Così Erdogan minacciò l'Ue: "Mettiamo i profughi sui bus"

La minaccia del presidente turco sarebbe avvenuta all'indomani del G20 di Antalya del 15 novembre in un incontro con Juncker e Tusk

"Siamo in grado di aprire le porte verso la Grecia e la Bulgaria in qualsiasi momento e possiamo mettere i profughi sugli autobus ... Così come vi comporterete con i rifugiati, se non si ottiene un accordo? Ucciderete i migranti?". È quanto il presidente turco Recep Tayyip Erdogan avrebbe detto ai leader dell'Unione europea se non gli avessero offerto un accordo per aiutare a gestire la crisi dei rifugiati in Medio Oriente.

Lo riporta il portale greco euro2day.gr spiegando che la minaccia di Erdogan sarebbe avvenuta all'indomani del G20 in Antalya del 15 novembre in un incontro con il presidente della Commissione Ue, Jean-Claude Juncker, e il presidente del Consiglio Ue, Donald Tusk. I due leader hanno rifiutato di confermare o negare l'autenticità del documento e l'ufficio di Erdogan ad Ankara non ha rilasciato commenti.

Una sintesi della riunione, in inglese, è stata pubblicata in fac-simile sul sito web. Non si precisa quando e dove l'incontro abbia avuto luogo, ma sembra che in un primo momento Erdogan avesse chiesto 6 miliardi di euro in due anni. Quando Juncker ha chiarito che l'accordo era solo per la metà della cifra richiesta, il presidente turco avrebbe ribadito che la Turchia non aveva bisogno dei soldi dell'UE. L'UE ha infine approvato un investimento 3 miliardi di euro per migliorare le condizioni dei rifugiati in Turchia, rilanciare i negoziati di adesione con Ankara dopo lunga fase di stallo e accelerare l'esenzione dal visto per i turchi in cambio dell'impegno di Ankara di arginare il numero di migranti verso la Grecia.

Annunci

Commenti

giusemau

Lun, 08/02/2016 - 22:38

quanto pubblicato dal sito greco,non avendo avuto nessuna smentita dalle parti fa pensare che le cose siano andate così,quindi l'EU si lascia intimorire dai ricatti dell'ottomano,promettendogli anche la velocizzazione di un'appartenenza all'unione ,aprendogli forse da subito le porte al transito, senza visto, per i levantini turchi....Mamma li turchi !!!!

Ritratto di SAXO

SAXO

Lun, 08/02/2016 - 22:43

Le trattative fatte tra camorristi e mafia siciliana, in confronto sono delle banchettate tra amici di vecchia data.Il regime mondialista anglosionista e i suoi affiliati occidentali,i subordinati di altri gruppi etnici comprati alla carta, gli asserviti e vassalli dirigenti di governi compiacenti, tutti insieme a derubare i bistrattati cittadini europei, per favorire i loro schifosi traffici di ogni genere: dal contrabbando di petrolio,al controllo dell immigrazione clandestina,al genocidio etnico europeo,dalla speculazione finanziaria selvaggia e infine all imposizione di regole e ideologie assurde di martrice neoliberista,tutta farina tirata fuori dal sacco del regime mondialista.

Clericus

Lun, 08/02/2016 - 22:44

Beh, se la mette cosi' possiamo sempre mettere sui bus qualche milionr di Turchi che vivono in Europa, non credo ne sentiremo la mancanza.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Lun, 08/02/2016 - 23:12

Va a finire che fanno la fine degli internati nei lager nazisti che aspettavano i liberatori russi e gli americani e sono stati liberati praticamente a guerra finita lasciati in balia della feroce rabbia nazista fino all'ultimo momento. In Siria sono i russi che fanno stragi mentre in Iraq i membri dell'ISIS praticano la loro politica al massacro di chi non aderisce ai loro diktat contrastati dalle sterili "grida" dei media TV e stampa. Perché invece di mandarli verso la fredda Europa i profughi siriani non vengono alloggiati nella parte turca di Cipro: tanto paga l'Europa.

Furgo76

Mar, 09/02/2016 - 00:05

che schifo! dobbiamo accordarci con questo qui quando potevamo tranquillamente discutere con Putin di come far fuori l'Isis e poi abbassargli le orecchie a questo opportunista!

