Corsica, colpi di mitragliatrice contro due negozi musulmani

I colpi di mitragliatrice hanno colpito le vetrate di una macelleria ed un ristorante musulmano. Questo attacco potrebbe essere una vendetta dopo che il 24 dicembre scorso una ventina di immigrati armati di bastoni hanno aggredito tre vigili del fuoco e un poliziotto

Tre notti fa 56 colpi di mitragliatrice hanno colpito le vetrate di una macelleria ed un ristorante musulmano a Propriano, una località balneare della Corsica del sud.

Il procuratore della città, Eric Bouillard, che ha annunciato l’apertura di un’inchiesta sull’accaduto, ha spiegato che le facciate dei negozi sono state colpite da “una raffica di colpi sparati da un arma pesante, probabilmente un fucile d’assalto”.

Paul-Marie Bartoli, sindaco della piccola cittadina, condannando l’attacco, ha spiegato che la macelleria aveva già subito intimidazioni nel 2013, subito dopo l’inaugurazione. Sempre a Propriano, appena pochi mesi fa è apparsa la scritta “Arabi fora” (fuori gli arabi) nelle vicinanze di un centro di preghiera musulmano.

Anche questo attacco potrebbe essere collegato alle violenze che da più di un mese stanno colpendo i musulmani dell'Isola. Tutto è iniziato la notte della vigilia di Natale, quando ad Ajaccio, una ventina di immigrati, armati di bastoni, hanno aggredito tre vigili del fuoco e un poliziotto. L’episodio ha scatenato l’ira degli abitanti che, il giorno di Natale, hanno fatto irruzione in una moschea, tentando di bruciarla al grido “siamo a casa nostra”. La tensione è stata alta per giorni, tanto che Christophe Mirmand, prefetto della Corsica, ha vietato le manifestazioni pubbliche a partire dall’inizio di gennaio.

Jean-Guy Talamoni, leader degli indipendentisti di Corsica Libera - considerato molto vicino al gruppo paramilitare del Fronte di Liberazione Nazionale Corso (FLNC) - che hanno vinto le ultime elezioni regionali a dicembre, grazie all’alleanza con i nazionalisti di Femu a Corsica, ha condannato subito le violenze durante la manifestazione organizzata dagli abitanti di Ajaccio il 25 dicembre. “Questi atti – ha spiegato il numero uno degli indipendentisti - sono molto lontani dalla Corsica che vogliamo costruire”. Ma secondo alcuni giornali locali, pur non escludendo nessuna pista, a guidare le violenze ci potrebbero proprio essere i militanti del FLNC.

In Corsica la percentuale di stranieri è altissima. E proprio il movimento nazionalista ha sempre denunciato una “logica di sostituzione etnica” promossa dal governo di Parigi con l’invio nell’isola dei rimpatriati algerini dopo l'indipendenza del 1962, oltre che di una forte presenza di manovalanza proveniente dal maghreb.

Annunci
Commenti

Aegnor

Ven, 05/02/2016 - 18:39

Bene,molto bene,avanti così

cabass

Ven, 05/02/2016 - 18:51

Se c'è un posto in Europa dove le risorse vengono trattate come si deve, è proprio la Corsica! :-)

Cheyenne

Ven, 05/02/2016 - 18:58

BRAVI CONTINUATE COSI'

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Ven, 05/02/2016 - 19:03

Prove di guerra civile europea, sulle scene entro il 2030.

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 05/02/2016 - 19:05

VIVA I CORSI!!!! Pax vobiscum.

@ollel63

Ven, 05/02/2016 - 19:17

chi ha pa@@e sa difendersi.

lupo1963

Ven, 05/02/2016 - 19:36

Grandissimo popolo ."So corsu e ne so fieru"dicono,e si fanno rispettare eccome...

orsopolare

Ven, 05/02/2016 - 19:42

Questo è solo l'inizio, si arriverà a vere e proprie sommosse o rivolte con conseguenze non quantificabili od immaginabili al momento: i francesi sono sì libertè, fraternitè, egalitè, ma se qualcuno se ne approfitta si incavolano di brutto.

