"Croazia troppo bianca". Il post dell'associazione che combatte il razzismo

Bufera sulle parole pubblicate su Facebook dalla sezione parigina della Licra

"La Croazia è drammaticamente bianca", è l’accusa che viene lanciata dall’Associazione anti razzismo francese Licra nella pagina Facebook della succursale parigina dell’organizzazione, commentando la partita dove la Francia "multicolore" ha sconfitto 4-2 la nazionale di Zagabria durante la finale della Coppa del Mondo a Mosca.

"La partita odierna è molto importante sia storicamente che sociologicamente", si leggeva nello status Facebook della Licra Parigi. "La squadra francese multicolore, multi-etnica affronta questo pomeriggio la squadra croata drammaticamente uniforme, senza colori, senza sapori. (…) La Francia vincerà perché riunisce e accoglie (…)", continuava il messaggio prontamente cancellato.

Nel messaggio si legge anche un nemmeno tanto velato riferimento al periodo storico durante la Seconda guerra mondiale in cui la Croazia aveva un governo ustascia di estrema destra con Ante Pavelic (1941-1945). Insomma, al posto della finale della Coppa del Mondo sembrava dovesse essere trasmesso un dibattito su un saggio di sociologia applicato alla storia.

Dopo che il messaggio ha scatenato le polemiche social degli utenti transalpini, il coordinamento nazionale francese dell’associazione contro il razzismo si è dissociato e ha chiesto la rimozione dello status Facebook. "Queste posizioni non coincidono con quelle della Licra, dei suoi iscritti, della sua storia e delle sue lotte".

Anche la Licra Parigi autrice dello status incriminato ora si scusa ma il direttore della filiale parigina è sul giro d’aria e la direzione nazionale ha chiesto le sue dimissioni.

Non sono le uniche polemiche nate prima o dopo la partita tra Francia e Croazia. Sui social media si è scatenata la gara a chi interpretava la partita di calcio dal punto di vista sociologico e politico. Una Croazia autoctona contro una Francia dove parte dei giocatori vengono da famiglie di immigrati di seconda o terza generazione. L’allenatore croato che prega il rosario prima di ogni partita in contrapposizione alle preghiere rivolte alla Mecca di alcuni dei giocatori francesi. Dispute anche provocate successivamente dai tumulti e saccheggiamenti che ci sono stati in Francia durante i festeggiamenti per la vittoria e paragonate alla festa sana e collettiva fatta in Croazia.

Forse non bisognerebbe arrivare ad analizzare la Croazia come se i giovani Modric e Madkucic fossero gli eredi degli ustascia di Pavelic e nemmeno la Francia come se fosse l’emblema perfetto del multiculturalismo. La Francia ha vinto sul campo perché da anni investe nel settore giovanile, non è un modello sociale ma un modello sportivo di programmazione che ha meritato la vittoria per questo, con buona pace di alcuni intellettuali d’oltralpe e nostrani.

Commenti

valerie1972

Gio, 19/07/2018 - 10:23

Solita parata quotidiana internazionale di babbei. Non avendo praticamente quasi nulla da dire se non sempre gli stessi slogan, caricano i loro messaggini elementari di surplus comunicativi e ideologici raffazzonati e pretestuosi.Un tentativo di stordire di chiacchiere prendendo argomenti alla rinfusa a dritta e a manca per dare l'illusione al primo acchito di avere argomentazioni articolate e sofisticate.

valerie1972

Gio, 19/07/2018 - 10:28

Anche un bambino sapeva che la Francia avrebbe vinto, perché è da sempre una delle squadre più forti e la Croazia può solo sperare in exploit difficili, come le multietniche Olanda e Inghilterra che non vincono nulla laddove le monocolori Germania e Italia hanno vinto otto titoli. Pezzenti penosi del pensiero unico, fate solo tenerezza col vostro ruttino quotidiano.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 19/07/2018 - 10:40

Parlare male dei croati è già razzismo. Ah, dimenticavo, per i veri razzisti, i razzisti sono solo gli altri, mentre loro possono infangare chiunque, proprio da veri razzisti.

Lupo_Nero

Gio, 19/07/2018 - 11:32

Giù le mani dalla Croazia. Non è criminale, anzi è un bene, rimanere etnicamente omogenei, sopratutto se queste caratteristiche sono state tramandate e rese tuttora attuali con l'indipendenza. Altro discorso è la religione, ognuno è libero di seguire la propria, gli ipocriti francesi in fondo sono cattolici anche loro, ma fanno i perbenisti a favore del loro modello sociale. Non è il modo di pregare che genera la contrapposizione, ma l'identità storica.

steacanessa

Gio, 19/07/2018 - 11:35

Il belinismo di quelli che parlano con la bocca a cul de poule è incommensurabile. Persino nel giorno dei festeggiamenti le loro risorse hanno fatto un gran bordello dei campi elisi. Ma dove sono multi? Ormai sono sotto il piede dell’islam. Provate ad andare a Marsiglia e toccherete con mano. Delle periferie di Parigi è inutile parlare.

