La denuncia di un giornale turco: "Ankara sapeva dell'attentato"

Secondo il quotidiano Haberturk, le forze di intelligence erano a conoscenza della presenza in Turchia della 18enne kamikaze dell'Isis

Le forze di sicurezza di Ankara erano a conoscenza della presenza in Turchia della 18enne sospettata di essere la kamikaze dell’Isis che ieri ha ucciso almeno 32 persone in un centro culturale di Suruc, al confine con la Siria. Lo sostiene il quotidiano Haberturk.

La presunta attentatrice suicida, Ozlem Yilmaz, risulta entrata in Turchia insieme ad altre due donne legate all’Isis, Fadime Kurt e Nuray Demirel. Nell’ultimo mese in almeno due occasioni l’intelligence di Ankara aveva avvisato le autorità di possibili attacchi dell’Isis.