Dazi Cina, Trump sfida Apple: "Paura? Producete negli Usa"

Donald Trump replica alle preoccupazioni del colosso di Cupertino a seguito dei nuovi possibili dazi alla Cina

Donald Trump sfida la Apple e replica alle sue preoccupazioni in merito ai possibili nuovi dazi imposti a Pechino.

Il presidente degli Stati Uniti, infatti, su Twitter ha invitato la casa di Cupertino a produrre i suoi dispositivi negli Stati Uniti anzichè in Cina, come modo per evitare le conseguenze della guerra commerciale in corso con Pechino. "I prezzi dei prodotti Apple potrebbero crescere a causa delle enormi tariffe che potremmo imporre alla Cina - ha scritto Donald Trump su Twitter -. Ma c'è una soluzione semplice, iniziate a realizzare i vostri prodotti negli Stati Uniti anzichè in Cina, iniziate a costruire nuovi impianti il prima possibile".

Le parole del presidente Usa arrivano dopo la giornata di fuoco di ieri, quando Trump ha minacciato di tassare tutte le importazioni provenienti dalla Cina, accusando il gigante orientale di pratiche commerciali "sleali". Le Apple ha immediatamente espresso tutte le sue preoccupazioni del caso spiegando che "con questi dazi Apple sarà la società colpita maggiormente. Questo si potrebbe tradurre in una crescita più bassa del Paese, con danno alla competitività".

Per questo motivo Apple ha chiesto al Governo di "riconsiderare queste misure e lavorare per trovare altre soluzioni più efficaci che rendano l’economia americana più solida e facciano il bene dei consumatori". E ora è arrivata la proposta di Donald Trump. Accetterà il colosso di Cupertino?

Commenti

Un idealista

Sab, 08/09/2018 - 22:54

Ha qualcosa da ridire la Apple al riguardo? Pratica prezzi vergognosamente alti e il prodotto ha dei difetti, sia in quanto a software, che hardware. Io ne so qualcosa! Ultimamente, tanto per dire l’ultima, ho avuto difficoltà a ricaricare il cellulare, perché la presa USB non faceva contatto. E se vuoi un extra, ci sono prezzi che ti pelano! A mio avviso, il marchio Apple è un bluff.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Sab, 08/09/2018 - 23:26

Siamo schiavi del dragone ... computer telefoni e chincaglieria varia ci affossano il PIL ... a voler essere più furbi degli altri non ci si rende conto la figura da cogljoni che si fa.

alox

Dom, 09/09/2018 - 00:20

Come detto dai Suoi ministri: Trump un idiota di 10 anni (5th grade kid).

Ritratto di Nahum

Nahum

Dom, 09/09/2018 - 07:51

E’ frutto di pura ignoranza. assemblare i prodotti Apple in Cina non li fa diventare cinesi. Occorre vedere cosa c’è dentro e le cosiddette catene del valore globale. Scoprireste per esempio che i componenti vengono da una ventina di paesine che in termini di valore i più cari sono coreani e europei. Per nin parlare della concezione e del,design che restano a Cupertino, che tristezza