Corte Aja: "La Cina non ha diritto sulle isole contese"

La Corte Permanente Arbitrale dell’Aja ha sancito che la Cina non ha alcun diritto storico sulle isole del Mar Cinese

La Corte Permanente Arbitrale dell’Aja ha sancito - in base alla convenzione Onu sul diritto del mare (Unclos) - che la Cina non ha alcun diritto storico sulle isole del Mar Cinese Meridionale in base alla cosiddetta "linea dei novi punti" in base alla quale Pechino rivendica la sovranità sul 90% delle acque dell’area. Questa la decisione assunta dai 5 giudici che però Pechino ha già fatto sapere di considerare "carta straccia". Il ricorso alla Corte è stato infatti avanzato unilateralmente dalla Filippine nel 2013 e i giudici, la cui sentenza è inappellabile, non hanno alcune mezzo per obbligare la Cina ad attenersi alle sue decisioni. La cosiddetta linea dei «nove punti» venne peraltro formulata dal governo del leader nazionalista Chiang Kai Shek nel 1947, sconfitto dai comunisti di Mao, e fatta propria nel 1949 dal premier cinese Zhou Enlai. Comprende un’area di quasi 3,5 milioni di km/q con territori rivendicati anche da altri Paesi del sud-est asiatico, come Vietnam, Brunei, Malaysia, e Taiwan, erede dei nazionalisti cinesi. "La Corte ha concluso che la Cina non può basare su alucn principio legale la rivendicazione di diritti storici entro la cosiddetta linea dei nove punti nel Mar Cinese Meridionale a 250 km dalle coste di Manila e a 900 da quelle cinesi.

"La Cina ha violato i diritti sovrani delle Filippine nella sua zona economica esclusiva (ZEE) interferendo con i loro diritti di pesca e di esplorazione petrolifera costruendo isole artificiali e senza impedire che pescatori cinesi agissero nell’area", si legge nella sentenza. Sentenza che ha quindi sancito come la ’secca di Scarborough’, occupata da Pechino e su cui la Cina ha abusivamente realizzato impianti artificiali, non è un’isola vera e propria, come le altre realizzate artificialmente negli arcipelaghi delle Spratly e delle Paracel. La Zona Economica Esclusiva (ZEE) è un’area di 200 miglia nautiche (370 km) di raggio intorno ad un’isola o anche dalle coste di un Paese in cui uno Stato ha diritti sovrani per la egstione e lo sfruttamento delle risorse naturali ed anche giurisdizione in materia di realizzazione ed uso di strutture artificiali, come quelle realizzate dalla Cina su barriere coralline o scogli appena affioranti. Isole su cui Pechino ha però costituito una situazione di fatto realizzando porti, piste d’atterraggio lunghe fino a 3 km, ed installando radar ed altre strutture militari.

Commenti
Ritratto di bandog

bandog

Mar, 12/07/2016 - 12:56

Sai che gliene frega ai...Pechinesi..

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 12/07/2016 - 13:22

Sentenza arrivata fresca fresca da washington, via l'Aja.

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 12/07/2016 - 13:25

Dimnenticavo, sai che gli frega ai cinesi. Se il bullo abbronzato alza la cresta, la cina non copre piu' il debito pubblico americano e gli fanno chiudere baracca.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 12/07/2016 - 13:33

La corte dell'aja (minuscolissimo) è quella che ignora i cirmini di guerra di Bush, Blair e Obama. Pagliacci in mano a Washington. Non per giustificare la Cina nel merito.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Mar, 12/07/2016 - 14:01

La Cina si sta preparando ad una guerra aperta con gli USA, grazie alla loro arroganza.

agosvac

Mar, 12/07/2016 - 14:09

Non si capisce bene in base a quale autorità la Corte dell'Aia possa decidere sui mari del Sud della Cina!!! Ovviamente i cinesi se ne fregano allegramente e continuano a fare quel che vogliono fare. Sarei curioso di sapere cosa potrebbero dire gli Usa se la Corte dell'Aia dovesse dire loro che i mari di Cuba sono dei cubani e non degli Usa!!!!! Sono solo stupidaggini di persone molto, molto stupide.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 12/07/2016 - 14:17

Sentenza ammmerigana... e notate: gli USA non riconoscono questo tribunale. Però lo usano per attaccare i loro nemici.

arkangel72

Mar, 12/07/2016 - 15:06

E' la guerra che sta preparando l'abbronzato premio nobel per la pace...e che ovviamente continuerà killary!!

