Le dieci spiagge più pericolose del mondo

Bellle, comode, acqua cristallina. Ma pericolosissime. Non tutte le spiagge sono a portata di bagnanti: ecco quelle da evitare

Bellle, comode, acqua cristallina. Ma pericolosissime. Non tutte le spiagge sono a portata di bagnanti. Almeno 10 nel mondo sono ritenute zone off limits, da bollino rosso. In cima alla top ten c'è Cape Tribulation in Australia. Lì, secondo i naturalisti ci sarebbero meduse il cui morso potrebbe essere mortale per l'uomo, ma anche serpenti velenosi e coccodrilli. (Gallery)

Al secondo posto c'è Hanakapiai Beach, Hawaii. Sembra un paradiso terrestre, ma per le forti correnti è vietato fare il bagno. Circa 83 persone sono state inghiottite nel nulla mentre facevano il bagno. Il terzo gradino del podio spetta a Gansbaai, Sud Africa. La sua etichetta dice tutto: "Capitale mondiale dello squalo bianco". Al quarto posto c 'è Chowpatty Beach, Mumbai, secondo gli ambientalisti è la più inquinata del mondo. Subito dietro si posiziona Black Sand Ceaches of Kilauea, Hawaii. Ha un piccolo difetto, come ricorda Panorama, la spiaggia è davanti ad un vulcano, tra i più attivi al mondo, il Mont Kilauea. Al sesto posto c'è New Smyrna Beach, Florida. Peccato che sia una delle zone preferite per gli attacchi agli esseri umani da parte degli squali. Finora ce ne sono stati circa 238. Al settimo posto c'è Playa Zipolite, Messico, nota anche come "Playa de los Muertos", ovvero "spiaggia dei morti", per l'alto numero di vittime registrate. Nono posto per le spiagge del Northern Territory, Australia ricche di box jellyfish velenose e mortali, che arrivano ad avere fino al 60 tentacoli ciascuna. Infine al decimo posto ci sono le spiagge dell'Amazzonia dove piranha e anaconde la fanno da padrone.

Commenti
Ritratto di centocinque

centocinque

Mar, 28/07/2015 - 09:08

scusate, ma da quando le meduse "mordono"?