Droni Usa, Renzi frena: "Si valuta caso per caso"

Gentiloni: "Nessun preludio a un intervento italiano in Libia"

Dopo che il Wall Street Journal ha svelato l'accordo tra Italia e Stati Uniti perché i droni americani partano dalla base di Sigonella per "raid difensivi" in Libia, il governo italiano si appresta a smentire che si tratta di un coinvolgimento diretto del Belpaese nell'intervento.

"Le autorizzazioni per l’utilizzo della base sono caso per caso", assicura Matteo Renzi, "Si tratta di fare iniziative contro terroristi e potenziali attentatori dell’Isis, siamo in piena sintonia con i nostri partner internazionali. La priorità è la risposta diplomatica ma se abbiamo prove evidenti che si stanno preparando attentati l’Italia fa la sua parte".

"Non è un preludio all’intervento militare", aggiunge poi il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni, spiegando che l’utilizzo della base a scopo difensivo "non richiede una comunicazione specifica in Parlamento" e che "sarà il ministro della Difesa a valutare" caso per caso.

E Roberta Pinotti sottolinea come la base sia usata dagli Stati Uniti secondo un trattato degli anni '50. "Ogni volta che si configurano assetti nuovi, parte una richiesta. Nulla di strano", spiega il ministro della Difesa al Messaggero, "C’è stato bisogno di una serie di interlocuzioni, perché l’Italia dev’essere coinvolta con un ruolo di leadership e di coordinamento in una strategia di sicurezza complessiva rispetto alla Libia. Finora i droni non hanno mai agito in operazioni armate e non c’è stata alcuna richiesta in merito".

Commenti
Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 23/02/2016 - 10:45

Certamente: calma e gesso. Non vorrà mica, l'Itaglia, fare, per una volta, sul serio?

Ritratto di Rames

Rames

Mar, 23/02/2016 - 10:50

''La priorità è la risposta diplomatica ma se abbiamo prove evidenti che si stanno preparando attentati l’Italia fa la sua parte".Ma neanche un alunno di terza media avrebbe detto questo.E' evidente che questo ragazzo non ha capito un granchè.Ci umilia e non mi sembra degno di rappresentare questo paese.

HappyFuture

Mar, 23/02/2016 - 12:16

Questo disprezzo per il popolo italiano DEVE finire. Ma è mai possibile che le NOTIZIE RILEVANTI per il popolo italiano debbano arrivare dalla pubblicazione sui quotidiani Inglesi? Lo sanno prima gli Inglesi cosa succede in Italia, poi noi! Sono FUORI di me!

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Mar, 23/02/2016 - 12:34

"Si valuta caso per caso" che nel loro linguaggio significa: "Noi restiamo in attesa di ordini dall'alto se ci dicono di fare "a" facciamo "a" se ci dicono di fare il contrario facciamo il contrario ma sì dai chissenefrega basta che ci paghino!"

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Mar, 23/02/2016 - 13:04

Si valuta caso per caso. E chi decide è Lui? Ma la fa o ci è?? Buffone

Tuthankamon

Mar, 23/02/2016 - 14:06

Questa NON può essere una modalità operativa, in nessun caso. Anche perchè noi non avremo MAI pieno accesso alla LORO catena di comando. E' solo una chiacchiera in politichese come sempre in Italia. Caso mai si dovrebbero mettere dei vincoli e dei criteri allo scopo di non permettere una "guerra totale" senza che ce ne accorgiamo! OPPURE: 1) gli USA faranno quel che gli pare "tacitamente"; 2) gli USA faranno quel che gli pare. Punto!

freud1970

Mar, 23/02/2016 - 16:27

Ma smettila, come fai a dire si valuta caso per caso, se neanche vieni interpellato? le basi americane,in italia, non hanno bisogno il permesso di nessuno.

capitanuncino

Mar, 23/02/2016 - 18:34

....l'Italia fornirà anche un certo numero di droni PELAN, noi di PELAN-droni ne abbiamo tanti....... (sto scherzando)

Ritratto di abj14

abj14

Mer, 24/02/2016 - 01:29

Leggo : Renzi frena: "Si valuta caso per caso" - - - Tradotto in termine nautico : Avanti tutta, quasi indietro.

Ritratto di vraie55

vraie55

Mer, 24/02/2016 - 01:36

Ha ragione Gentilissimi, è un preludio in Do minore