Massimo25

Mar, 12/07/2016 - 15:41

...zzo che che sentenza.Sotto tutela di Washington hanno emesso detto questa cagata pazzesca...ma di quale tribunale si parla é un circo dei nani sotto tutela.Bush,Blair???silenzio siete solo infami al soldo usa.-

Ritratto di gabriele74-cina

gabriele74-cina

Mar, 12/07/2016 - 16:22

forza Cina! gli USA che sono il cancro planetario invece cosa fanno di tanto diverso?

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 12/07/2016 - 17:05

La superpotenza morente sta cercando di provocare Russia e Cina a ogni costo. Mandano avanti i loro vassalli (Europa a occidente e Giappone a oriente). Ma se trascineranno ancora una volta il mondo in guerra, stavolta pagheranno amaramente.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 12/07/2016 - 17:11

FMI, Banca Mondiale, ONU, corte dell'Aja, ONG di ogni genere (sistemanticamente nelle mani di Soros e soci)....sono tutti strumenti in mano all'imperialismo terminale americano mondialista. Organismi privi di qualsiasi credibilità, usati per portare avanti la distruzione delle sovranità nazionali a vantaggio del nuovo ordine mondiale massonico.

Baryton

Mar, 12/07/2016 - 17:18

@ausonio Gentile Sig Ausonio, vorrebbe essere così cortese da illustrare al pubblico le differenze fra Corte internazionale di giustizia dell’Aja, Corte penale internazionale dell’Aja e Corte permanente di arbitrato dell’Aja? Grazie!

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Mar, 12/07/2016 - 17:24

Ettepareva!! carta straccia. Comportamento tipico comunista.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 12/07/2016 - 18:12

Cina e Russia sono sotto attacco ma lo sanno perfettamente e stanno rispondendo. Anzitutto in economia. Russia e Cina stanno aumentando le riserve d'oro in maniera rapidissima. In Cina è incoraggiato l'acquisto di oro anche per i cittadini. In sostanza si preparano allo scenario da tempi ultimi, ben conoscendo l'indole del regime americano.

epc

Mar, 12/07/2016 - 20:29

E ola cinesi lispondele a tlibunale di Aia con glande pelnacchia! PLLLLLLLLLLL!!!!!!

giottin

Mar, 12/07/2016 - 20:57

Che sentenziano a fare se poi non hanno alcuna possibilità di fare rispettare le sentenze???

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Mar, 12/07/2016 - 21:10

Ausonio - Va sottolineato che comunque la Cina l'ha fatta fuori dal vaso con queste isole artificiali a centinaia di km fuori dalla loro zona... ovvio che l'America ci va 'a nozze' con sta cosa e sicuramente saranno stati i primi a procurare materiale probatorio al tribunale di Den Haag.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 12/07/2016 - 23:14

noi siamo "più" fortunati, possiamo spaziare fino ai confini libici.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 13/07/2016 - 00:04

In parole povere i cinesi ci si stropicciano il culo con le sentenze della corte di Den Haag. Come hanno fatto con il Tibet e con gli accordi per limitare l'inquinamento. Loro vanno avanti per la loro strada. E adesso? Che famo? Le sanzioni solo alla russia?

FRANCO1

Mer, 13/07/2016 - 00:30

La Cina è stata fatta crescere paurosamente dagli americani ed ora che ha soldi, potenza e conquistato le economie occidentali se ne frega altamente di questa sentenza!!! E chi si ribella il Vietnam e paesucoli confinati??? Se li compra un tanto al chilo!!!!

blackbird

Mer, 13/07/2016 - 08:32

E' proprio per questo che scoppiano le guerre! Gli organismi internazionali non hanno alcun potere, e voglio proprio vedere mr. Obama boicottare la Cina come ha fatto con la Russia (facendo patire all'Europa il danno maggiore).

Ritratto di gabriele74-cina

gabriele74-cina

Mer, 13/07/2016 - 10:43

@Ausonio: vivendo in Cina ti confermo quanto tu hai detto ed aggiungo che negli ultimi anni nel piano regolatore é espressamente indicato ed obbligatorio che ogni nuovo edificio debba avere due piani sotterranei di parcheggi in cui il secondo piano deve servire da rifugio. A vedere come sono strutturati nelle nuove case questi rifugi sono adatti in caso di conflitto nucleare.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 13/07/2016 - 20:00

La "tigre di carta" americana è ormai un bullo internazionale, un volgare tiranno che semina caos e guerra dappertutto. Ma Cina e Russia non sono la Germania e il Giappone degli anni '40. Questa volta gli USA verrebbero spazzati via.