Dopo la diagnosi, McCain va in Senato per la riforma sanitaria

Al senatore dell'Arizona è stato diagnosticato un cancro al cervello pochi giorni fa

Tornerà di nuovo in Senato, a pochi giorni da che la diagnosi di un tumore al cervello è stata resa pubblica. Il senatore dell'Arizona John McCain, già in corsa alle presidenziali contro Barack Obama nel 2008, aveva annunciato ieri tramite il suo staff che non sarebbe mancato nel momento in cui i rappresentanti degli americani sono chiamati a decidere su questioni importanti,

In ballo c'è prima di tutto la riforma sanitari voluta dall'amministrazione precedente, quell'Obamacare che già in campagna elettorale Donald Trump aveva promesso di abolire. Ma anche il National Defense Authorization Act e questioni aperte su possibili nuove sanzioni alla Russia, all'Iran e alla Corea del Nord.

McCain, che ha scoperto di avere un tumore soltanto pochi giorni fa, mentre era ricoverato per la rimozione di un coagulo di sangue sopra l'occhio sinistro, soffre di glioblastoma. Proveniente da una famiglia di militare e lui stesso veterano del Vietnam, è in politica fin dagli anni Sessanta.

"John McCain è un eroe americano e uno dei combattenti più coraggiosi che io abbia mai conosciuto - aveva scritto Obama su twitter, dopo aver appreso della malattia -. Il cancro non sa chi si è messo contro. Fagli patire le pene dell'inferno, John".

E se ancora non era chiaro se il senatore sarebbe tornato alla vita politica, ora un cosa certa: John McCain continuerà a fare il suo lavoro, finché la malattia glielo consentirà.

Commenti

Renee59

Mar, 25/07/2017 - 14:32

Hai tanti cristiani sulla coscienza.

Ritratto di Opera13

Opera13

Mar, 25/07/2017 - 20:22

Suffer slowly