Ritratto di giangol

giangol

Ven, 05/02/2016 - 20:06

così si fa!!!!

Ritratto di viperainseno

viperainseno

Ven, 05/02/2016 - 20:16

purtroppo contro l'immobilità dei governi europei, solo i popoli possono cercare di rimediare a questo assurda situazione. Detto questo, la colpa non è degli immigrati. essi fanno quello che la politica dello stato gli consente di fare. LA COLPA E' DEI GOVERNI!!! per evitare tutto questo è necessario rimuovere questa assurda politica ed iniziare una restaurazione con le buone o con le cattiva, ma a livello di stato. Casi isolati non porteranno assolutamente a niente se non un bagno di sangue di persone indifese, che saranno le prime a subire le violenze.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 06/02/2016 - 01:15

Gli invasori islamici, amici degli assassini dell'ISIS, hanno trovato uomini che non si sono fatti plagiare dalla melassa buonista che infesta l'Europa. Hanno capito, al fischio dei proiettili di mitragliatrice, che in Corsica non ci sono i senzapalle smidollati che popolano l'Europa. NON È UN BUON SEGNALE MA L'INEVITABILE CONSEGUENZA DI UNA SCELLERATA E IRRESPONSABILE ACCOGLIENZA.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Sab, 06/02/2016 - 01:53

Evvaiiiiiiiiiiiiiiiiii !!!!!

claudioarmc

Sab, 06/02/2016 - 07:44

Esempio fulgido da considerare attentamente

goorka

Sab, 06/02/2016 - 08:17

Solidarietà a lu Populu Cursu!

linoalo1

Sab, 06/02/2016 - 08:21

Ma guarda se,a Casa Nostra,ossia l'Europa,dobbiammo essere ridotti così!!!Ma questa,è o non è Casa Nostra???

Beaufou

Sab, 06/02/2016 - 08:29

Eheheh, vuoi vedere che questi Corsi hanno qualcosa da insegnarci? Tosti, questi qua: hanno capito subito che le chiacchiere servono a poco...Ahahah. Ben fatto.

Ritratto di Alex Biffi

Alex Biffi

Sab, 06/02/2016 - 09:21

E' risaputo che i Corsi sono un popolo con gli attributi. Che cominci da loro la novella cacciata dei musulmani dall'Europa? Più che sperare, bisognerebbe agire ed emularli.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Sab, 06/02/2016 - 09:53

@Raperonzolo Giallo:...già!!

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Sab, 06/02/2016 - 09:55

IO; L;HO DICO DA 30 ANNI É LO RIPETO ANCHE ORA CHE IN EUROPA; CON L;EMIGRAZIONE INCONTROLLATA SI STANNO METTENDO LE RADICI PER LA III GUERRA MONDIALE; PERCHE VERRÁ UN GIORNO CHE I POPOLI EUROPEI AVRANNO LE PALLE PIENE DI QUESTA POLITICA BUONISTA DEI POLITICI KOMUNISTI; É ALLORA CI SARÁ UNA RIBELLIONE CHE SPAZZERÁ QUESTA MARMAGLIA; CHE VUOLE FARCI INVADERE DA GENTE CHE NON HA UN MINIMO DI CIVILTÁ!.

Holmert

Sab, 06/02/2016 - 10:28

La Corsica ha dato i natali a Napoleone e questo la dice lunga sul fiero carattere dei suoi abitanti. Reagire ai soprusi di chi è ospite e crede di essere venuto a cambiare le regole ed a comandare ,è legittimo e sacrosanto. Guai a coloro che si indignano stigmatizzando le reazioni di un popolo che difende i propri costumi e le proprie leggi. Onore al popolo corso,un tempo italiano-genovese e che ancora possiede gli zebedei.

ilbelga

Sab, 06/02/2016 - 11:20

occhio per occhi, dente per dente. bravi, cosi si fa altrimenti ci scambiano per dei caga sotto.

Ritratto di GIANCAGIO

GIANCAGIO

Sab, 06/02/2016 - 14:13

Danni limitati, eppure all'interno di un TIR si potrebbe trasportare qualche "pezzo" piu efficace e risolutivo...