Il déjà-vu dell'orrore. Berlino come Nizza

Come il 14 luglio scorso a Nizza, un uomo alla guida di un camion uccise 86 persone sulla Promenade des Anglais, stasera un altro camion si è schiantato sulla folla in un mercatino natalizio

Immagini già viste Un déjà-vu dell'orrore. Come il 14 luglio scorso a Nizza, un uomo alla guida di un camion uccise 86 persone sulla Promenade des Anglais, stasera un altro camion si è schiantato sulla folla in un mercatino natalizio (a soli 6 giorni dalla Festa) e ha ucciso - secondo un bilancio ancora provvisorio - almeno 9 persone e ne ha ferite una cinquantina. L'attentato di Nizza era stato rivendicato da Isis.

Manca ancora una rivendicazione per l'attacco di stasera ma ripetutamente il sedicente califfo Abu Bakr al Baghdadi e i suoi accoliti si erano rivolti ai cosiddetti lupi solitari esortandoli a uccidere in occidente, in Europa in particolare, con qualsiasi mezzo, citando anche anche esplicitamente l'uso di auto o camion contro la folla. Il killer di Nizza, il franco-tunisino Mohammed Lahouaeie-Bouhlel, venne ucciso al termine della folla corsa n cui sterzando sulla promenade des Anglais piena di gente per i fuochi d'artificio per la festa nazionale, uccise il maggior numero di persone tra cui 6 italiani. Il terrorista che ha agito stasera a Berlino sarebbe riuscito a dileguarsi e la polizia ha lanciato una caccia all'uomo.