Marzio00

Gio, 19/07/2018 - 11:46

Complimenti a Licra per il commento razzista! E complimenti alla società multiculturale francese (figlia del colonialismo francese in mezzo mondo) per i festeggiamenti del post partita!

SeverinoCicerchia

Gio, 19/07/2018 - 11:51

ormai siamo al razzismo al contrario, deprimente. immaginate se qualcuno avesse detto che il senegal è troppo nero. apriti cielo ...

machimo

Gio, 19/07/2018 - 12:39

Mi chiedo, perche dovrebbe essere razzismo se la squadra e solo bianca, deve essere multiculturale e colorata? Ero in vacanza in croazia e devo dire che mi e piaciuto molto perche, infatti non ci sono i cosidetti migranti ecc. Beati loro. Parlando di calcio era una delle poche vere Nazionali.

treumann

Gio, 19/07/2018 - 12:52

E' proprio vero, purtroppo: la madre degli imbecilli è sempre incinta (e, più che mai, politicamente corretta).

Daniele Sanson

Gio, 19/07/2018 - 12:52

Una Francia esageratamente “ nera “ vince a metá . DaniSan

Massimom

Gio, 19/07/2018 - 15:14

Razzisti comunisti.

ESILIATO

Gio, 19/07/2018 - 15:37

Quella che ha giocato non era la squadra francese ma bensi una rappresentanza dell'Africa SubSahariana.

GPTalamo

Gio, 19/07/2018 - 16:22

Sara' come dicono loro (in fondo, il Brasile ha piu' coppe di tutte, ed e' la societa' con perfetta fusione etnica tra bianchi, ispanici, neri, e indigeni), pero' personalmente tiferei di piu' per una Italia bianca che perde che una Italia che vince con meta' squadra africana. Non si tratta di razzismo, ma di identita' culturale e storia culturale. Credo che lo stesso concetto di "tifo" non ha senso se esiste una sola umanita' e pensiero unico.

MarcoTor

Gio, 19/07/2018 - 17:31

I razzisti politically correct, che sono e restano dei razzisti e non possono dare lezioni di anti-razzismo. Alla fine vengono fuori, non serve nemmeno aspettare molto.Fanno il pari con quelli che dicevano agli olandesi di andarsene fuori dal loro stesso paese se non gli piace la mitica società multiculturale.

Ritratto di BM1883

BM1883

Gio, 19/07/2018 - 17:52

e poi chi sono i razzisti ????????????????

Ritratto di roberta martini

roberta martini

Gio, 19/07/2018 - 17:56

Vogliamo dei Bianchi nelle squadre africane troppo nere! Perchè loro si e noi no? Gli africani sono razzisti verso di noi!

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Gio, 19/07/2018 - 18:36

La mamma dei francesi va incarcerata.

oracolodidelfo

Gio, 19/07/2018 - 18:40

Sappiano alla Licra, che al Polo Nord, gli abitanti sono...troppo e drammaticamente...... eschimesi!!!!

baronemanfredri...

Gio, 19/07/2018 - 18:47

MAGARI AVEVAMO UNA PRESIDENTE COME LA CROATA

MaxZiewsky

Gio, 19/07/2018 - 19:18

A volte mi sorprendo ad avere nostalgia del KKK

EchiroloR.

Gio, 19/07/2018 - 20:03

senza i giocatori di colore Inghilterra, Francia, Belgio, ecc. non vincerebbe mai una copetencia/un campionato..

EchiroloR.

Gio, 19/07/2018 - 20:36

L'Italia sarà una delle migliori nazioni nel calcio quando incorpora giocatori di colore nella sua selezione

Scirocco

Gio, 19/07/2018 - 22:25

La squadra Croata è piacevolmente bianca ma quella Francese è praticamente tutta nera. Comunque si è visto il livello della popolazione multi etnica francese durante i festeggiamenti: hanno distrutto e danneggiato negozi, attività, auto però erano tutti multi-colore!! Per me i Mondiali li ha vinti la candida Croazia .

gavello

Ven, 20/07/2018 - 01:21

sti comunisti sono andati via di testa ormai. Io accetto con simpatia il nostro Ballotelli, ma se cominciassero ad esserci piú di due o tre naturalizzati, oriundi ecc., in particolare neri, smetterei di seguire le partite della nazionale non sentendomi né identificado né rappresentato

lsollazzo

Ven, 20/07/2018 - 07:37

'e cosi che dovrebbero essere tutte le squadre dei paesi bianchi. avete mai visto, oggi, un paese dell'africa con giocatori bianchi? sei solo un poveretto punto e basta.

MOSTARDELLIS

Ven, 20/07/2018 - 08:18

Avete capito ora chi sono i razzisti? Oltre ad essere proprio dei dementi.

dagoleo

Ven, 20/07/2018 - 08:33

La Francia ha vinto perchè attinge ad un serbatoio di 200 milioni di persone tra francesi veri ed immigrati dalle colonie africane della Francia. La Croazia attinge da 4 milioni di persone che vivono in Croazia. La Croazia ha poche risorse da spendere nel calcio oltre al talento dei suoi giocatori. La Francia spende risorse enormi per lo sviluppo dei suoi talenti ed anche di quelli africani che poi importa.