Ritratto di Arlecchino_86

Arlecchino_86

Mar, 09/02/2016 - 00:25

Coi governi normali e colla volontà politica basterebbe dire "Fancasa, sultanetto, andiamo a sparare ai tuoi bus al primo contatto visuale". Si azzittirebbe subito. Bisogna capire la specificità del Medio Oriente. Gli piace molto intimidire coloro gli credono. Ma guai a finire in mezzo ad una vera e propria rissa. È una forma mentis orientale. Chi urla più forte è un grande capo. Può aver senso nei limiti della sua società, ma questa logica ha stato sempre sconfitta dal pesante stivale dello scortese soldato occidentale cominciando da Alessandro Magno e dai romani fino ai russi oggi. Bisogna soltanto ricordare chi siamo noi e chi sono loro.

ubimauri

Mar, 09/02/2016 - 01:19

La UE si fa ricattare un po' da tutti....mica solo dai turchi...

Iacobellig

Mar, 09/02/2016 - 07:26

HA RAGIONE PUTIN VERSO QUESTO SOGGETTO TURCO.

Sentry

Mar, 09/02/2016 - 08:22

tutto questo perché assurdamente da noi le porte sono sempre aperte, perché se i suoi bus trovassero dei bei muri anche loro se ne tornano indietro mentre invece siamo talmente stupidi che facciamo entrare in questo stato filo terrorista nell'Europa

salvofranco

Mar, 09/02/2016 - 09:35

potremmo fare anche noi come erdogan, ma non è una questione di soldi, se non per quelli che gestiscono il business. i clandestini (ex naufraghi, poi profughi, ora migranti) vanno respinti e basta. per farlo bisogna prima “respingere” chi ha deciso di accoglierli a spese nostre. non diamo colpe ad altri: è solo colpa della gente che non si ribella più ai soprusi di quei traditori. popoli così, che sanno solo lamentasi e piegare la schiena, meritano di estinguersi sopraffatti dagli invasori. questo sta già accadendo. è inutile fingere di non capirlo.

@ollel63

Mar, 09/02/2016 - 10:41

clamorosi esemplari d'una umanità in rapido declino: preludio di in una rapida scomparsa dell'uomo.

Adinel

Mar, 09/02/2016 - 11:52

E mettere i milioni di Turchi e rispedirli indietro no? Ma ci lasciamo tutti ricattare da questo essere ignobile? Ma l'Unione Europea non capisce con chi ha a che fare? Da quando governa Erdogan la Turchia si sta islamizzando sempre piu!

Una-mattina-mi-...

Mar, 09/02/2016 - 13:06

Di solito chiama ricatto e chi lo perpetra è un criminale

Ritratto di Giandorico

Giandorico

Mar, 09/02/2016 - 17:35

Merdogan sa bene che davanti a lui non ha un Putin ma delle seghe (manco mezze) come Juncker, Tusk e la culona. Lui ha visto le scene comiche di quest'estate, un'Europa autostronzizzatasi, con la culona che si faceva i selfie con gli invasori-profughi e con tutto il piagnisteo collettivo per il "piccolo Aylan" annegato. Merdogan sa che autobus carichi di pezzenti che si dirigessero verso le frontiere turche o bulgare non riceverebbero la stessa accoglienza di ipotetici autobus che si dirigessero, che so, verso l'Iran o verso l'Armenia, con cui la Turchia pur condivide frontiere assai più vaste di quelle condivise con la Grecia. Che scena comica immaginare Merdogan che dice a Rohani: dammi 6 miliardi di Euro o ti mando centinaia di migliaia di invasori ...

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 09/02/2016 - 18:52

Lo schiavo di Washington non fa che eseguire il piano Kalergi, come vuole la mafia mondialista che domina l'occidente terminale

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 09/02/2016 - 19:46

Leggete qui: http://www.maurizioblondet.it/merkel-si-umilia-davanti-ad-erdogan-e-leuropa-con-lei/

marco.olt

Mer, 10/02/2016 - 11:03

Beh! mErdo ha capito che ha di fronte pagliacci impauriti e senza idee, quindi come ogni bravo leader islamico usa metodi camorristi e/o mafiosi ..i più efficaci con i conigli. Se questa è la nostra classe dirigente meglio annessi da Putin.