Crolla ponte a Calcutta, decine di morti e feriti

In India è crollata una sezione del ponte di Majerhat lunga circa 30 metri causando decine di morti

Un ponte stradale è crollato nella città di Calcutta, nell'est dell'India, causando al momento un numero incerto di vittime e feriti.

Il viadotto si è incrinato all'improvviso proprio come avvenuto nel tragico evento che ha colpito la città di Genova.

Per ora i morti accertati sono ventiquattro mentre decine sono i feriti intrappolati nelle loro automobili per il crollo di un troncone di questo ponte che scavalca un'arteria stradale molto trafficata a Calcutta. Numerosi sono i dispersi.

A riferire la notizia è stata l'agenzia di stampa indiana ZeeNews che ha parlato di diverse decine di morti.

Il tragico incidente, che ricorda tristemente il disastro del crollo del ponte Morandi, è avvenuto poco fa a Majerat, un'area a sud della città di Calcutta.

La sezione interessata dal crollo sarebbe lunga all'incirca 30 metri.

Il ponte di Majerhat è stato costruito circa 40 anni fa e già sono emerse accuse contro le autorità che sarebbero state da tempo avvertite della precarietà della struttura.

I soccorritori stanno combattendo contro il tempo nel tentativo di liberare le persone rimaste intrappolate sotto le macerie e contro le grandi difficoltà per le enormi dimensioni del tratto di viadotto crollato.

Commenti

Martinico

Mar, 04/09/2018 - 15:56

...a tutte le latitudini e longitudini siamo carne da macello.

i-taglianibravagente

Mar, 04/09/2018 - 17:45

martinico...piu' che altro c'e' da dire che siamo al livello di Calcutta che pero' e' TERZO MONDO PIENO....Di ponti crollati in europa o negli stati uniti francamente non ne ricordo.

Divoll

Mar, 04/09/2018 - 18:35

Vuoi vedere che era un altro ponte Morandi??

seccatissimo

Mar, 04/09/2018 - 18:36

Ogni tanto mi capita di transitare sulle superstrade e sulle autostrade svizzere. Ogni volta rimango sorpreso dal loro perfetto stato di manutenzione ma anche dal perfetto stato di manutenzione dei loro viadotti e ponti ! La cosa che è pure sorprendente, è che buona parte di coloro che hanno contribuito a costruire e che contribuiscono a mantenere perfettamente efficienti tali infrastrutture è costituito da maestranze italiane ! Non mi risulta, ma posso anche sbagliarmi, che in Svizzera sia "normale" che le loro infrastrutture crollino, fatte le debite proporzioni, con la sconcertante frequenza come succede, purtroppo, in Italia !!!!! Da ciò ne deduco che il motivo principale stia nella differenza che c'è nel manico svizzero da quello del terzo mondo italiano ! V.E.R.G.O.G.N.A.!!!!!

bremen600

Mar, 04/09/2018 - 19:06

ma chi l'aveva in gestione benetton..