutare il Rublo, mettere al bando e isolare dall'economia-finanza mondiale società, persone, organismi e intere popolazioni (Crimea) senza nessun coinvolgimento dell'ONU o di chiunque altro. E adesso, dopo aver creato il precedente dello spiegamento militare ai confini russi facendo strillare alle ridicole repubbliche baltiche "abbiamo paura che la Russia ci invada", stanno tentando di far dimenticare a Cuba 54 anni di sanzioni, vessazioni e violenze USA per scongiurare il pericolo di vedere schierati...

mauriziosorrentino

Lun, 22/12/2014 - 00:23

Volevo scrivere qualcosa,ma il Saturato mi ha dato 3 giri e mi accontento di complimentarmi con lui! Aggiungo solo che il film della sony costituisce un atto di guerra non convenzionale gravissimo(ho visto la scena del'uccisione con proiettile di artiglieria sull'elicottero di Kim Jong Un)immaginate se qualcuno avesse fatto un film simile con vittima spappolata il premio nobel per la pace Barak Ussein Obama!...credete che se ne parlerebbe al rovescio come ora? Dico al giornalista che non ho voglia di rintuzzare su tutte le scorrettezze dell'articolo(affermazioni implicite e esplicite indimostrate...

mauriziosorrentino

Lun, 22/12/2014 - 00:24

tipo Kim Jong Un è notoriamente un mentitore...mentre l'FBI e quell'altra agenzia citata direbbero sempre la verità!...ricordiamoci la fialetta agitata all'ONU sulle armi chimiche di Saddam,poi mai trovate,la strage di Srebrenica poi mai nitidamente dimostrata,che permise di bombardare Belgrado,le armi chimiche si Assad,poi si scoprì usate dai ribelli finanziati dagli USA e via dicendo...) La vera notizia scandalosa è che qualcuno possa fare un film che materializza la fantasia USA di vedere ammazzato un capo di stato vivente e in carica,e pazienza che il pubblico lo vada a vedere, ...(oramai siamo all'allevamento di maiali)ma nessuno dei premi nobel per la democrazia e la pace senta l'impulso di sottolineare l' eversività del gesto!

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 22/12/2014 - 14:16

La Cina vuole costruire in Nicaragua un canale alternativo a Panama (di fatto controllato dagli USA). Vedremo la reazione USA, l'ennesimo probabile golpe

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 22/12/2014 - 14:20

Wang Yi, ministro degli Esteri cinese ha ufficialmente offerto aiuto alla Russia... e proposto di intensificare lo scambio in Yuan. Fine del dollaro.. .. altro che Nordcorea... i problemi USA sono altri. SONO FINITI. Un bene per il mondo intero.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 22/12/2014 - 14:24

Nordcorea come l'Ucraina? Ennesimo tentativo di destabilizzazione? stavolta la Cina? Ma dove vogliono andare gli americani? Stavolta se precipitano il mondo nella guerra mondiale, finalmente le pagheranno tutte, tutte... Los Angeles e New York assaggeranno l'orrore che loro hanno causato a Hanoi, Tokyo, Hiroshima, Nagasaki, Dresda, Falluja, Amburgo, Darmstadt, ecc... ecc...

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 22/12/2014 - 14:26

La Cina ormai sta accelerando l'uscita dal dollaro. Scambia in Yuan, Yen, ecc... GAME OVER Soros, Goldman Sachs e altra feccia.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 22/12/2014 - 15:28

La Cina normalmente agisce con prudenza, risponde con lentezza e senza dare nell'occhio. Stavolta il sostegno alla Russia è rapido, dichiarato ai 4 venti. La Cina vuol fare capire chiaramente agli USA e ai loro servi europei che non c'è più spazio per la loro destabilizzazione criminale.